lunedì 31 gennaio 2011

Qualunquemente



TRAMA: Perché Cetto La Qualunque torna in Italia dopo una lunga latitanza all'estero? E' stata una sua scelta? O qualcuno trama nell'ombra? Con lui rientrano anche una bella ragazza di colore ed una bambina di cui non riesce a ricordare il nome: la sua nuova famiglia. Al ritorno in patria Cetto ritrova il fidato braccio destro Pino e la famiglia di origine: la moglie Carmen e il figlio Melo. Ovviamente far convivere il tutto non sarà facile. I suoi vecchi amici lo informano che le sue proprietà sono minacciate da una inarrestabile ondata di legalità che sta invadendo la loro cittadina. Le imminenti elezioni potrebbero avere come esito la nomina a sindaco di Giovanni De Santis, un “pericoloso” paladino dei diritti. Così, Cetto, dopo una lunga e tormentata riflessione in compagnia di simpatiche ragazze non ha dubbi e decide di “salire in politica” per difendere la sua città. La campagna elettorale può cominciare.

Come commentare questo film? Non c'è molto da dire, è fin troppo veritiero e alcune scene richiamano molto la realtà: l'evasione fiscale, la vita lussuriosa, la donna non è donna se non è prosperosa, la maleducazione, il farcela a tutti i costi e a qualsiasi mezzo, le promesse elettorali, il continuo vivere nell'illegalità considerandolo un fatto normale, eccetera eccetera! 
Non so voi, ma a un certo punto avevo l'impressione di vedere non un film ma un documentario sull'attuale condizione italiana! Prendiamo, ad esempio, il dibattito televisivo: non vi è sembrata una normale puntata di Porta a porta con il conduttore chiaramente schierato e che fa chiudere il microfono a uno dei candidati sindaci (Bruno Vespa fece lo stesso con Rosy Bindi, ricordate?). Ci dovremmo vergognare e in effetti si è molto indecisi se qualunquemente piangere o qualunquemente ridere!

p.s. giovedì, al cinema, andrò a vedere..... Barbra Streisand uhuhuhuhuhuhuhuh! No no, risposta sbagliata, niente Barbra!! Su youtube ogni giorno escono video con quella canzone tormentosa -ok, ammetto che all'inizio li criticavo molto, ma alla fin fine anch'io mi sono fatta prendere dalla BarbraStreisand-mania-! Torno seria, se mi ci riesce... il lupo ululà ma io giovedì andrò ululì a vedere FRANKENSTEIN JUNIOR, ho già acquistato i biglietti!!
p.p.s per ululì intedo il cinema :)

Be yourself, no matter what they say



Questo è un post che ho preparato tanto tempo fa, ma non ho mai voluto pubblicare perché... perché boh, non lo so, voi non avete fatto mai niente senza motivo? Oggi ho trovato la bozza tra i miei documenti, l'ho letta, mi sono trovata d'accordo con me stessa -e meno male, se mi fossi opposta mi sarei tenuta il muso per non so quanto tempo- e ho deciso di pubblicarlo, così, per il puro piacere di farlo! Ah, il titolo del post è ovviamente una frase di "Englishman in New York" di Sting.

Pensiero semiprofondo della settimana: si dice che il mondo è bello perché vario... vero, verissimo! E' questo il bello: io sono io nonostante i miei pregi e i miei difetti -più i pregi che i difetti eheheheh- e tu che mi stai leggendo sei semplicemente tu con tutte le tue caratteristiche... mi spiegate perché si dovrebbe cambiare il proprio io interiore? Solo gli idioti pensano che una persona debba essere se stessa solo se ci si adatta a chi ci sta vicino (o pseusovicino), non so se mi sono spiegata: nessuno dovrebbe cambiare i propri comportamenti solo per cercare la simpatia o la stima di qualcuno, credo che nel mondo si riesca a trovare qualcuno anche se rimani te stesso -io ho trovato la felicità grazie a quelli che altre persone potrebbero definire diversità-. Non sto dicendo che un assassino debba rimanare un assassino, mi riferisco a piccoli dettagli, come per esempio... boh... il primo che mi viene in mente: se tu, caro lettore, ogni settimana vai in edicola per comprare Topolino, dovresti vergognarti? No, ovviamente! Se qualcuno ti deride per questo, dovresti sentirti inferiore? Altrettanto ovviamente no, dovrebbe essere colui che deride a sentirsi una merda! Voglio citare Eleanor Roosevelt per concludere: "nessuno può farvi sentire inferiore senza il vostro consenso".

