lunedì 13 giugno 2011

Al quorum non si comanda



Nonostante la decisione di dividere referendum ed amministrative, nonostante le date sbagliate di tg1 e tg2, nonostante il tempo che invitava ad andare al mare, nonostante Berlusconi abbia dichiarato di non andare a votare HA VINTO IL SI'!! Au au au!!! Questa non è Sparta, ma meglio: questa è l'Italia migliore, l'Italia coraggiosa, l'Italia che lotta, l'Italia che dimostra che non si può giocare con le nostre vite solo per i propri interessi e per il bunga bunga, l'Italia che è stanca di essere lo zimbello di tutti, l'Italia che non si piega, l'Italia che alza la propria voce, l'Italia che sogna un futuro... questa è l'Italia che vuole vivere!!!

Diciamo addio all'acqua privata, al nucleare, al legittimo impedimento (sperando che non si inventino qualcos'altro)... e spero anche a Berlusconi!!  Ah, ma tra vent'anni non ci sarà un nuovo referendum come per il nucleare, vero?


3 commenti:

  1. l'inizio di una nuova Italia!!!!!!

    RispondiElimina
  2. ...i social networks hanno fatto ancora la differenza! Erano anni che non si raggiungeva un tale risultato! come va Silvio? brucia? mè mo vattin'!!!

    RispondiElimina
  3. Marco, non esageriamo: non è che dobbiamo dare tutto il merito ai social network per la vittoria sui referendum, la rete non è formata solo da facebook & Co, facilita sì il passaparola ma una cosa è cliccare su "Mi piace", un'altra è recarsi alle urne!! E poi bisogna dire grazie anche alle varie associazioni e partiti che si sono impegnati anche con manifestazioni, cartelli e altro!

    Approffitto di questo commento per salutarvi per davvero, domani parto e lunedì 20 riprendo la mia normale vita da blogger, anche con la visita di tutti gli altri blog che ultimamente sto trascurando! Scusatemi, mi rifarò!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...