lunedì 31 agosto 2009

Papa 'n' roses



Benedetto XVI a breve sarà acclamato come una grande rock star! Il 30 novembre uscirà infatti "Alma Mater", album di orazioni dedicate alla Madonna registrato nella basilica di San Pietro e pubblicato dalla Geffen Records (la stessa casa discografica, tra gli altri,  dei Guns 'n' roses, Whitesnake ed Aerosmith)... sugli scaffali dei negozi sarà un piacere per gli occhi vedere il volto del papa accanto a quello di Axel Rose! [fonte: Rainews24]

Preparatevi al più grande evento musicale di quest'anno, si prevede già un duetto con Madonna, Benedetto XVI come special guest star all'Heineken Jammin' Festival e il tutto esaurito per il Ratzi tour!

domenica 30 agosto 2009

Fumerletta n. 9


Persona1:- Io sono telefonista, e lei?
Persona2:- Anch'io! Ma diamoci del tu-tu-tu-tu-tu!

(da DIARIO VITT '77 di Jacovitti)

sabato 29 agosto 2009

In Giappone il web profuma



Certo che questi giapponesi mi stupiscono sempre: dopo le auto ibride (che hanno un doppio motore: a benzina ed elettrico), dopo i robot umanoidi (che funzionano), dopo i robot cuochi (divenuti luoghi di attrazione di un ristorante)... riescono a stupire con la loro grande inventiva realizzando il web che profuma!
Dal Giappone è giunta la notizia sullo "sviluppo di un 'sistema di comunicazione di fragranza' che renderà possibile un vero e proprio uso olfattivo del web. Il dispositivo si chiama i-Aroma e consiste in un apparecchio USB che misura 15 cm di altezza e mescola sei odori di base, vaporizzandoli a seconda dei comandi digitati dall'utente." [fonte: Punto-informatico.it]

Ma se sto navigando su un sito di pannolini... quale aroma sentirò?

venerdì 28 agosto 2009

Depeche Mode - Wrong



Wrong è il primo singolo estratto dal nuovo album dei Depeche Mode, "Sounds of the universe", in cui si parla di inadeguatezza e incapacità di cambiare il corso degli eventi in maniera molto forte ma soprattutto diretta; non viene data l'opportunità di una libera interpretazione delle parole, tutto avviene perché è tutto sbagliato: dalla nascita con il segno sbagliato ai movimenti sbagliati di una notte sbagliata... la parola Wrong viene ripetuta per tutto il brano!
Questo singolo rappresenta il grande ritorno sulle scene dei Depeche Mode dopo quattro anni di silenzio e non delude i fan di una delle migliori band in attivo fin dagil anni Ottanta in cui i suoni e la splendida voce di Dave Gahan si uniscono per formare canzoni da brivido!

Wrong Sbagliato
I was born with the wrong sign
In the wrong house
With the wrong ascendancy
I took the wrong road
That led to the wrong tendencies
I was in the wrong place at the wrong time
For the wrong reason and the wrong rhyme
On the wrong day of the wrong week
I used the wrong method with the wrong technique

Wrong

Wrong

There's something wrong with me chemically
Something wrong with me inherently
The wrong mix in the wrong genes
I reached the wrong ends by the wrong means
It was the wrong plan
In the wrong hands
With the wrong theory for the wrong man
The wrong lies, on the wrong vibes
The wrong questions with the wrong replies

Wrong

Wrong

I was marching to the wrong drum
With the wrong scum
Pissing out the wrong energy
Using all the wrong lines
And the wrong signs
With the wrong intensity
I was on the wrong page of the wrong book
With the wrong rendition of the wrong hook
Made the wrong move, every wrong night
With the wrong tune played till it sounded right yeah

Wrong
Wrong
Too long
Wrong

I was born with the wrong sign
In the wrong house
With the wrong ascendancy
I took the wrong road
That led to the wrong tendencies
I was in the wrong place at the wrong time
For the wrong reason and the wrong rhyme
On the wrong day of the wrong week

Wrong
Sono nato con il segno sbagliato
Nella casa sbagliata
Con l’ascendente sbagliato
Ho preso la strada sbagliata
Che mi ha condotto a tendenze sbagliate
Ero nel posto sbagliato al momento sbagliato
Per la ragione sbagliata e la rima sbagliata
Nel giorno sbagliato nella settimana sbagliata
Ho usato il metodo sbagliato con la tecnica sbagliata

