venerdì 30 settembre 2011

La miglior risposta di Berlusconi



La settimana scorsa a Ballarò per l'ennesima volta ha chiamato in diretta Silvio Berlusconi. In passato Floris ha sempre avuto problemi con il premier perché non rispondeva alle domande ma parlava d'altro, toglieva la parola agli ospiti della trasmissione, continuava il suo monologo all'infinito e soprattutto offendeva. 
E il 20 settembre cosa è successo? Il miracolo!! Sì, il miracolo perché Berlusconi è stato incredibilmente in silenzio e finalmente ho condiviso il suo pensiero! Dovrebbe farlo più spesso, ne guadagneremmo tutti: l'Italia in serietà, noi non rischiamo di avere una crisi di nervi, Berlusconi sembra più credibile, sembra quasi un premier serio... ho scritto quasi... forse non c'era Ghedini a suggerirgli le risposte al telefono, per questo è stato zitto, chissà! 
Comunque per l'ennesima volta Berlusconi dimostra la sua incapacità di dialogare, la sua presunzione e la sua maleducazione. Vergogna!


p.s. ho trovato il seguente video sul blog di mbj. Auguri Silvio, ti auguro anch'io le stesse cose.

giovedì 29 settembre 2011

Carnage



TRAMA: Due ragazzini, sugli 11 anni, fanno a pugni in un parco cittadino. Uno ferisce l’altro: sangue, labbra gonfie e denti rotti. Ora i genitori della “vittima”, Penelope e Michael, invitano nel loro appartamento nei pressi dell’elegante quartiere di Park Slope, a Brooklyn, Nancy e Alan, i genitori del “bullo”, per chiarire la questione. Penelope, una donna liberale e progressista che sta scrivendo un libro sulla tragedia del Darfur, vorrebbe risolvere il tutto in modo civile, senza rancori. Michael, grossista di impianti da bagno, Nancy, consulente finanziaria all’apparenza riservata, ed Alan, un avvocato di successo, vorrebbero tutti onorare le buone intenzioni di Penelope. Ma non esattamente per le stesse ragioni e non a qualsiasi prezzo.

Andate a vedere questo film, gli attori sono tutti bravissimi (Kate Winslet per l'ennesima volta conferma la sua bravura, ma anche Jodie Foster -ovviamente, ma questo si sapeva-, John C. Reilly e Christoph Waltz -anche qui molto bastardo-), i dialoghi sono superbi, le situazioni sono veritiere se non proprio vere -sembrano scene di vita quotidiana-, è una commedia ma a suo modo è anche un dramma, fa riflettere, fa ridere (anche se a denti stretti)! E' stato interamente girato in un'unica casa, prevalentemente in soggiorno e non stanca, non ci si annoia, non si pensa"ma quando finisce?", no, succede il contrario, ti dispiace che sia finito!

E sapete cosa mi fa maggiormente "ridere"? Il finale perché [spoiler] le due coppie fanno di tutto per risolvere in maniera civile la situazione, vorrebbero che i due ragazzini si incontrassero per chiedere scusa ma alla fin fine escono i loro rancori e i propri problemi personali, la rabbia cresce e finiscono ovviamente per litigare, urlare... e vomitare! E alla fine cosa succede? I due ragazzini fanno la pace tranquillamente, senza che sia stato chiesto dai genitori e vanno d'amore e d'accordo! [fine spoiler] Geniale, film assolutamente da vedere!

mercoledì 28 settembre 2011

10 cose che odio nella vita



In ordine sparso:

1) L'ipocrisia
2) La falsità
3) Le persone che non rispettano le opinioni altrui
4) Quando apro lo yogurt e la carta si rompe a metà
5) Le frasi dei baci Perugina
6) I pettegolezzi, soprattutto quelli usati per malignare
7) Barbara D'Urso
8) Le persone che offendono le altre persone per sentirsi superiori
9) Le maglie con i rombi
10) Questa lista

E voi cosa non sopportate nella vita?

aggiornamento, h. 12.58: Aggiungo due punti, il primo grazie ai commenti, il secondo appena pensato:

1) i rompiballe al cinema!!
2) Facebook!!

lunedì 26 settembre 2011

Il mondo del fumetto è in lutto


Ho appena letto la notizia che Sergio Bonelli è morto all'età di 79 anni ed è come se fosse morto una persona a me cara... se penso che lo vidi l'anno scorso due anni fa a Lucca e stava bene, non sembrava avere problemi di salute, mi rende ancor più triste. [fonte: Repubblica e FattoQuotidiano]

R.I.P. Sergio, e grazie di tutto.

