martedì 11 maggio 2010

L'uomo fiammifero



TRAMA: Simone, un bambino di dieci anni, è costretto a starsene un'intera estate in casa, sotto l’occhio del padre burbero. Fuori: il dolce vento dell’avventura. Dentro: la noia più tetra. Finchè dalla città arriva in paese Lorenza, tredici anni, mistero di occhi verdi. Allora per Simone diventa una questione di vita o di morte evadere da casa e scappare con Lorenza nel suo regno fantastico. Lì - tra amici immaginari che parlano al contrario, vivono al buio sotto il suo letto e giganti nani - i due vanno allora alla ricerca del re di quel serraglio incantato: l'Uomo Fiammifero.

Ieri c'è stata l'anteprima presso il cinema del mio paese de "L'uomo fiammifero", presenziata dal regista Marco Chiarini. Film snobbato dalle grandi case cinematografiche, il regista ha raccontato di come un produttore l'abbia scartato perché il film è stato girato in Abruzzo ma non nelle zone terremotate! Ma Chiarini non ha rinunciato e così il film viene proiettato nei cinema su richiesta, sì avete capito bene, il materiale viene inviato a chi lo desidera proiettare, così funziona la Social Distribution!
L'uomo fiammifero è un film per adulti accompagnati da bambini, come dice Chiarini, per certi aspetti mi ha ricordato Totoro di Miyazaki: una figura positiva che viene visto solo da chi ci crede. Seguite le storie di Simone con i suoi amici immaginari alla ricerca dell'uomo fiammifero, essere capace di realizzare qualsiasi tuo desiderio e, mi raccomando, se andate a vedere il film lasciate a casa l'adulto che è in voi!

p.s. all'uscita dal cinema avrete voglia di girelle inzuppate nel latte!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...