martedì 4 maggio 2010

Parzialmente liberi



Sono stati pubblicati i risultati di Freeedomhouse relativi alla libertà di stampa nel 2010 e l'Italia può essere orgogliosa di aver superato Mongolia, Burkina Faso ma soprattutto il Burundi, l'Italia è felice di essere tra i top 100 -traguardo che sembrava impossibile-, eppure eccoci qui: al 75° posto nonostante Emilio Fede e Minzolini.
Mi sento come il latte, parzialmente libera, con l'unica differenza che qui in Italia non c'è la scadenza e quindi questa situazione durerà ancora a lungo, con gli italiani felici di avere la possibilità di inviare il loro voto al Grande Fratello o ad Amici: forse per chi segue assiduamente la tv è questa la vera libertà!

6 commenti:

  1. Direi che siamo stati valutati con ampio favore, meritiamo molto peggio. Ovviamente oggi nessun quotidiano ne ha parlato....

    RispondiElimina
  2. ma siamo saliti o scesi in classifica?

    RispondiElimina
  3. Bella domanda Marco, ho controllato e siamo scesi di ben due posizioni: http://www.freedomhouse.org/uploads/fop/2009/FreedomofthePress2009_tables.pdf

    RispondiElimina
  4. intanto ieri il premier ha detto che la libertà di stampa è troppa in Italia, sono allibito!

    RispondiElimina
  5. In effetti lui vorrebbe la stampa non libera, per questo ritiene che sia troppa.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...