sabato 29 gennaio 2011

Dubbio musicale n. 19



Chiedo perdono, chiedo venia, purtroppo sabato scorso ero impegnata e quindi non ho potuto inserire il nuovo dubbio musicale... Espiazione su me!!
Ma niente paura, per farmi perdonare il dubbio di oggi sarà facilissimo, infatti la sigla spagnola di Holly & Benji, anzi Oliver y Benji è identica a... identica a... vabbè, me lo dite voi! Non penso che il plagiato sarà felice di essere stato derubato, in fin dei conti tra colleghi non si dovrebbero fare questi torti!!

Ricordiamo la classifica generale:

Marco: 6 punti
Mery: 5 punti
Momo: 3 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

Buon ascolto!

venerdì 28 gennaio 2011

Train de vie



Una caratteristica della Seconda Guerra Mondiale è la pazzia: uccidere quasi sei milioni di persone senza motivo, solo per razzismo ed odio, è da pazzi; odiare quasi sei milioni di persone -e più- senza motivo, solo per seguire le ideologie di un pazzo è da pazzi; cercare di risolvere problemi inesistenti in qualsiasi modo anche a costo di annullare la propria coscienza è da pazzi! Come sopravvivere a tale pazzia? Semplice, basta affidarsi alle idee di un pazzo!
E così un intero villaggio decide di scappare per evitare di essere catturati con un finto convoglio travestendosi da deportati e da ufficiali nazisti! Durante il lungo viaggio non mancheranno problemi quali incontri con veri tedeschi, ebrei comunisti, ebrei nazisti comunisti, ebrei nazisti comunisti fascisti (sto esagerando), deportati evasi dalla locomotiva e tanto altro! Riusciranno a raggiungere la Palestina ed essere così liberi? Lascio a voi la risposta o, meglio ancora, la visione nel caso non abbiate visto questo piccolo capolavoro!

mercoledì 26 gennaio 2011

La canzone del Trio Drombo... in italiano



Venerdì uscirà nei cinema italiani Yattaman - il film, pellicola che spero di vedere su grande schermo perché lo immagino trash, ma così trash che so già che mi piacerà -o potrebbe anche rivelarsi una schifezza, ma vorrei comunque dargli una possibilità, considerando che sono ben pochi i film giapponesi che arrivano nel nostro continente-.
E voi andrete a vederlo se arriva nei vostri cinema o comunque nei paesi limitrofi?

Nel frattempo una piccola anteprima con la canzoncina del Trio Drombo con relativi doppiatori italiani -l'incredibile Debbi alias Debora Magnaghi, Pietro Ubaldi e Luca Bottale- che sembrano davvero divertirsi.

martedì 25 gennaio 2011

Cineforum: Train de vie



Giovedì 27 gennaio sera -intorno alle 21- per la giornata della Memoria, per ricordare l’Olocausto e le vittime innocenti, vedremo Train de vie, uno dei pochi film sull’argomento che, oltre a farci pensare, riesce pure a far ridere.

Vedrete un intero villaggio ebraico che per sfuggire ai nazisti organizza un treno con finti deportati e finti soldati; oltre a loro ci saranno comunisti, partigiani, zingari…Un casino, non immaginate quanto,  ma con un finale agghiacciante.

Ci si incontra su Cinetvforum per discutere in tempo reale. Vi aspetto!

lunedì 24 gennaio 2011

Repubblica fondata sulla gnocca



Ieri la nostra Lucianina a "Che tempo che fa" è stata fenomenale dicendo una verità ormai diffusa: la repubblica italiana non è più fondata sul lavoro ma bensì sulla gnocca e soprattutto sulla Iolanda!

