venerdì 24 settembre 2010

La solitudine dei numeri primi (film)



TRAMA: Dal romanzo premio Strega di Paolo Giordano. I numeri primi sono divisibili soltanto per uno e per se stessi. Sono numeri solitari e incomprensibili agli altri. Alice e Mattia sono entrambi “primi”, entrambi perseguitati da tragedie che li hanno segnati nell'infanzia: un incidente sugli sci per Alice, che le ha causato un difetto a una gamba, la perdita della sorella gemella per Mattia. Quando, da adolescenti, s'incontrano nei corridoi di scuola, riconoscono il proprio dolore l'uno nell'altra. Crescendo, i loro destini s'intrecciano in un'amicizia speciale, finché Mattia, laureatosi in fisica, non decide di accettare un posto di lavoro all'estero. I due si separano per molti anni e sarà una sequenza di eventi a ricongiungerli, per riportare in superficie una quantità di emozioni mai confessate e costringere Alice e Mattia ad affrontare la domanda delle loro esistenze: due numeri primi potranno mai trovare un modo per essere insieme?

Visto "La solitudine dei numeri primi"... per fortuna ho letto il libro, altrimenti molti passaggi mi sarebbero del tutto incomprensibili e non capirei la personalità e le scelte dei protagonisti!! Ottima prova per gli attori, soprattutto per Alba Rohrwacher (sempre più brava!) e Filippo Timi nel ruolo del clown (mamma mia che sguardo, mi ha fatto veramente paura!), bravo anche il regista... ma del film purtroppo non resta altro (neppure i dialoghi, a volte la musica copriva le parole).

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...