mercoledì 27 aprile 2011

Colazione da Tiffany/Tempi moderni/La passione di Cristo/Slevin

Quanti film da commentare, direi di non perderci in chiacchiere e partiamo subito!!! Vroooooom!!


“E’ una matta autentica, e sai perché? Perché Holly è convinta di tutte le idiozie che afferma. Intendiamoci, a me è simpatica da morire, su questo non c’è alcun dubbio, ma io ho un’anima da artista, ecco, e se non sei un’artista non la puoi apprezzare perché è un fatto di fantasia, mi sono spiegato?”
Perfettamente, in questo film sono tutti dei matti autentici, basti guardare la scena della festa per rendersene conto (una parte si trova nel trailer qui sopra)!
Colazione da Tiffany è apparentemente semplice e banale, ma ha diversi tipi di lettura come discusso ieri in chat: la complessità dei personaggi: sono tutti egoisti e tutti vermi a modo loro (come fatto notare da CineBlaBla, Doc non è il tipo buono, comprensivo e preoccupato per le sorti della ex consorte come potrebbe apparire, ha comunque approfittato della quattordicenne Lulamae divenuta Golightly dopo il matrimonio, spero ne parli nella sua recensione); la varietà delle situazioni: è una commedia romantica con momenti divertenti, di dialoghi pazzi e di suspense, chi non ha qualche brivido nella scena dei grandi magazzini? Nonostante abbia visto Colazione da Tiffany quelle quindici-venti volte, temo sempre che vengano scoperti dai commessi!!;  musiche capaci di scioglierti il cuore! Colazione da Tiffany è un film completo, difficile non apprezzarlo nonostante si distacchi totalmente dal libro di Truman Capote!
“Want to join me?” dice Audrey nel trailer! E direi proprio di sì, cara Audrey!!



Su cinetvforum avranno già scritto tutto su Tempi moderni (leggerò i vari interventi più tardi per non farmi influenzare etcì dalle altre opinioni), quindi mi limito a "parlare" del bellissimo finale che trovate nel video qui sopra: può succedere qualsiasi cosa, può andare tutto nel peggior modo possibile, ma finché si è insieme e si ha la capacità di sorridere non ci si può ancora considerare sconfitti e nessuna strada, per quanto sconosciuta, può farci arretrare, anzi la si percorre senza paura e senza voltarsi! Grazie Chaplin, questo insegnamento ha settantacinque anni ma riguarda anche i... tempi moderni!



TRAMA: Le ultime 12 ore di Cristo, dall'Orto degli Ulivi (Getsemani) dove Gesù si è recato per pregare, fino alla sua morte. Tradito da Giuda Iscariota, Gesù viene arrestato e ricondotto all’interno delle mura cittadine di Gerusalemme, in cui i sommi sacerdoti lo affrontano, accusandolo di bestemmia e lo processano, condannandolo a morte. Al momento della sua morte la natura si scatena.

Io alcune volte non capisco i critici, ma per niente, è vero che non ho mai studiato la storia del cinema e giudico i film solo col cuore, ma accusare Mel Gibson di antisemitismo mi sembra un tantino azzardato! Per quel che penso, questa è la versione più realista della passione di Cristo perché sicuramente in quegli anni non andavano tanto leggeri con i prigionieri nonché condannati a morte, il crocifisso appeso nelle varie aule scolastiche è la versione edulcorata perché sputi, frustate, corona di spina e quant'altro sono scritti nel Vangelo, non credo che abbiano fatto una semplice passeggiata con la croce, magari ammirando il paesaggio, e poi abbiano crocifisso Gesù! No, credo proprio che bisogna versare molto sangue nella Passione e Mel Gibson l'ha fatto!
Come scritto precedentemente, credo in Dio ma non nella Chiesa (una delle istituzioni più corrotte di tutti i tempi) e quindi ho visto questo film da un punto di vista prettamente religioso: ho pensato quanto Gesù abbia sofferto molto per togliere i peccati del mondo... e ho pensato che abbia sofferto inutilmente perché, anche dopo la resurrezione, nel mondo continuavano ad esistere gli stessi identici peccati!! Ho pensato come avrei reagito io se fossi vissuta nell'anno 0 e avrei vissuto la vicenda dal vivo... e sinceramente non so proprio da che parte mi sarei schierata, è facile adesso decidere con tutta la tranquillità e con una mentalità diversa meno fondata sulla paura!! E ho ringraziato soprattutto di essere nata in un'epoca in cui non si vive con la paura di essere perseguitati per qualsiasi motivo, anche per un semplice pensiero, solo adesso si può dire e scrivere tranquillamente le proprie opinioni!
Film da vedere solo se siete forti di stomaco, molte scene sono cruenti!!



TRAMA: New York. A causa di uno scambio di identità Slevin rimane coinvolto nella guerra ordita da due capi criminali acerrimi nemici: Il Rabbino e Il Boss. Slevin è costantemente sorvegliato dall'inflessibile Detective Brikowski e dallo scellerato assassino Goodkat. Per riuscire ad uscirne vivo Slevin dovrà tramare un'ingegnosa congiura. 

Un bellissimo film con una trama interessante, un ottimo cast all'altezza del proprio personaggio, dialoghi meravigliosi e molto ironici (viva la mossa Kansas City) e 110 minuti che volano. Consigliatissimo!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...