Ah, per tutti quelli che pensano che il caso Ruby ed escort sia una congiura nei confronti di Berlusconi, mi associo alla SPCSNPTS (Se Pensi Che Sia Normale Portaci Tua Sorella) della Littizzetto e vediamo se siete tranquilli!

venerdì 21 gennaio 2011

L'eleganza del riccio


TRAMA: Siamo a Parigi in un elegante palazzo abitato da famiglie dell'alta borghesia. Dalla sua guardiola assiste allo scorrere di questa vita di lussuosa vacuità la portinaia Renéè, che appare in tutto e per tutto conforme all'idea stessa della portinaia: grassa, sciatta, scorbutica e teledipendente. Invece, all'insaputa di tutti, Renée è una coltissima autodidatta, che adora l'arte, la filosofia, la musica, la cultura giapponese. Poi c'è Paloma, la figlia di un ministro ottuso; dodicenne geniale, brillante e fin troppo lucida che, stanca di vivere, ha deciso di farla finita (il 16 giugno, giorno del suo tredicesimo compleanno, per l'esattezza). Fino ad allora continuerà a fingere di essere una ragazzina mediocre e imbevuta di sottocultura adolescenziale come tutte le altre.
Due personaggi in incognito, quindi, diversi eppure accomunati dallo sguardo ironicamente disincantato, che ignari l'uno dell'impostura dell'altro, si incontreranno solo grazie all'arrivo di Monsieur Ozu, un ricco giapponese, il solo che saprà smascherare Renée e il suo antico, doloroso segreto. [fonte: risvolto copertina]

Come si nota leggendo la trama, sembra che la finzione sia un elemento caratteristico del libro: le due protagoniste non sono quello che apparentemente potrebbe sembrare. Prendete Renée, per esempio: "vedova, bassa, brutta, grassottella, ho i calli ai piedi e, se penso a certe mattine autolesionistiche, l'alito di un mammut", nella gerarchia sociale, la portinaia si trova al di sotto dei ricchi borghesi e quindi dovrebbe essere pigra e sciatta il cui unico hobby sono le soap opera! E invece no: Renée adora leggere libri di qualsiasi genere, con una speciale predilezione per Tolstoj, e bere il tè; peccato che Renée faccia di tutto per nascondere questi aspetti così nobili, almeno finché non sarà scoperta da Kakuro Ozu, il nuovo coinquilino...

Apparantemente banale e adolescenziale, "L'eleganza del riccio" parla in realtà dell'odierna società in maniera semplice e al contempo profonda ma soprattutto ironicamente -elemento ormai fondamentale per uno evitare di prendersi troppo sul serio due evitare di essere schiacciati dalle differenze sociali perché al giorno d'oggi esistono ancora e tre vivere in maniera allegra e spensierata-.
Lasciatevi incantare dai racconti di Renée e dal diario del movimento del mondo di Paloma, vi ritroverete a riflettere insieme a loro su come sia strana la nostra società . Libro consigliatissimo a chiunque.

giovedì 20 gennaio 2011

500


Più dei punti sulla patente, più dei profeti di Gesù, più delle particelle di sodio dell'acqua Lete, più dei desideri del genio della lampada, più delle piccole donne, più delle meraviglie del mondo, più dei ladroni di Alì Babà, più del vocabolario di Gasparri, più dei voti ottenuti dalla Santanché, più delle Fiat vendute nel 2010 da Marchionne, più delle ragazze di Berlusconi (forse), questo è il cinquecentesimo post del mio blog! Congratulazioni Componente Instabile!!

mercoledì 19 gennaio 2011

Buon appetito



Non so da voi ma qui sono quasi le 13 e quindi vi auguro "buon appetito"... o "buona digestione", nel caso abbiate già pranzato!

martedì 18 gennaio 2011

Benvenuti al Sud vs. Giù al Nord


 
vs.



Copio e incollo le parole di Anna Nihil per questi due film perché descrive perfettamente i miei pensieri: sono uguali, perfino la frase più famosa di "Benvenuti al Sud" è copiata ossia "Quando uno straniero viene a vivere al nord, raglia due volte: quando arriva e quando riparte" (raglia fa parte di uno strano dialetto locale per dire piange) diventa "Quando un forestiero viene al sud piange due volte: quando arriva e quando parte"... sono uguali! Le stesse battute, le stesse situazioni, tutto tutto tutto copiato... sono uguali!! E' chiaro che sono uguali, vero?

