domenica 7 giugno 2009

Coco avant Chanel - L'amore prima del mito



TRAMA: "Una bambina che viene mandata con la sorella in un orfanotrofio nel centro della Francia e ogni domenica aspetta invano che arrivi il padre a cercarla. Un'artista di cabaret con una voce fioca che canta per un pubblico di soldati ubriachi. Una umile sartina, che cuce orli nel retro di una sartoria di provincia. Una giovane, magrissima mantenuta, a cui Etienne Balsan, il suo amante, offre un rifugio sicuro, tra ozi e piaceri. Una donna innamorata che sa che non sarà mai la moglie di nessuno e rifiuta di sposarsi persino con Boy Capel, l'uomo che ricambia il suo amore. Una ribelle che trova opprimenti le convenzioni del suo tempo e indossa gli abiti dei suoi amanti. Questa è la storia di Gabrielle 'Coco' Chanel che, da ostinata orfana, attraverso un percorso straordinario, diventa la leggendaria creatrice d'alta moda che ha incarnato la donna moderna ed è diventata un simbolo di successo, libertà e stile."

La scorsa settimana ho visto Coco avant chanel, una biografia molto romanzata resa interessante dal personaggio di Gabrielle "Coco" Chanel: indipendente, a suo modo rivoluzionaria, intrigante e curiosa; con una personalità diversa il film sarebbe stato di una noia mortale (vedi La duchessa, ad esempio). Forse la storia a un certo punto si  è concentrata troppo sulla relazione di Gabrielle e poco sulla sua grande personalità, comunque resta l'idea di una grande donna.

Buona prova per Audrey Tautou, ha interpretato bene il ruolo e ha saputo gestire abbastanza bene le scene silenziose; il suo sorriso, come per Amélie, continua a ispirare tenerezza... forse troppa trattandosi di Coco Chanel!

p.s. sfruttando l'attuale successo di Chanel, Alfonso Signorini ha scritto una sua biografia... spero che il gossiparo della tv non abbia reso piatta una personalità viva e che non abbia confuso Coco Chanel con Brooke Logan.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...