venerdì 13 agosto 2010

Due partite



TRAMA: Anni Sessanta: una partita a carte per stare insieme. Ogni giovedì pomeriggio quattro amiche si raccontano amori e tradimenti, teorizzando la maternità, la vita e i problemi del matrimonio. Litigano, ridono, parlano con complicità e un po' di cinismo. Trent'anni dopo: le figlie si ritrovano al funerale di una delle madri. Sono le stesse bambine che, durante le partite a carte, giocavano nella stanza accanto. Come le loro madri, si confidano sogni e paure, il tempo che passa, il rapporto con il lavoro, il desiderio di maternità. Sono passati decenni ma l'identità femminile sembra inalterata, nonostante la carriera e l'emancipazione; essere donna significa oggi come allora energia, allegria, fatica e dolore.

Un cast eccezionale per un film eccezionale!! Due partite mi è piaciuto, in particolar modo la prima parte con Paola Cortellesi, Margherita Buy, Isabella Ferrari e Marina Massironi nel ruolo di madri negli anni Sessanta: raccontano le loro vite in maniera leggera, non banale e piacevole per un pubblico non abituato solo ai cinepanettoni!
Ottima prova per le otto attrici, soprattutto per Paola Cortellesi: ha interpretato un ruolo che potrebbe sembrare quello meno adatto a lei, Sofia è la meno comica del primo quartetto eppure Paola è riuscita a interpretare il ruolo egregiamente.
Aggiungo che questa pellicola è tratta dalla omonima rappresentazione teatrale di Cristina Comencini e anche nel film si aveva l'impressione di essere andati a teatro e non al cinema (il 99,95% della storia è ambientata nella stessa stanza)!

2 commenti:

  1. MI piace...lo vedrò presto

    RispondiElimina
  2. l'ho visto oggi: m'è piaciuto molto! Per una volta Margherita Buy non ha avuto la parte di quella che piange sempre, la Cortellesi perfetta!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...