Però, come scrive Anna, magari, per essere generosa, potrei dire che la nostra è una fotocopia dai colori più vivaci. Bisio e Siani sono stati molto bravi. Si percepisce molto di più, rispetto al film francese, l'amore crescente per un luogo all'inizio disprezzato a suon di pregiudizi. O forse sono solo io che, da italiana, mi sono sentita più coinvolta.
Condivisibile la morale di questo film: basta con i luoghi comuni, impariamo a conoscerci!

lunedì 17 gennaio 2011

Povera Italia



Berlusconi ieri ha dichiarato a Studio Aperto (perché non a Forum?), per difendersi da tutte le accuse, di non aver mai pagato donne ma soprattutto di avere un rapporto stabile con una donna da quando si è lasciato con Veronica Lario. 
E' vero, questa volta Silvio ha ragione ma in parte, ha una donna ma ben prima di conoscere la Lario: il suo nome si chiama Italia con cui hai un rapporto stabile da almeno 17 anni... e non vi racconto cosa il presidente combina alla povera Italia e preferisco non entrare nei dettagli perché sicuramente sapete quanto la triste Italia sia costretta a scendere in basso per soddisfare tutti i bisogni del suo "compagno" -ihihihih Berlusconi compagno, sembra un comunista-.

h. 13.46, aggiornamento off-topic: oggi in Puglia sembra primavera: c'è un sole bellissimo e caldissimo, sul balcone si sta veramente bene ed è l'ideale per rilassarsi un po'; in casa fa più freddo rispetto a fuori!

domenica 16 gennaio 2011

I fatti dei blogger


Amici blogger e non, e beh? Cosa ci fate qui di domenica? Forse non è chiaro: per un po' non scriverò di domenica, è inutile che vi presentiate, non trovate niente! 
Vabbè, ormai siete qui, non posso lasciarvi a bocca asciutta e quindi, cari blogger, voglio farmi i fatti vostri! Sì, sarete voi a scrivere o meglio a rispondere a questo questionario trovato sul blog di Mery:

1. Da quanto tempo hai un blog?
2. Indirizzo?
3. Titolo?
4. Quale piattaforma utilizzi?
5. Lo aggiorni spesso?
6. Perchè lo hai aperto?
7. Cosa rappresenta per te?
8. Chi lo legge?
9. Ti piace ricevere commenti?
10. Quante volte al giorno controlli le statistiche?
11. Prima di scrivere un articolo pensi a come fare colpo?
12. Hai mai lasciato un commento per ricevere in cambio la cortesia?
13. Quanto vuoi metterti in mostra?
14. Hai mai pensato di chiudere il tuo blog?
15. Perchè tenere un blog?

Le mie risposte:

1. Dal 9 maggio 2009
2. http://componenteinstabile.blogspot.com/
3. Componente instabile… credo che mai titolo fu più azzeccato dato che non ho un argomento fisso
4. Prima utilizzavo Windows Live Spaces, ma sono scappata per disperazione perché troppo ristretto ad utenti hotmail, adesso sono su Blogspot e mi pento di non averlo scelto prima
5. Se possibile ogni giorno
6. Perché mi piaceva l’idea di scrivere qualsiasi cazzata, rileggerla e scoprire che c’è gente più pazza di me che lo apprezza!!
7. Una sorta di diario personale ma non intimo dove scrivere qualsiasi pensiero
8. E’ aperto a tutti
9. A chi non piace?
10. Mai, però controllo spesso se ci sono nuovi commenti
11. No, non sarei sincera, io faccio colpo così come sono :P
12. No, quasi mai
13. Molto, come tutti i bloggers
14. Sacrilegio!!!
15. Perché è un bellissimo stimolo mentale nonché un possibile scambio pacifico di opinioni con il resto del mondo.

sabato 15 gennaio 2011

Dubbio musicale n. 18



Oggi è sabato, domani non si va a scuola, ma non mi importa ho finito da un bel pezzoooooo... ehm?... Ah, ciao ragazzi, siete già qui? Siete arrivati presto!!... Come, sono io in ritardo?... Uuuuu, sempre a lamentarvi, ma prendete la vita con più montana perché le mucche fanno mu ma una fa muu muu... e il coccodrillo? Booooh! Il coccodrillo come fa papapara, non c'è nessuno che lo sa, papapara!!
Ok ok, basta, benvenuti alla puntata odierna de "Il dubbio musicale", nella puntata precedente Mery si porta al secondo posto indovinando



Mai pubblicità fu più azzeccata dato che spesso ci ricordiamo qualche immagine, il motivetto, gli attori o chennesoio ma mai la marca, ma in questo caso cantando



ci ricordiamo tutto: la canzoncina, il deficiente, tutto, e soprattutto la marca!!! E nel caso non vi sia ancora entrato in testa il motivetto, risentiamolo:



Scommetto che oggi non farete altro che canticchiarla!! ^_^
Basta, indovinate il nuovo dubbio musicale che riguarda un gruppo emergente -credo-, gli Allo darlin', e in particolare il loro ultimo brano, "My heart is a drummer".