Web 3.0 targato Facebook vera rivoluzione?



Facebook... mi ero promessa di parlarne il meno possibile su questo blog perché come ben sapete io lo ritengo molto anti-etico e causa di impigrimento virtuale (è normale inviare mail ad una persona e poi sentirsi dire "ah no, non l'ho letta, non controllo più la mia posta elettronica da quando sto su Facebook"....................................................................?!?!?!? vabbè, no comment) ma adesso non è possibile che si parli di rivoluzione per opzioni che Internet ha sempre avuto e sempre avrà, ma a quanto pare quando si parla di Zuckerberg restano tutti a bocca aperta. Premetto, per me il creatore di Facebook ha avuto un'idea geniale perché è riuscito davvero a cambiare le abitudini di molti e a creare un database che l'FBI invidia, però ora si sta esagerando: persone che troveranno notizie, saranno in contatto con i loro amici, vedranno film e televisione, ascolteranno musica, faranno acquisti, comunicheranno, condivideranno, chatteranno, faranno molte altre cose ancora attraverso il social network di Mark Zuckerberg, senza passare su altri siti, senza navigare altrove.[fonte: Repubblica]. 
Scusate, ma questa notizia mi fa veramente incazzare (e questa volta non mi censuro, bimbi leggete la parola esatta perché è il termine scientifico appropriato per il mio stato d'animo a certe notizie): tutte queste cose esistevano già nel web, solo che la gente è pigra per cercarsele... si parla di rivoluzione, ma mi faccia il piacere!!! E giusto per bestemmiare ulteriormente: perché vedere un film su megavideo è reato e su facebook no?!?!?!? Ma mi state prendendo in giro?!?!? Volete proprio farmi perdere la pazienza?!?!?
Mi fermo qui perché più vado avanti con la notizia, più mi vien voglia di aprire la finestra e buttarmi perché l'autore dell'articolo è spudoratamente schierato dalla parte di Facebook... cacchio, sei un giornalista, sii neutrale ed oggettivo, no, devo leggere: Entrare nel mondo della F sarà sempre più facile, uscire fuori sarà sempre più inutile............... Inutile? INUTILE?!?!?!?!? No, dai, meglio che mi fermi qui perché... no, dai, basta, leggete la notizia e se volete commentate.

Voglio comunque ricordare una cosa: vedere i film tutti insieme esiste già, basti pensare al già collaudato Cinetvforum e al nuovissimo Secondaserata, vogliamo anche noi un articolo dettagliato che ci elogi perché la rivoluzione c'era già e siamo noi utenti che ogni giorno la realizziamo!

domenica 25 settembre 2011

Video della settimana n. 14



148 motociclisti dall'aspetto poco raccomandabile e solo due posti liberi... ecco cosa si prospetta alle coppiette che decidono di vedere un film -romantico? chissà!- ma si ritrovano la sala popolata da persone che mai avrebbero immaginato al cinema! Voi come reagireste?

sabato 24 settembre 2011

Dubbio musicale n. 43



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Come ho già annunciato la settimana scorsa -e ho notato che non sono arrivate le bestemmie, meno male- nessuno ha indovinato la somiglianza tra Non c'è tempo di Fibra e L'estate sta finendo dei Righeira... come dite? Questa somiglianza del puffo la noto solo io? Puffi vostri!!!!
A proposito, non ho nominato i Puffi a casaccio perché pare che anche Arisa sia una loro fan -e infatti assomiglia un po' a Tontolone sia come aspetto che come voce ^_^-... forse ci tiene troppo agli omini blu perché la sua Io sono assomiglia a... alt, ho già parlato troppo, motivo per cui voglio il titolo preciso della canzone plagiata dei Puffi! Buon ascolto!!


