martedì 12 gennaio 2010

L'uomo che sapeva contare


TRAMA: Beremiz Samir, l'Uomo che Sapeva Contare, sorvegliava le greggi nel villaggio di Khoi, in Persia, ai piedi della maestosa piramide del monte Ararat. Durante una violenta tempesta di sabbia salvò la vita a No-Elim, un vecchio derviscio, un grande saggio che gli insegnò cose utili e meravigliosa, e Beremiz mostrò di essere un uomo di intelligenza vivacissima, di possedere notevole attitudine per la scienza dei numeri e di saper raccontare molte bene storie e aneddoti, che rendevano attraente la sua conversazione. In una fantastica corncice romanzesca, ci si svela la vita di Beremiz Samir: di come, con l'aiuto della matematica, riuscì prima a sbarcare il lunario, poi a conquistare il cuore di una donna e la stima di uomini potenti e ricchi e saggi, di come capì che la matematica non possa mai accompagnarsi alla dissolutezza e all'immoralità. Tra i bazaar di Baghdad, i suk, i caravanserragli, le moschee e i profumi inebrianti del mercato delle spezie Beremiz dimostrò le meraviglie e i piaceri della matematica. [fonte: risvolto libro]

Può la matematica essere paragonata a poesia? Sì, si può e Malba Tahan ci riesce benissimo proponendo in questo libro concetti matematici e problemi di svariate difficoltà in maniera chiara, semplice e meravigliosa sotto forma di racconti: la matematica non possiede solo verità, ma anche bellezza!
Ambientato nella Baghdad del 1.200 d.C., l'Uomo che Conta riesce, grazie alle sue straordinarie capacità matematiche, a conoscere e frequentare personaggi di vari ranghi: da visir a sceicchi, da maharajah a principi e sempre grazie alla matematica a sposarsi con la sua amata Telassim, figlia di uno sceicco alla quale impartiva lezioni. Voglio terminare esattamente con le parole finali del libro (non vi preoccupate, il libro va apprezzato nel suo insieme, sapere le parole finali non danneggia la lettura di questo romanzo):

"Non c'è dubbio che, di tutti i problemi, quello che Beremiz seppe risolvere meglio, fu l'enigma della vita e dell'amore.
E qui termina, senza numeri e senza formule, la storia dell'Uomo che Contava."

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...