Ricordiamo la classifica generale:

Marco: 6 punti
Mery: 4 punti
Momo: 3 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

Buon ascolto!

venerdì 14 gennaio 2011

My TopTen: Classici Disney



Nel periodo natalizio hanno trasmesso tanti di quei lungometraggi animati -Disney e non- che non ne ho visto neppure uno, solo il finale de "L'incantesimo del lago" con Bruce Lee in uno strano momento di calma e quiete (sappiate che la magia del Natale non vale per i gatti, mordicchioni erano e mordicchioni rimangono!).
Ho voglia di scrivere altre classifiche personali e soprattutto contestabilissime -aderisci anche tu all'iniziativa "contestiamo la classifica per il puro piacere di contestare anche se non abbiamo assolutamente nulla da contestare" oppure "il prossimo polemico potresti essere tu", non c'è nulla in palio ma vuoi mettere la soddisfazione!-.
Basta fesserie e iniziamo con la posizione numero 10!

10° POSTO - Aladdin) Come non lasciarsi incantare dalle notti d'Oriente?




9° POSTO - Lilli e il vagabondo) Ovviamente con il doppiaggio originale, recentemente è stato ridoppiato con le voci di Claudio Amendola e Margherita Buy (se ricordo bene) e non capisco per quale motivo bisogna cambiare le voci storiche! Aaaah, guardando Lilli e il vagabondo si capisce com'è dolce sognar e lasciarsi cullare nell'incanto della notte!



8° POSTO - La spada nella roccia) Personaggi stupendi: Anacleto, Merlino, Maga Magò, Semola; dialoghi simpatici; duelli magici! Sigh, rivoglio i grandi classici al cinema!



7° POSTO - Alice nel paese delle meraviglie & Dumbo) A parimerito abbiamo due film degli anni '40/'50, due film così diversi ma così straordinari: visionario il primo, commovente il secondo, ma come si fa a decidere chi far prevalere? Io non ci riesco e quindi tadah, stessa posizione!





6° POSTO - Il re leone & Bambi) Due storie tristi, due perdite di genitori, due scene tragiche, Simba e Bambi hanno un destino comune... film caratterizzati dalla totale assenza di umani e dalla grande quantità di fazzoletti consumati, non si possono separare e quindi sesto posto per entrambi!






5° POSTO - Fantasia) Altro film geniale della Disney: la musica classica trasformata in immagini e storie, uno spettacolo per occhi ed orecchie da vivere e rivivere!



4° POSTO - Trilogia di Toy story) Scusatemi ma mi piacciono tutti e tre, so che il terzo capitolo è recente ma preferisco inserire l'intera trilogia la cui bellezza va verso l'infinito ed oltre!



3° POSTO - La bella e la bestia) Altro classico Disney divenuto famoso per la colonna sonora e non solo: il coraggio di Belle e l'umanità della bestia rimangono nel cuore di grandi e piccini -più grandi che piccini, secondo me!-, "La bella e la bestia" sorprende come il sole ad est!



2° POSTO - Pocahontas & Mulan) Forse per qualcuno aver inserito "Pocahontas" e "Mulan" sopra "La bella e la bestia" può essere un sacrilegio, ma questi due film mi coinvolgono maggiormente, li guarderei ogni giorno senza stancarmi. Il podio di questa classifica ospita donne molto coraggiose!





1° POSTO - La sirenetta) Non poteva non esserci Ariel sul gradino più alto del podio, il primo film che ho amato della Disney, una storia d'amore che va al di là dell'aspetto fisico: lui con le gambe, lei con le pinne; lui in superficie, lei in fondo al mar... l'amore supera davvero qualsiasi differenza!



