martedì 7 giugno 2011

Erica Mou - Giungla



So che scrivo sempre queste precisazioni ma sono importanti: la tv ci fa conoscere talenti che talenti non sono, ci fa ascoltare musica che musica non è, ci fa adorare canzoni che canzoni non sono... per Giove, sì, sono canzoni, ma banali e inutilmente gridate, alcune volte sembra di ascoltare un concerto di scimmie urlatrici e non un brano che dovrebbe elevare lo spirito!
Erica Mou -per sua fortuna- si distacca da questo genere, è una giovane cantautrice pugliese che si è esibita a Roma durante il concerto del primo maggio e che ha dimostrato di saperci fare. Può migliorare, ma l'inizio è buono, spero che continui su questa strada perché merita di avere successo.

Giungla
In questa giungla di abitudini
viaggio soltanto con i documentari in tv,
in questa giungla di abitudini
credo che con un discorso ben sceneggiato
potrei risolvere tutto.

Allora cerco di parlare bene
ma pare sia il mio accento a non andare bene,
e vorrei soltanto essere in me,
e vorrei soltanto essere in me.

In questa giungla di abitudini
mi convinco che sia solo un problema mio
svegliarmi la mattina spettinata,
in questa giungla di abitudini
mi convinco che sia solo un problema mio
non comprare il primo vestito che provo in un negozio
che a volte
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino
sta bene al manichino

e vorrei soltanto essere in me.

In questa giungla di abitudini
per andare avanti sposto i rami
ma mi tornano in faccia,
servirebbe una maschera di plastica
per ripararsi il volto, riuscire a farsi largo
una maschera che
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino e non a me
sta bene al manichino
sta bene al manichino

e vorrei soltanto essere in me.

In questa giungla di abitudini
vivo soltanto con i reality,
in questa giungla di abitudini
credo che con movimenti coreografati
potrei risolvere tutto,
allora cerco di ballare bene
ma pare sia il mio corpo a non andare bene.

E vorrei soltanto essere in me
E vorrei soltanto essere in me

In questa giungla di abitudini
mi convinco che si possa davvero viaggiare
aggrappati ad una liana di speranza.

2 commenti:

  1. ...io dedicai a lei un post quasi 2 anni fa, quando ancora la Caselli non ci era arrivata, ma io sì! sempre dietro di me Federicaaa! ahahah XD

    cmq è davvero brava, all'inizio era semplice adesso si sta montando la testa!

    RispondiElimina
  2. Non ricordo il tuo post, Marco, altrimenti ti avrei citato :) Vedrai che prima o poi ti raggiungerò e ti sorpasserò ahahahah!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...