mercoledì 27 gennaio 2010

Giorno della memoria



Non so proprio come certa gente possa dire che la Shoah sia tutta un'invenzione nonostante le testimonianze e i campi di sterminio. Io sono stata sia ad Auschwitz che a Birkenau, due luoghi che mi resteranno sempre nel cuore, soprattutto il primo dove il tempo sembra che si sia fermato agli inizi degli anni Quaranta.
Oggi è il giorno della memoria per le vittime dell'Olocausto: bisogna ricordare e non negare, solo così si può evitare di commettere gli stessi errori ed orrori!
Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.
Considerate se questa è una donna,
Senza capelli e senza nome
Senza più forza di ricordare
Vuoti gli occhi e freddo il grembo
Come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
Vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
Stando in casa andando per via,
Coricandovi alzandovi;
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
La malattia vi impedisca,
I vostri nati torcano il viso da voi.

-Primo Levi-

3 commenti:

  1. oggi nel mio cuore qualcosa si spegne come ogni anno, il ricordo e le lacrime non bastano bisogna educare le future generazioni ad accogliere il prossimo, questa immane tragedia non dovrà mai più ripetersi se, tutti uniti, continueremo ad esserci vicini con amore e rispetto.

    RispondiElimina
  2. Veramente belle le parole che hai usato, Marco... spero che non rimangano semplici parole ma un giorno diventino realtà!

    RispondiElimina
  3. lo spero anche io ;-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...