Come avrete notato, con la scusa dei parimeriti ho inserito ben più di dieci film Disney, ma con quale coraggio potevo ignorare alcuni di questi grandi classici?
Fatemi sapere le vostre opinioni,
ciaooooooo!!

giovedì 13 gennaio 2011

Fulmine al rallentatore



Cosa dire dei fulmini? Sono veramente affascinanti e misteriosi, mi piacevano fin da quando ero piccola e col passare del tempo non ho cambiato opinione! Guardate il video qui sopra, non è stupendo? Come scritto in un commento, "il filmato è vero. La scarica elettrica avviene perchè si formano dei canali di elettroni a noi invisibili per la velocità dell'evento. Quando uno di questi tocca il suolo (o la nube a seconda dell'energia del temporale) scocca il fulmine. Il filmato è esauriente e ci mostra come nasce e si sviluppa questo evento." 
La natura è davvero uno spettacolo emozionante, tutto quel che ci regala è meraviglioso -zanzare a parte-!

martedì 11 gennaio 2011

Che bella giornata



TRAMA: Dopo esser riuscito a ottenere un lavoro come inserviente alla sicurezza nel Duomo di Milano, Checco, a seguito di una serie di equivoci, conosce sul posto di lavoro Farah, una donna che lo introduce nel mondo dell’Islam.

E bravo Checco, una validissima alternativa ai cinepanettoni in cui la comicità supera la volgarità, non mi stupisco che abbia superato qualsiasi record tra i film di Natale e non: 18,6 milioni di euro in cinque giorni, sale stracolme, spettacoli annullati per Zalone (è capitato a me l'altro giorno: ho dovuto rimandare la visione di Tron Legacy di alcune ore perché hanno annullato i primi due spettacoli... maledetti!), gente contenta e felice!

Se vi è piaciuto Cado dalle nubi, non perdete il secondo film di Luca Medici alias Checco Zalone. In alcune scene ho pianto dalle risate, come ad esempio quando Checco prende la telefonata di Farah, è stato impossibile non ridere!
Se fuori piove o c'è nebbia o qualsiasi cosa, per Checco Zalone è una... bella giornata!

lunedì 10 gennaio 2011

Tron legacy



TRAMA: Sam Flynn, un ventisettenne esperto di tecnologia, indaga sulla scomparsa di suo padre Kevin e si ritrova catapultato nello stesso mondo di crudeli programmi e giochi di gladiatori in cui il genitore ha vissuto per 25 anni. Insieme a Quorra, la leale amica di Kevin, padre e figlio si ritrovano in un viaggio fra la vita e la morte, attraversando uno spettacolare universo cibernetico estremamente avanzato e pericoloso.

Che dire di questo film? Non molto, anzi niente perché merita di essere visto soltanto ed esclusivamente per i "giochi" accompagnati dalle musiche dei Daft Punk, dunque per 10-15 minuti su 127; avevo alte aspettative, quasi tutte deluse! 
Se Tron del 1982 è stato un film innovativo, con effetti speciali spettacolari per l'epoca e sembrava davvero di essere entrati in una rete informatica, questo sequel perde tutte le caratteristiche che hanno reso celebre Tron! Ok, la componente visiva di questo film è eccellente come nelle già citate scene di "giochi-combattimenti", ma non basta, persino i colpi di scena sono prevedibilissimi (es. ero sicura che dietro quel casco che dovrebbe far presagire chissà cosa c'era Tron che ci tengo a sottolineare che non è un programma creato da Flynn padre, ... fidatevi, non vi ho rivelato niente!).
Nonostante Tron abbia quasi 30 anni, vince in spettacolarizzazione ed effetti speciali su questo film del 2010.

domenica 9 gennaio 2011

Fumerletta n. 100


Anno nuovo, vita nuova e blog quasi nuovo!! Oltre ad aver cambiato il layout, ho deciso che la rubrica settimanale della domenica, ossia le Fumerlette, subirà una chiusura anticipata di una trentina di post per due motivi:
- scarso feedback da parte dei lettori;
- scarsi personaggi a disposizione, stavo arrivando a un punto critico in cui le fumerlette sarebbero diventate un'alternarsi tra Lupo Alberto, Dylan Dog, Rat-man, Julia e pochi altri.