Classifica generale:
Marco: 12 punti
Mery: 10 punti
Momo: 6 punti
Mbj: 4 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 23 settembre 2011

I Puffi



TRAMA: Quando lo stregone cattivo Gargamella insegue i piccoli puffi blu fuori dal loro villaggio, dal loro mondo magico cadono nel nostro, trovandosi nel bel mezzo di Central Park a New York. I Puffi dovranno trovare il modo di ritornare al loro villaggio prima che Gargamella li catturi.

Pronti per essere puffati? Io sì, e il film puffa veramente bene! Come ben sapete causa pubblicità dappertutto, trailer (molto fuorviante rispetto alla trama reale, i primi secondi non esistono!!) e trama qui sopra, alcuni Puffi (nello specifico Grande Puffo, Puffetta, Tontolone, Quattrocchi, Brontolone e Coraggioso) si ritrovano a New York ad affrontare una, cito Coraggioso, "situazione del puffo"!! E a New York arriva anche quel, cito sempre Coraggioso, "figlio di una puffa" di Gargamella e il suo complice gatto Birba! I Puffi si ritrovano dunque in un mondo che non conoscono, senza le pozioni di Grande Puffo, e come se la caveranno? Riusciranno a sfuggire a Gargamella? Torneranno nella foresta incantanta? Non sarò io a dirvelo, andate al cinema per scoprirlo (ah, il film l'ho visto in 2D e ho fatto bene perché i colori nel 3D sarebbero stati rovinati)!

Questo film è molto simpatico e a suo modo pieno di suspance, non è un semplice prodotto per bambini, anche gli adulti possono appassionarsi a questi esseri grandi tre mele o poco più, come è capitato nel film alla coppia che decide di aiutarli: all'inizio scettici e poi grandi amici! Ah, Puffetta dice a Grace che i Puffi arrivano grazie alla cicogna tranne lei, creata da Gargamella..... ma secondo me ha preferito tacere la notizia che la dà a tutti gli altri per paura di scatenare la gelosia della ragazza che potrebbe diventare invidiosa e perdere così l'unica amica donna che ha! Scherzi a parte, oltre alla nascita dei Puffi, la coppia chiede ai piccoli Na'vi non di Cameron ma di Peyo se il nome viene scelto subito o dopo in base alla caratteristica del puffo... e la risposta è veramente esauriente, oh sì, è utile come un bicchiere vuoto in mezzo al deserto!!!
Ok ok, arrivo alla conclusione: come in ogni puntata dei puffi, non mancano gli insegnamenti, i saggi consigli di Grande Puffo, il puffi per uno e uno per puffi, una vita puffosa e tanti, tanti, tanti buoni sentimenti! Visione consigliata!
p.s. tra le canzoni presenti nel film ci sono "Walk this way" degli Aerosmith e "Back in black" degli AC/DC!!! Wow!!!

giovedì 22 settembre 2011

E' iniziato il conto alla rovescia al fallimento?



Non so se questa notizia sia vera o dannatamente esagerata, roba che neppure i Maya sarebbero in grado di calcolare! Nell'incertezza, io diffondo questo notizia con una musica adatta a creare suspance in modo da enfatizzare il tutto e farlo sembrare ancor più esagerato (perché in cuor mio voglio sperare che sia un falso)... Time di Hans Zimmer -dalla colonna sonora di Inception- è perfetta sia come titolo sia come drammaticità!

Secondo il sito Default Italia, che cita IlSole24Ore, tra meno di cento giorni, precisamente l'11 novembre 2011, l'Italia fallirà, l'Italia farà la fine della Grecia e, nel caso non fossimo già in un fosso di merda, affonderemo in essa ancor di più perché il debito pubblico italiano è così alto che qualsiasi manovra finanziaria sarebbe inutile! [fonte: defaultitalia]

Sarà vero? Sarà falso? Boh, ci tocca aspettare per sapere la risposta esatta, qui non ci sono gli aiuti di Gerry Scotti!

