giovedì 2 dicembre 2010

Abolizione vitalizio dei parlamentari, vince il no



Il 21 settembre 2010 il deputato Antonio Borghesi dell’Italia dei Valori ha proposto l’abolizione del vitalizio che spetta ai parlamentari dopo solo 5 anni di legislatura, in quanto tale trattamento risulta iniquo rispetto a quello previsto dai lavoratori che devono versare 40 anni di contributi per avere diritto ad una pensione.
Secondo voi avrà vinto il "sì, togliamoci il vitalizio, i cittadini prima di tutto" oppure il "no, io ho lavorato duramente senza scioperare e ho dunque diritto al vitalizio"? Come avete fatto a indovinare? Avete sbirciato la soluzione?

Presenti 525
Votanti 520
Astenuti 5
Hanno votato sì 22
Hanno votato no 498

Ovviamente non ho sentito la notizia in tv ma su Internet! W l'informazione libera!

2 commenti:

  1. Visto che loro votano per decidere i fatti nostri (e lo fanno male!), in occasioni come queste non sarebbe il caso che fossimo noi a scegliere con un bel referendum?

    RispondiElimina
  2. Anna, questa idea è molto interessante, io farei un referendum per il referendum! Scherzi a parte, hai perfettamente ragione: migliorando i nostri rappresentanti politici, dovrebbe migliorare l'intero Paese... o no?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...