venerdì 5 marzo 2010

Invictus



TRAMA: Il presidente del Sud Africa Nelson Mandela protagonista di un'avventura straordinaria per riunificare il suo paese diviso da anni di apartheid e violenza sociale. Sarà lui ad incoraggiare la squadra di rugby Springbok guidata dal capitano Francois Pienaar a vincere il campionato del mondo nel 1995.

Non mi piace il rugby, non conosco né capisco le regole: quando si è commesso un fallo? E quando l'azione e tutto quel placcaggio è invece regolare? Si danno sempre tre punti o, come per il basket, dipende da dove segni? Boh, non credo che imparerò le regole! Ma per fortuna Invictus non è un film sul rugby ma un pezzo di storia su Nelson Mandela nel tentativo di ricostruire la storia del Sud Africa cercando di annullare le violenze e l'odio tra bianchi e neri a partire da uno sport (ma in fin dei conti, non è questa una delle funzioni dello sport? Nel calcio moderno però viene dimenticato, sembra che crei diversità e odio soprattutto tra i tifosi) perché se si è uniti, se qualcuno crede in te, si ha la forza per andare avanti e superare gli ostacoli: questo vale sia per le nazioni che per le singole persone.
Non il miglior film di Clint Eastwood -ad esempio Gran Torino è stato molto più emozionante-, ma sicuramente da vedere con gli occhi e con il cuore.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...