Sbagliato

Sbagliato

C’è qualcosa di sbagliato in me chimicamente
Qualcosa di sbagliato in me insitamente
Il mix sbagliato nei geni sbagliati
Sono arrivato alle fini sbagliate dei significati sbagliati
Era un piano sbagliato
Nelle mani sbagliate
Con la teoria sbagliata per l’uomo sbagliato
Le bugie sbagliate, sulle vibrazioni sbagliate
Le domande sbagliate con le risposte sbagliate

Sbagliato

Sbagliato

Stavo marciando con il tamburo sbagliato
Con la feccia sbagliata
Pisciando fuori l’energia sbagliata
Usando tutte le linee sbagliate
E i segni sbagliati
Con l’intensità sbagliata
Ero sulla pagina sbagliata del libro sbagliato
Con la resa sbagliata della trappola
Ho fatto il movimento sbagliato, ogni notte sbagliata
Con la melodia sbagliata eseguita finchè suonava giusta si

Sbagliato
Sbagliato
Troppo a lungo
Sbagliato

Sono nato con il segno sbagliato
Nella casa sbagliata
Con l’ascendente sbagliato
Ho preso la strada sbagliata
Che mi ha condotto a tendenze sbagliate
Ero nel posto sbagliato al momento sbagliato
Per la ragione sbagliata e la rima sbagliata
Nel giorno sbagliato nella settimana sbagliata
Ho usato il metodo sbagliato con la tecnica sbagliata

Sbagliato

giovedì 27 agosto 2009

Leo Ortolani docet



Vi ricordate la Fumerletta n. 6? Fossi in voi darei una lettura perché il grande Leo Ortolani non si è distaccato molto dalla realtà, anzi direi che ha profetizzato perfettamente il futuro meglio di Nostradamus!
A Cairo Montenotte (SV), infatti, su La7 al posto di una partita di calcio è stato trasmesso erroneamente (o per violazione di frequenza, si sta indagando) un film porno e i tifosi non hanno gradito molto questo cambio, fonte: Repubblica.
E' vero che gli uomini pensano a una sola cosa... il calcio!

mercoledì 26 agosto 2009

Gundam domina Tokyo



L'ho detto e lo ripeto: i giapponesi sono geniali! Per il trentesimo anniversario di Gundam, si è deciso di costruire un modello - è alto 18 metri, forse sarebbe meglio usare la parola modellone - del famoso robot e di mostrarlo al pubblico fino al 31 agosto (successivamente sarà esposto in uno spazio apposito)! Insomma, giusto un pensierino...

Ecco qui alcuni link utili per saperne di più...
http://www.animeclick.it/notizia.php?id=22670
http://santagatando.wordpress.com/2009/06/29/tokyo-celebra-il-mito-di-gundam-per-i-30-anni-una-statua-di-18-metri/
http://www.gizmodo.it/2009/06/18/il-gundam-gigante-di-tokyo-si-muove-davvero.html

... e qui invece alcune fotografie:
http://www.pinktentacle.com/2009/06/gundam-night-pics/
http://giochi.myblog.it/album/gundam-svetta-su-tokyo/

Spero che non stiate prendendo in giro i giapponesi per questa meraviglia considerandola esagerata o peggio, e ricordatevi che ognuno si dedica alle sue passioni: c'è chi costruisce super-modelli di robottoni, chi invece super-statue di Padre Pio seminandoli in tutto il territorio (un'invasione di Padre Pii)... mai visto santo più commercializzato!

sabato 22 agosto 2009

Fumerletta n. 8


Usciere:- E io che pensavo che Paperinik fosse una specie di eroe!
Angus Fangus:- Capita a tutti di pensare. Un po' di TV e passa!

(da PK - Punto di rottura)

venerdì 21 agosto 2009

"Nessuno ci ha aiutato"



Erano partiti in 78, sono rimasti in 5... venti giorni di mare e l'unico aiuto è stato ricevere un po' d'acqua da un pescatore... altre nove barche sono state incrociate ma i soccorsi non sono arrivati...
E' questa la storia dei cinque eritrei sopravvissuti alla strage, persone trattate come merci da buttare: http://www.repubblica.it/2009/08/sezioni/cronaca/immigrati-10/lampedusa-strage/lampedusa-strage.html

Ma perché tutto questo odio nei confronti degli stranieri, del "diverso"?

