lunedì 1 marzo 2010

Amore o odio?



Come si fa a provare sentimenti in questo mondo pieno di odio? Essere indifferenti è impossibile, solo i morti sono in grado di farlo perché cosa importa loro di quel che succede nel mondo? Perché dovrebbero preoccuparsi di un qualcosa che non li riguarda più, di un qualcosa che non li considera più? E quindi se c'è una guerra, se c'è una carestia, un tornado, un terremoto, un incidente, bel tempo, pace, serenità, ..., a loro non importa, restano indifferenti e immobili di fronte a tutto. Perché dovrebbero preoccuparsi?
E noi vivi? Cosa possiamo fare noi vivi? Odiare o amare, non ci sono alternative né mezze misure, possiamo solo scegliere quale strada percorrere e in base ad esso andrà avanti la nostra vita, la nostra fottutissima vita; è falso credere il contrario: non è in base agli eventi che la vita ci pone davanti che si sceglie la strada, ma a seconda della nostra scelta che riusciremo a fronteggiare gli ostacoli e ad uscirne a testa alta... o bassa, dipende da noi. Una cosa ritengo certa: è molto più semplice odiare che amare, odiare è il sentimento più facile che possa esistere e forse è anche da codardi... amare, invece, quello sì che è difficile!
Sarò una sognatrice, sarò una stupida, sarò un'ingenua, sarò una che non sa assolutamente niente della vita, sarò una povera fessa che crede che una soluzione si trova sempre, sarò una testarda, sarò un'eterna bambina, sarò qualsiasi cosa voi vogliate, ma al momento non riesco ad odiare nessuno!

p.s.le Olimpiadi sono finite, avrei voluto dedicare un intervento ma il medagliere dell'Italia è così misero (solo cinque mediaglie: un oro, un argento e tre bronzi) che ho preferito lasciar perdere... speriamo di rifarci in Sochi 2014!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...