Per un po' sfrutterò il settimo giorno per riposarmi, esattamente come milioni di anni fa ha fatto uno ben più importante di me... e se Lui ha sentito la necessità di riposarmi dopo sette giorni, figuriamoci io!! In futuro non escludo di creare una nuova rubrica settimanale, sono indecisa tra:

- "Il film della settimana" in cui vi consiglio (o sconsiglio, dipende) tutti i film che riesco a vedere nell'ambito di una settimana (lo ammetto, ben pochi);
- "Il video della settimana" ossia pubblico un video di Youtube che in qualche modo mi ha particolarmente colpito.
- Entrambi, da definire in futuro maggiori dettagli.



Qui i risultati finora ottenuti:

sabato 8 gennaio 2011

Dubbio musicale n. 17



Benvenuti al primo dubbio musicale "ma come il primo? Siamo a 17, lo hai scritto persino nel titolo!! Sveglia, Sailor Fede, stai perdendo colpi!!" Ma perché? Cosa ho fatto di male per meritarmi utenti così, eppure sono una brava ragazza, non credo di aver fatto niente di male nella vita... Dicevo, primo dubbio musicale del 2011 e iniziamo subito ricordando la classifica generale:

Marco: 6 punti
Momo & Mery: 3 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

Ebbene sì, grazie ai due punti vinti nel dubbio musicale natalizio, Marco sembra voler prendere le distanze da tutti e iniziare una propria corsa personale, riusciranno gli altri a raggiungerlo? Riuscirà Marco a far mangiare polvere agli avversari? Lo scoprirete solo su Componente Instabile!!


Il quesito di oggi, vi avverto, è molto difficile e non mi rispondete dicendo che "Waiting" dei Green Day assomiglia a "Downtown" altrimenti vi tolgo un punto per banalità; il dubbio di oggi è ben più difficile! Buon ascolto!

h. 15.20: aggiornamento: inserisco subito il primo ed unico indizio: la canzoncina plagiante fa parte del mondo della pubblicità!

giovedì 6 gennaio 2011

Vademecum sui saldi



Cosa vi ha porato la Befana quest'anno? Qui i saldi!! Ebbene sì, da oggi in Puglia inizia quel periodo di sfrenato shopping in cui compri qualsiasi schifezza, "tanto è in saldo!"... peccato che pagare trenta euro per uno straccietto che spacciano per scaldacuore non sia proprio un affare! Mi piacerebbe sapere chi fornisce a certi negozi cotanta robba buona, no perché dev'essere veramente raffinata per creare certe idee! A me potrebbe venire in mente, magari, di vendere tutte le mie penne -rigorosamente senza inchiostro- per pezzi unici da collezione e guadagnare così il mio bel gruzzoletto!

Tornando in topic, siete stressati in questo periodo? Avete bisogno di una mano? E' il caso di dire che avete bisogno del mio intervento (ditemi che avete inteso intervento nel suo duplice significato, vi prego!!), infatti voglio darvi alcuni buoni consigli su come affrontare al meglio la dura lotta dei saldi!

Consiglio n. 1: Il vestiario) Il primo punto è fondamentale perché in questi giorni la lotta è spietata, "ne rimarrà solo uno" diceva un immortale -non Berlusconi- e mai parole furono più sbagliate: durante i saldi non rimane niente, perfino la commessa viene presa di mira e portata a casa con il 40% di sconto, borsetta inclusa! Preparate: 
- la vostra armatura in ogni dettaglio, senza tralasciare anzi affinando le punte acuminate a gomiti e ginocchia, indispensabili per eliminare le potenze nemiche;
- l'elmo dotato di occhialini a raggi x per anticipare le mosse avversarie;
- le scarpe con molle giganti per super salti e avere così sotto controllo tutta la situazione.
Nel caso non abbiate un'armatura a disposizione, non disperate, potete optare per la cosiddetta "tuta camaleonte", capace di modificare il colore in base allo sfondo per una perfetta mimetizzazione, o un più pratico mantello di Harry Potter.

Consiglio n. 2: L'armamentario) Granate, fucili, motosega, armi atomiche, scudi planetari, pugni atomici, giavellottoli astrali, cristalli di Luna, fulmini di Pegasus, doppi pugni perforanti ..., non fatevi mancare niente!

Consiglio n. 3: La scelta) Nonostante siate andate in ricognizione la settimana precedente per capire quali magliette, quali pantaloni, quali scarpe, eccetera, verranno a casa con voi, appena entrate in negozio il primo giorno dei saldi la vostra taglia è già finita, sono rimaste solo la xxxxxxxs e la super-mega-maxi-extra-large-large-large-large. Cosa fare? Quali sono i rimedi per prevenire questa sciagura? Mi spiace, ma gli scienziati stanno ancora studiando questo fenomeno e quindi al momento non c'è soluzione!