Io appartengo all'unica razza che conosco, quella umana
-Albert Einstein-

giovedì 20 agosto 2009

X-men le origini - Wolverine



TRAMA: C'è un passato violento e romantico nella vita di Wolverine: il suo complesso rapporto con Victor Creed e il minaccioso programma Arma X. Nel suo percorso, Wolverine incontra molti mutanti, che già conosce ma anche di nuovi, comprese sorprendenti apparizioni di diverse leggende dell'universo degli X-Men.

Ho un solo giudizio per questo film, il resto non merita di essere commentato: Hugh Jackman, quanto sei bono!!

mercoledì 19 agosto 2009

Coraline


TRAMA: In casa di Coraline ci sono tredici porte che permettono di entrare e uscire da stanze e corridoi, e poi ce n'è una, la quattordicesima, che dà su un muro di mattoni. Oltre quel muro dovrebbe esserci un appartamento vuoto, ma... sarà vero? Perché un giorno Coraline scopre che dietro la porta si apre un corridoio scuro, e alla fine del corridoio c'è una casa identica alla sua, e nella cucina della casa vive una donna uguale a sua madre. Quasi uguale, anzi, perché al posto degli occhi ha due lucidi bottoni, attaccati con ago e filo. Amorosa e attenta, l'altra madre le chiede di diventare sua figlia: in cambio avrà tutto ciò che desidera, e anche di più. Ma Coraline, bambina saggia e intrepida, capisce subito di essere finita in una ragnatela fatta di nebbia e tenebra, al cui centro c'è un ragno straordinariamente pericoloso. E sa che, tra incanti e spaventi, gatti parlanti e spettri bambini, topi musicisti e vecchie attrici indomabili, toccherà a lei sconfiggere il buio e liberare i prigionieri dell'altra madre... [fonte: risvolto libro]

Libro letto in pochi giorni, Coraline di Neil Gaiman è un'avventura mozzafiato e avvincente: la storia è originale, i personaggi ben caratterizzati e interessanti, la tensione è alta nonostante si tratti di un libro per ragazzi. Ma come afferma Niccolò Ammaniti "i migliori libri per ragazzi hanno tutti una caratteristica, non sono per ragazzi, ma per tutti. Coraline di Neil Gaiman fa parte di questo piccolo e prezioso gruppo. Una storia teneramente paurosa, da leggere con tutte le luci accese".
Andando avanti con la lettura sembra di essere in un incubo però ad occhi aperti, un incubo che speri di non vivere mai... so già cosa state pensando "ma si tratta di un libro di fantasia, cosa c'è da temere?" In effetti niente, però al posto vostro farei molta attenzione ad aprire le porte, non sapete cosa potrebbe esserci dall'altra parte!
Tornando al libro, Coraline è una bambina petulante, si lamenta sempre, per alcuni aspetti mi ricorda la piccola me (anch'io mi annoiavo spesso e, finito l'intrattenimento del momento -compiti, un gioco, una qualsiasi cosa-, stressavo mia madre con "e ora che faccio?")... ma nonostante i difetti, Coraline è semplicemente adorabile, così come il gatto: orgoglioso e permaloso, ma a suo modo simpatico.

Ovviamente il film non ha saputo mantenere la trama del libro - vedi l'aggiunta di Wilby e della bambola, oppure il ritorno alla vera casa tramite sogno... tutti elementi non presenti nel libro - ma la morale resta la stessa: fai attenzione a quel che desideri!

Coraline è un libro da leggere e rileggere (non escludo una seconda lettura tra qualche anno); Ammaniti consiglia di leggerlo con tutte le luci accese, io invece lo consiglio prima di andare a dormire con giusto una luce accesa per creare un'atmosfera da brivido. Preparatevi ad aprire le porte delle tenebre!

martedì 18 agosto 2009

Il piccolo lord(o)



Sareste d'accordo a definire un principino inglese che cade in una pozza di fango un piccolo lordo?

lunedì 17 agosto 2009

Povere guide turistiche



E finalmente Componente instabile riprende la sua normale attività... ti sono mancata? Ma quanto ti sono mancata? E mi pensi? Ma quanto mi pensi?

Dedico questo intervento di ritorno a una notizia del 2004 ma molto simpatica: "Turismo: per gli stranieri il colosseo è nato rotto" [fonte: Ansa]

ROMA - E' il Colosseo il monumento che, tra gli altri, più colpisce il turista che viene a Roma, ma sono in tanti a pensare che sia nato rotto, e a non capacitarsi di come la parete interrotta in realtà fosse la continuazione dell' anello.