mercoledì 21 settembre 2011

Il povero Castelli



Povero Castelli, come dice lui stesso nel video "ho pochissimi soldi, sono povero" "Ministro, quanto guadagna all'anno?" "All'anno ho dichiarato 145.000 euro". Poverino, come si fa a campare con così pochi soldi? Come può pensare di acquistare l'indispensabile superyacht modello Briatore con appena 145.000 euro all'anno?!?! Non si può di certo chiedere un mutuo primoyacht con quella cifra! Credo che questo sia veramente un insulto a chi lavora dalla mattina alla sera per portare a casa mille euro al mese, è uno schiaffo a tutti i precari, a noi giovani che non sappiamo come andarcene di casa... Che vergogna!!
Ma a breve vedremo Castelli chiedere l'elemosina nelle stazioni oppure laverà i parabrezza ai semafori?

martedì 20 settembre 2011

Terraferma



TRAMA: Un’isola siciliana di pescatori, quasi intatta, è appena lambita dal turismo che pure comincia a modificare comportamenti e mentalità dei suoi abitanti. Al tempo stesso, è investita dagli arrivi dei clandestini e dalla regola nuova del respingimento: la negazione stessa della cultura del mare che obbliga al soccorso. Proprio in questo ambiente vive una famiglia di pescatori composta da un vecchio di grande autorità, una giovane donna che non vuole rinunciare a vivere una vita migliore ed un ragazzo che, nella confusione, cerca la sua strada morale. Vengono tutti messi di fronte ad una decisione da prendere che segnerà la loro esistenza.

Bellissimo film, Emanuele Crialese affronta un tema per noi attualissimo mostrando il punto di vista degli immigrati, costretti a lasciare il loro Paese in cerca di un futuro migliore e lo si vede tramite i loro sguardi sofferenti e le (poche) parole di Sara, salvata dal mare; e gli isolani, costretti a cambiare le loro regole di mare -secondo cui bisogna sempre salvare un uomo in mare - per paura di perdere turismo o peggio di essere arrestati. Le regole umanitarie non valgono più, se vedi un clandestino e lo salvi commetti un reato; se invece lo lasci morire, la tua vita continua normalmente, come se non fosse successo niente... ma la coscienza è in grado di affrontare tutto ciò? Per alcuni sì -come si vede per Nino/Beppe Fiorello, che continua a gestire il suo lido rinnegando l'arrivo dei clandestini, considerandoli un pericolo per il turismo-, altri invece no -come succede per Filippo/Filippo Pucillo, indeciso se considerare la legge del mare o la legge dell'uomo, ma la paura lo porta a prediligere la seconda, ma anche a aiutare Sara e i suoi figli a raggiungere (si spera) Torino con la nave-.

Film molto riflessivo e a suo modo commovente, anche durante i titoli di coda per merito di una cover di Le vent nous portera, dovrebbe essere visto da alcuni politici a cui gioverebbe la visione di un buon film piuttosto che dedicarsi a bunga bunga, insulti sull'Italia e simili!

lunedì 19 settembre 2011

Il difficile lavoro del cameriere



Lavorate in un bar e mancano i vassoi per poter portare varie tazzine di caffè o di tè? Perché comprarne uno nuovo, perché scomodarsi e spendere soldi inutilmente, sfruttiamo i camerieri... sì, ma sceglieteli bene, non tutti sono in grado di portare così tante tazze come il signore del video! Ma secondo voi gli daranno mance extra?

venerdì 16 settembre 2011

Basta cover band!



