venerdì 22 ottobre 2010

I precari non hanno diritto alla pensione



Secondo questo articolo, i contributi pagati dai precari servono esclusivamente a garantire le attuali pensioni e non la propria pensione futura; motivo per il quale se si chiede una simulazione, questa viene respinta perché, come afferma il presidente dell'INPS "se dovessimo dare la simulazione della pensione ai parasubordinati rischieremmo un sommovimento sociale"! Trovo alquanto tragico questo passaggio: 
"I precari, i lavoratori parasubordinati come si chiamano per l'INPS gli "imprenditori di loro stessi" creati dalle politiche neoliberiste, non avranno la pensione. Pagano contributi inutilmente o meglio: li pagano perché l'INPS possa pagare la pensione a chi la maturerà. Per i parasubordinati la pensione non arriverà alla minima, nemmeno se il parasubordinato riuscirà, nella sua carriera lavorativa, a non perdere neppure un anno di contribuzione.L'unico sistema che l'INPS ha trovato per affrontare l'amara verità, è stato quello di nascondere ai lavoratori che nel loro futuro la pensione non ci sarà, sperando che se ne accorgano il più tardi possibile e che facciano meno casino possibile." 

Dopo il futuro semplice e futuro anteriore, sarà meglio insegnare subito che esiste anche il futuro precario!!

2 commenti:

  1. gran bel intervento Federica! ^_^
    questa situazione è davvero preoccupante, non abbiamo la possibilità di un posto fisso e quello che riusciamo a trovare lo possiamo perdere da un giorno all'altro. La situazione futura sarà tragica. Cavolo che situazione tosta da affrontare!

    RispondiElimina
  2. Sembra una situazione senza via d'uscita per noi giovani, sempre più costretti a vivere all'ombra dei propri genitori -e poi c'è chi ci dà dei bamboccioni...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...