Sono le guide turistiche di Roma a raccontare di cosa sono capaci gli stranieri, e di quanto devono faticare per far capire loro a cosa si trovano di fronte: "puntualmente ci chiedono come facevano a fare i combattimenti all'interno del Colosseo visto che attualmente al centro c'è la zona dei magazzini, rimasta scoperta. E' davvero dura cercare di far comprendere che c'era una piattaforma e sotto i magazzini".

Sempre sul Colosseo è "abituale - spiegano le guide - vedere i turisti spalancare gli occhi quando gli dici che Nerone e il Colosseo non erano contemporanei e che, quindi, Nerone non poteva ammazzare i cristiani al Colosseo. E' una notizia sconvolgente per tutti, compresi spagnoli ed italiani. Rimangono perplessi quando spieghiamo che ai tempi di Nerone al posto del Colosseo c'era un lago".

Come sono convinti che sia un errore il numero scritto sulle porte d'entrata del Colosseo - tra quelle ben visibili c'è la 54 - perchè il quattro è vergato con quattro aste e non scritto con un'asta e la V (IV). "Ma come lo hanno fatto i romani il Colosseo, sarà fatto bene, dico io. - replica la guida - Siamo costretti a fare tutto il ragionamento che i romani facevano i numeri con le dita della mano e che probabilmente le abbreviazioni nacquero all'epoca dei manoscritti. Anche su Ponte Sisto, per indicare Sisto IV, il quattro è fatto con le quattro aste ed anche lì la reazione è la stessa".

STRANIERI A ROMA: MA DOVE E' SEPOLTO CRISTO?
"Scusi, ma dove è sepolto Cristo? Dove ha vissuto?". Sarebbe una domanda legittima se non fosse che il turista che la pone sta visitando Roma. "Quando replichiamo - spiegano le guide - che Cristo nella capitale non c'è mai venuto, ci guardano con la faccia stupita e sono perplessi che la risposta sia veramente giusta". A raccontare, forti della loro esperienza trentennale, gli strafalcioni dei turisti che visitano Roma con i gruppi organizzati, sono proprio le guide turistiche autorizzate. A pensare che Cristo sia seppellito nella città eterna non è solo qualche turista inglese, americano, australiano, ma anche europeo. "Un caso limite - ha spiegato una delle guide - mi è capitato con un americano che mi disse: 'Durante le sue spiegazioni lei parla sempre di Avanti Cristo, Dopo Cristo. Ma chi è questo Cristo?".

Ad un altra guida è successo, invece, di sentirsi chiedere, mentre spiegava la Basilica di San Pietro ed indicava la finestra da cui si affaccia il Papa: "Ma chi è il Papa?". Anche se sul Papa a dire sciocchezze si aggiungono anche i giovani americani che si improvvisano guide, appostandosi davanti al Colosseo o alla Basilica di San Pietro, e raccontano ai turisti che "non si sa mai da quale finestra si affaccia il Papa perchè, per motivi di sicurezza, ogni volta la cambia".

Il turista di massa, quello mordi e fuggi che rimane nella capitale al massimo per 48 ore, tratteggiato dalle guide dimostra una preparazione quantomeno sommaria sulla storia di Roma: piena di luoghi comuni e false credenze, spesso recepiti distrattamente da film storici o per sentito dire. Più interessati a farsi foto, da mostrare ad amici e parenti, ad essere intrattenuti, a mettersi la corona da antico romano, piuttosto che a conoscere davvero Roma e le sue origini. Anche se, puntualizzano le guide, non bisogna generalizzare perchè le eccezioni ci sono.

"Un giorno un turco mi chiese - ricorda una guida - che cosa fosse un altare perché nelle loro Moschee non ci sono. Ma quelli che difficilmente riescono a comprendere la nostra cultura sono gli argentini, uno dei quali riferendosi alla molte rovine e resti archeologici che aveva visitato nel corso della giornata, mi disse: "Tutta questa roba vecchia, rotta, sporca perche' la tenete in città? Ma perché non togliete tutto e fate un bel parco verde?".