Le cover band (o tribute band), questi ragazzi che imitano artisti esibendosi con le canzoni più famose e non solo, alcune volte anche nell'aspetto e negli atteggiamenti. Non sono contraria a questo fenomeno, anzi sono contenta che esistano perché non tutti possono andare ai concerti dei loro beniamini e quindi potrebbero consolarsi con le tribute band....... ma che si esibiscano solo cover band no, non ci sto!
Da cosa deriva questo mio sfogo? Semplice, nel mio paese quest'anno si sono esibite solo ed esclusivamente cover band!!! E non solo, in un agriturismo di un paese limitrofo ogni anno c'è una sorta di festa della birra e quest'anno hanno invitato solo ed esclusivamente cover band! Ma perché? Gli anni passati alternavano tribute band con gruppi che compongono musica propria, invece no, adesso solo cover band perché forse attirano più persone e c'è quindi il guadagno...... va bene, le cover band sono utili, ma non si possono limitare tutti gli altri gruppi, magari c'è gente brava ma brava veramente che compone ottima musica che non riesce a salire su quel stramaledetto palco solo perché non sono cover band!!!!! E mi dà fastidio quando queste cover band (non so quante volte sto scrivendo cover band, ma chissenefrega) si credono famose e importanti, come succede qui con una cover band di Ligabue che non sembra un omaggio al cantante emiliano ma una sua parodia!! E fanno anche i fighi!!! Idoti!!!

Ma anche nei vostri paesi/città succede lo stesso o è un fenomeno limitato alla mia zona? Vorrei capire qual è il futuro delle band emergenti perché se si esibiscono solo cover band, è normale che in futuro nascano prevalentemente cover band e addio giovani emergenti!

p.s. domani non aggiornerò il blog, quindi inserisco adesso la soluzione del precedente dubbio musicale per non lasciarvi nel... dubbio!!! La canzone di Fabri Fibra assomiglia -un po'- a L'estate sta finendo dei Righeira... ora potete anche bestemmiare! :) 

giovedì 15 settembre 2011

Contagion



TRAMA: I medici del Center for Disease Control e dell'OMS sono chiamati a debellare una terribile epidemia. Devono isolare velocemente il nuovo virus, trovare una cura e circoscrivere il contagio cominciato a Hong Kong. Mentre lottano alacremente per circoscrivere la pandemia, si diffondono notizie false e incontrollate che alimentano la psicosi collettiva innescando disordini civili.

Film con un cast grandioso: Kate Winslet (che primeggia, come sempre, su tutti), Gwyneth Paltrow (che ahimè si accontenta di un piccolo ruolo: la prima contagiata!), Marion Cotillard (come c***o è stata doppiata?!?!?), Jude Law (ma ha veramente i denti così storti?), Laurence Fishburne (anche qui distribuisce pillole?) e ahimé Matt Damon (mi spiace ma proprio non mi piace)... senza questo cast il film sarebbe stato...


Ecco, appunto! Il film non è bruttissimo ma si regge sostanzialmente sugli attori, la trama è un po' fredda e a tratti sembra un documentario (sia ben chiaro, non mi aspettavo un film apocalittico altrimenti l'avrei escluso a priori), in più la colonna sonora dà un po' fastidio... Ha comunque la caratteristica di farti uscire angosciata dal cinema perché, esattamente come si dice quando davanti allo specchio, "questa cosa fa riflettere", sì questa pellicola offre molti spunti di riflessione (unico motivo per cui val la pena vederlo): l'incapacità di affrontare una malattia così pericolosa né di capire come fronteggiarla, la paura che si trasforma in violenza, la falsità e la truffa per ottenere un personale guadagno ma soprattutto la banalità con cui si creano certe situazioni (come si vede alla fine del film quando si "spiega" come è nato questo virus).
Ah, in sala eravamo in sette e una signora aveva una tosse alquanto sospetta... anche lei vittima di Contagion?

mercoledì 14 settembre 2011

La vera locandina di "Sette anime"



Avete visto Sette anime, l'ultimo film di Gabriele Muccino, quello con Will Smith che vorrebbe aiutare sette persone buone? Beeeeene, sappiate che è uscita la versione director's cut, qui sopra la locandina.... chissà se uscirà anche la versione hentai ^_^'

martedì 13 settembre 2011

Ennesimo rischio nucleare



Avete letto dell'incidente presso il sito nucleare francese? Non dovrebbero esserci fuge radioattive -speriamo, si tratta comunque di rifiuti tossici, non di escrementi di animale-, però è chiaro che non si può vivere tranquilli se c'è il rischio continuo di qualche esplosione nucleare. Meno male che la Germania ha dichiarato che un po' alla volta spegnerà tutti i reattori, dovrebbero farlo tutti i Paesi... e meno male che nel precedente referendum gli italiani si sono rivelati saggi rifiutando per la seconda volta la costruzione di centrali sul territorio! 
Non si può giocare con le nostre vite solo per accrescere il proprio patrimonio, un già ricco patrimonio; non si può rovinare un ecosistema, la natura ha già iniziato a ribellarsi!

