venerdì 4 dicembre 2009

Cado dalle nubi



TRAMA: Checco è un giovane cantante pugliese che sogna il grande successo nel mondo dello spettacolo. Angela, la fidanzata, lo lascia perché desidera avere accanto un uomo con un lavoro più stabile, con il quale costruire una famiglia. Per Checco è una doccia fredda: triste e amareggiato lascia la Puglia per Milano, sperando che la moderna metropoli del nord gli possa spalancare le porte del successo nel mondo discografico.

Non sono una fan di Checco Zalone perché non sempre rido ai suoi sketch, ma devo ammettere che "Cado dalle nubi" non è il classico cinepanettone e si ride veramente di gusto!! Non sopporto quando si cerca di far ridere sbagliando sempre sostantivi e verbi -e infatti sono stati i momenti meno divertenti del film- ma situazioni e battute vere non sono mancate e senza cadere nel volgare!
Molte caratteristiche di noi pugliesi sono vere, come ad esempio i parcheggi dove si trova un po' di spazio, la famiglia unita e il rispetto delle tradizioni, portiamo sempre il cibo (in particolare pasta, latticini, pane e olio) quando veniamo ospitati, orgogliosi di far conoscere al mondo le nostre prelibatezze!

C'è soltanto una nota stonata: il cinema era stracolmo, hanno dovuto posticipare di un giorno la proiezione di "A Christmas Carol" per destinare una seconda sala a Checco Zalone... ma la gente si ricorda che esiste il cinema solo per questi film? Eeeeeeh, lo so, se non polemizzo almeno un po' non mi sento bene :)

2 commenti:

  1. visto! non mai riso così di gusto al cinema! veramente da morir dal ridere, poi la mezza sceneggiatura e la regia sono di Gennaro Nunziante, il terzo Toti e Tata! :-)

    RispondiElimina
  2. Non sapevo che Nunziante fosse l'autore dei testi di Toti e Tata, l'ho appena scoperto grazie al tuo commento, e bravo Marco, sempre super-informato!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...