Ad essere esasperati dalle domande imbarazzanti e soprattutto ripetitive non solo le guide, ma anche i custodi del Pantheon a tal punto di aver attaccato sul vetro del loro gabbiotto un cartello su cui, tra l'altro, c'è scritto: "Il foro in alto è aperto e il pavimento quando piove si bagna". Un messaggio che a leggerlo sembra bizzarro, ma sono le guide a fornire la spiegazione. "I turisti regolarmente non credono che il Pantheon sia aperto e quando glielo diciamo, la prima domanda che fanno è 'Ma quando piove?' E noi ogni volta rispondiamo 'Si bagna, semplice'. Ma loro rimangono sbigottiti".

Una turista giapponese, mentre la guida le mostrava l'Arco di Costantino, la interruppe chiedendole: "Made in Italy?". Era convinta che fosse stato copiato dall'Arco di Trionfo di Parigi, non considerando che Napoleone era vissuto un po' di tempo dopo. Pur essendo famoso in tutto il mondo anche sul Vaticano, non mancano distorsioni storiche o banalizzazioni. "Pochissima gente sa che quella attuale è la seconda Basilica di San Pietro e che prima sulla tomba di Pietro c'era quella fatta nel IV secolo da Costantino, dove adesso ci sono le grotte Vaticane. Pensano che sia nata improvvisamente, come se non avesse una storia".

Moltissimi turisti, compresi tanti italiani, sono certissimi che le catacombe fossero luoghi dove i cristiani si nascondevano per non essere uccisi durante le persecuzioni. "Cala un silenzio di tomba tra i turisti - raccontano, quasi divertite, le guide - quando si spiega che erano dei cimiteri e basta". Quando i turisti arrivano nella Cappella Sistina rimangono di frequente delusi. "Immaginano qualcosa sul tipo barocco - spiegano le guide - ne hanno sentito molto parlare e pensano che si presenti ricca di materiali, pomposa e quando scoprono che è un rettangolo con le pareti dipinte, molti rimangono perplessi, chiedendosi come mai sia così famosa". Non e' raro che gli americani chiedano alle guide: "Ma le altre 15 cappelle?" pensando che Cappella Sistina tradotta in inglese sia la Sedicesima Cappella (Sixteen invece di Sistine Chapel).

venerdì 7 agosto 2009

Buone vacanze!


Componente instabile vi augura di trascorrere delle buone, felici e allegre vacanze ovunque voi siate (anche a casa)!
Ci rivediamo dopo Ferragosto (in realtà ritorno l'11 agosto, però il blog mi ha minacciato di rivolgersi al sindacato se non le concedo queste vacanze... sono stata costretta ad accettare ^_^)

Ciaooooooooooooooooo!!

giovedì 6 agosto 2009

"Avevo voglia di correre"



Oggi mi sento esausta e felice: sono riuscita a superare i miei limiti nella corsa! Dai classici 35 minuti sono passata a un'ora, dieci minuti e 35 gradini! Oggi posso esultare perchè dubito di riuscire a ripetermi la prossima volta: devo ringraziare il tempo fresco, non umido e leggermente ventilato, la musica giusta e una volontà mai creduta di possedere (ma perché non si sveglia nei momenti di studio??)
Dopo mezz'ora di corsa e il classico momento di "crisi", la mente mi stava consigliando di fermarmi ma le gambe hanno preso il sopravvento sull'istinto pigro e hanno continuato! Che bella sensazione scoprire di avere molta più energia di quanto avessi mai potuto immaginare, sentire finalmente le gambe che lavoravano per bene, accorgersi che dopo il già citato momento di "crisi" riprendi a respirare (quasi) normalmente, ma soprattutto notare un leggero sorrisetto sul volto stanco (chissà cosa avranno pensato le persone vedendomi)
Brava Sailor Fede, i tuoi allenamenti e miglioramenti significano maggiore sicurezza per i poveri innocenti che devi salvare!

mercoledì 5 agosto 2009

Pretty soldier Sailormoon R the movie



TRAMA: Un misterioro ragazzo venuto dal passato di Mamoru... Uno strano meteorite che si avvicina alla Terra... Terribili piante in grado di assorbire l'energia vitale degli esseri umani... Oscuri presagi di un pericolo ormai vicino. Le guerriere Sailor dovranno prepararsi ad affrontare un terribile avversario che le colpirà in quel che hanno di più caro. Una rosa rossa saprà fare luce sui misteri che riemergono da un passato ormai creduto sogno. Con battaglie mozzafiato che porteranno Usagi e le sue amiche a combattere fin nello spazio, prende vita il primo emozionante lungometraggio animato di Sailormoon. Il Sailor Team dovrà urlare ancora una volta "Make-up"! [fonte: retrocopertina dvd della ShinVision]

