giovedì 16 settembre 2010

Somewhere



TRAMA: Johnny vive a Hollywood nel leggendario hotel Chateau Marmont. Se ne va in giro sulla sua Ferrari e casa sua è un flusso continuo di ragazze e pasticche. Totalmente a proprio agio in questa situazione di torpore, Johnny vive senza preoccupazioni. Fino a quando giunge inaspettatamente allo Chateau la figlia undicenne, Cleo, nata dal suo matrimonio fallito. Il loro incontro spinge Johnny a riflessioni esistenziali, sulla sua posizione nel mondo e ad affrontare la questione che tutti dobbiamo affrontare: quale percorso scegliere nella nostra vita?

Film molto lento ma anche molto intimo! Sarà che sono ormai abituata a vedere qualsiasi -o quasi- genere di film, ma la lentezza delle scene e delle riprese non mi hanno pesato minimamente, e poi diciamocelo: la vita talmente monotona e abitudinaria di Johnny poteva essere raccontata diversamente? Ogni giorno gli stessi gesti, le stesse emozioni, le stesse persone, tanto che la noia nella vita dell'attore diventa normalità e parte integrante della vita stessa, finché non arriva la figlia Cleo a cambiare questo stato apatico!
Non promuovo a pieno questo film, ma non lo boccio neppure, Lost in translation e Marie Antoinette sono molto più interessanti!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...