Consiglio n. 4: I figli) Più che un consiglio, un appello "Federica... presente... Ivana... presente... Marco... presente... Momo... presente... Mery... presente... Anna... presente" Ragazzi, poco gli spiritosi, è un argomento serio! Dicevo.... Mamme, è un consiglio importante e io, Sailor Fede, paladina della legge e della giustizia, sono molto sensibile a certe tematiche: non abbandonate i vostri figli in autostrada! Ogni anno, durante il periodo dei saldi, molti bimbi vengono abbandonati da genitori senza buon senso, convinti che il proprio pargolo rimanga piccolo e non faccia capricci; le pubblicità progresso, le varie iniziative e gli appelli in tv di persone famose sembranon non fermare questo fenomeno in costante aumento! Mi rivolgo al vostro buon cuore: non lo fate, opponetevi, non scegliete la strada più semplice, i bimbi possono donarci calore esattamente come i cani, non abbandonate i vostri figli in tempo di saldi! Se venite beccati rischiate fino a venti anni di galera e 100.000 euro di multa.

Consiglio n. 5: I figli parte 2) Questo consiglio è invece rivolto alle mamme maggiormente rispettose del proprio nido, ma non abbastanza coscienziose o molto ingenue da sottovalutare i rischi dei saldi: le mamme che portano con sè la prole! Mamme, ma siete pazze? Avete scambiato la grappa per acqua? Avete sbattuto la testa? Ma vi rendete conto che può essere rapito?!?!? Ogni anno centinaia di bimbi vengono presi in ostaggio durante i saldi per costringere l'avversaria alla resa: "Se rivuoi tuo figlio, riponi a terra lentamente la borsa che hai in mano e allontanala con un calcio!"... nel migliore dei casi! Mamme, mi ripeto: attenzione ai vostri figli!!!

Bene, spero di esservi stata utile con questo post di pubblica utilità, vi saluto!
Ciaoooooooo!!

mercoledì 5 gennaio 2011

Valentina Giovagnini - Il passo silenzioso della neve



2 gennaio 2009: Valentina Giovagnini, giovane esordiente al festival di Sanremo nel 2003, uno dei migliori talenti tra i giovani esibitasi a Sanremo negli anni Duemila, perde la vita a causa di un incidente stradale all'età di 29 anni.
Sono trascorsi due anni ma io continuo a stimare molto quest'artista e a ricordarla. Ciao Valentina.




Il passo silenzioso della neve
Mi vesto come un angelo che sa
che nelle ali ha nuove libertà
e mi abbandono al gesto di volare via da te
ma non c'è traccia che ti lascerò
non c'è commedia in cui mi applaudirai
il cuore ha il passo silenzioso della neve ormai

Le tue mani mai
il tuo corpo mai
la tua mente mai più
Il tuo nome mai
i tuoi occhi mai
la tua voce mai più

Nessuna estate canterà il tuo addio
da questa spiaggia in bianco e nero ed io
coloro le mie labbra con un'altra identità
Per implorarti di lasciarmi qui
in questo freddo innaturale che
cancella case strade e non ha più pietà per te

Le tue mani mai
il tuo corpo mai
la tua mente mai più
Il tuo nome mai
i tuoi occhi mai
la tua voce mai più

Come sabbia sei nel mio pensiero
aquila che ormai non ha più cielo
e cade in volo

La tua mente mai più
La tua voce mai più
Mai mai più

Le tue mani mai
il tuo corpo mai
la tua mente mai più
Il tuo nome mai
i tuoi occhi mai
la tua voce mai più

Il cuore ha il passo silenzioso della neve ormai

martedì 4 gennaio 2011

Primo post del decennio


Il 2011 è arrivato, il nuovo decennio è iniziato, Federica è tornata e niente sarà più come prima! "sì infatti, sarà peggio!" Suvvia, non siate pessimisti, è da tanto che non ci sentiamo e voi già fate gli antipatici?
Copio Mery inserendo una vignetta di Mafalda per augurare nuovamente a tutti un felice anno nuovo e... si ricomincia!!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...