Dei tre film dedicati alle mie paladine della legge preferite, quello della serie R (la seconda per intenderci) è a mio parere il migliore, tanti eventi e poco tempo per riprendere fiato, questo lungometraggio ti coinvolge totalmente tra combattimenti e flashback del passato di Marzio e guerriere. Un film diverso dai canoni sailormooneschi: non ci sono vere scene comiche ma giusto qualche piccola gag di Usagi che riesce sempre a far ridere e sorridere, la parte drammatica è invece molto messa in risalto... unica certezza: l'amore e l'amicizia sono come sempre i veri protagonisti del film e le guerriere con il loro passato ricordano che sono sentimenti fondamentali che danno un senso alla vita e che bisogna lottare per essi.

Sicuramente per i non appassionati di Sailor Moon questo movie non sarà niente di eccezionale nonché un prodotto inutile... ma per chi è cresciuto con le guerriere e i loro principi, per chi ha ammirato Bunny e il suo grande carattere allegro e spensierato ma allo stesso tempo maturo, per chi ha sempre adorato tutte le senshi con ogni pregio e difetto, per chi si è emozionato insieme ai vari personaggi, per chi ha pianto alla penultima puntata della prima serie, per chi si è innamorata di Milord sognando di trovare un ragazzo come lui, per chi ha sempre pensato che il male si può trasformare in bene, per chi ha tratto insegnamento da Bunny che non è la violenza a portare alla pace, per chi non ha mai dimenticato... questo film è un capolavoro da vedere e rivedere!

martedì 4 agosto 2009

Niente di più feroce della banalissima televisione



Le parole di questo intervento non sono mie, ma prese da http://italianimbecilli.blogspot.com/2009/08/la-televisione-e-la-menzogna-permanente.html, riporto tutto esattamente come l'ho letto:

Tutto ciò che l'italiano medio conosce, lo deve alla televisione. Ma l'italiano medio non sa che la televisione mente in modo sistematico o, se lo sa, se ne infischia e se la beve tutta. La televisione è nata per mentire e vendere fumo, è nata per fare propaganda, per soggiogare in maniera subdola le coscienze, per poterle modificare.
Chi crede di informarsi accendendo il televisore è solo un ingenuo.
Occorre sapere che la tv è sempre manipolata e maipolante e che i programmi sono progettati per un pubblico di 12 anni di età media. Questo non lo diciamo soltanto noi, ma fior di studiosi.
Ora si dà il caso che il primo ministro del nostro governo detenga il potere di tutte le reti nazionali e che lo stesso primo ministro, plurinquisito, corruttore, piduista, voltagabbana, puttaniere, stia letteralmente nascondendo la verità agli italiani. Gli esempi da fare sarebbero tanti, troppi, ma quello relativo alla ricostruzione delle zone terremotate d'Abruzzo è veramente inconcepibile. La tv mostra Berlusconi trionfale, sul tetto di una nuova palazzina a piantare la bandiera italiana (manco fosse Armstrong sulla luna) e tutti i cronisti, pseudogiornalisti, a emanare dispacci di regime sugli ottimi risultati ottenuti dal governo e sulla promessa che entro il 30 di novembre (massimo dicembre) si daranno le case ai cittadini sfollati. Quattro mesi di bugie e non sono ancora finite. La realtà è ben diversa, quattro palazzine di cemento appena costruite non dànno un tetto a 50 mila sfollati. Conoscendo Berlusconi, non ci stupirebbe sapere che quelle palazzine siano state costruite per fare da scenografia alla messinscena della bandiera italiana con le riprese dall'elicottero. L'Italia è offesa da quel gesto!
La realtà è diversa, i terremotati d'Abruzzo sono incazzati all'inverosimile, ma la tv non lo fa vedere, non mostra le proteste dei cittadini (proteste clandestine, visto che -pensate un po'- sono state vietate), non rivela il fatto che vengono sequestrati striscioni e che loschi e arroganti energumeni con occhiali neri urlano in faccia ai manifestanti 'quello che bisogna fare lo decidiamo noi, è chiaro'?.
E' tutta una menzogna, in cui gli italiani vivono beati e beoti. Tutto è falso, anche le cifre dell'ISTAT, anche le informazioni circa il numero degli studenti bocciati (più alto, secondo il Ministero, ma solo per giustificare la severità di una 'riforma' che, in verità, è stata severa soltanto con i lavoratori della scuola, mandandoli a spasso con un calcio in culo). False sono le informazioni, le promesse di Berlusconi e tutti i dati emanati dalla televisione. Persino le notizie di cronaca non rivelano il vero stato del Paese, poiché i direttori dei TG scelgono ad hoc le notizie, in base a quel che conviene al governo. Allora, ad esempio, si cercano con il lanternino notizie di stupri commessi da stranieri per giustificare una legge anticostituzionale con ronde annesse. Si nascondono i morti sul lavoro per far sembrare che in Italia non esista il problema. In compenso, se muore un militare, la prima pagina è sempre garantita, come minimo!
E' tutto falso, signori! Le interviste sono montate ad arte, tagliando le parti sconvenienti, eliminando testimonianze scomode o piazzandole in punti di facile rimozione cerebrale.
E che dire di questa fantomatica pandemia da influenza suina -che suina non è più- e contro la quale la tv sta vendendo terrore (e vaccino) a tutto spiano? A tal proposito, per inciso, abbiamo realizzato delle VERE interviste su questo argomento, per vederle cliccate QUI o sul banner 'il nostro Youtube'.
La televisione dipinge un paese di tette e culi, dove ogni prostituzione è lecita per far carriera, salvo ingerenze clericali e scomuniche papaline (ma mai rivolte al vero puttaniere d'Italia).
Nota a piè di pagina: non è un caso se gli studi televisivi di tutto il mondo, quando c'è un golpe o una guerra, vengono immediatamente occupati militarmente e gestiti dalle autorità preposte alla propaganda. Una propaganda che sostituisce quella precedente. Una menzogna che sostituisce quella precedente. Avanti così, italiani imbecilli!

lunedì 3 agosto 2009

Cartelli strani



Sabato ho parlato dei traduttori automatici e delle relative frasi senza senso, ma alcune volte conviene fornire un minimo di spiegazione... guardate questo cartello: qualcuno mi sa dire come bisogna comportarsi? Si può parcheggiare o c'è il divieto di sosta??? E a che ora??
Ho iniziato a capire questo segnale dopo alcuni minuti, ma tuttora non sono sicura al 100% se ho ben interpretato! Si potrebbe parcheggiare dalle 17 alle 7 dei giorni lavorativi, invece c'è il divieto di sosta nelle restanti ore tranne per caricare/scaricare merci... ehm... credo... penso... forse... mah!


domenica 2 agosto 2009

Fumerletta n. 7



Franz:- Un giorno tutto questo sarà un ricordo, anche la dura prigione
Carcerato:- Valà che se non c'eri te non era neanche tanto male!

(da FRANZ di Altan)

sabato 1 agosto 2009

Attenti con i traduttori automatici



Non vi fidate troppo dei traduttori, non sempre forniscono una traduzione esatta della frase come potete constatare voi stessi usando un qualsiasi traduttore automatico online. Io ho utilizzato il traduttore di google per scrivervi alcuni semplici esempi:

Frase in italiano Traduzione in inglese Frase ritradotta in italiano
Nel mezzo del cammin di nostra vita Walking in the middle of our life Passeggiate nel centro della nostra vita Povero Dante
Mi scappa la pipì I escaped the pee Ho scampato la pipì Ecco come capolgere il senso di una frase
si prega la gentile clientela di buttare la carta igienica nel gabinetto, grazie please our clients to throw toilet paper down the toilet, thanks soddisfare i nostri clienti a buttare giù la carta igienica in bagno, grazie poveri inglesi se esistesse un avviso del genere

Queste sono frasi da me inventate, ma cosa succede quando nella realtà si trovano strafalcioni simili? Anni fa vidi un servizio sulle iene che trattava questo argomento (ahimè non riesco a trovarlo) ma ci sono molti altri casi, come ad esempio a Lucca "vietato salire sui parapetti" è stato tradotto in francese in "vietato mettere il sale sui parapetti" (http://lanazione.ilsole24ore.com/lucca/2008/08/21/112727-mura_cartelli_piani_errori.shtml) oppure su youtube si trova questo caso: http://www.youtube.com/watch?v=Podmdrhg4yw!

Ma è così difficile tradurre manualmente una singola frase?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...