No al Nucleare, sì a Valsosia!!!

lunedì 12 settembre 2011

Vorreste una Sailor Moon così?



Nel 2004 i giapponesi si cimentarono con il live action di Sailor Moon, ossia il telefilm con persone in carne ed ossa; telefilm con molti difetti, ma anche qualche pregio tanto che in fin dei conti la visione era piacevole e ci si affezionava ad alcuni personaggi (e sottolineo alcuni, altri erano veramente senza senso)! 
I giapponesi ci sono riusciti, e vuoi che non ci provino anche gli americani? Ahimè sì, ci hanno provato anche loro (credo quasi in contemporanea con gli amici orientali perché questo video è di molti anni fa), ma per fortuna la serie non ha mai preso vita, è bastato il trailer qui sopra per dire "ma che cos'è questa cagata?" sapendo di essere nella ragione! Voglio sapere chi è lo sceneggiatore, sicuramente è coraggioso... e anche molto per presentare questa... questa... no, guardate, non so veramente come definire quest'obbrobrio! Ma pensava di avere successo alternando versione reale o versione animata? Non bastava Action-man (lo ricordate)?!?!? A quanto pare no,  c'è chi voleva anche la versione femminile, ma per fortuna non vedremo mai mai mai mai e poi mai quella bestemmia alle guerriere sailor e ai suoi fan... ecco la prova che esiste un Dio!

venerdì 9 settembre 2011

Dubbio musicale n. 42



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel precedente quesito mbj ha indovinato la somiglianza tra Decenni di Amedeo Minghi e L'estate sta finendo dei Righeira... l'estate sta finendo, magari!!! Si avvicina l'autunno ma fa ancora caldo, per fortuna è diminuita l'umidità e quindi si sta molto meglio!
Ma lasciamo perdere il tempo perché non c'è tempo e scopriamo subito il concorrente in gara di oggi: all'angolo destro del ring abbiamo Fabri Fibra con Non c'è tempo... ah Mery, non mi venire a dire "è una cover, è un campionamento", per queste questioni rivolgiti ad una squadra di sordi da me convocata per risolvere queste controversie... no scherzo, polemizza quanto vuoi, è divertente leggere come ti arrabbi quando mbj arriva prima di te ^_^ Buon ascolto!


Classifica generale:
Marco: 12 punti
Mery: 10 punti
Momo: 6 punti
Mbj: 4 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

Indizio n. 1: il plagio si nota all'inizio.
Indizio n. 2: la canzone plagiata è stata la soluzione di un precedente dubbio musicale.

giovedì 8 settembre 2011

Le amiche della sposa



TRAMA: Annie è una semplice ragazza single del Midwest che, superati i trent’anni, ha ancora pochissime storie d’amore al suo attivo. La sua miglior amica, Lillian, sta per sposarsi e le chiede di essere la sua prima damigella. Annie non l’ha mai fatto prima, ma sta per scoprire che seguire la sua ricca e snobbissima amica in tutti gli eventi pre-matrimoniali non sarà proprio una passeggiata, soprattutto perché una delle migliori amiche di Lillian sembra essere intenzionata a rubarle il posto con ogni mezzo.

Una volta tanto il film è stato migliore del trailer... e meno male, non so perché nel trailer ci sono scene non presenti nel film (ad esempio al minuto 2.05 la scena è totalmente differente, perché questo cambiamento inutile?!?!?!?). 

Ma lasciamo perdere il trailer, passiamo alla mia personale e brevissima recensione: film molto simpatico, ideale per una serata tranquilla e spensierata, ma soprattutto diversa dalla tipica commedia americana romantica in cui l'obiettivo principale è l'innamoramento di due persone che casualmente si conoscono e per motivi futili si lasciano per poi rendersi conto che il loro amore è eterno... il film si concentra su Annie, damigella d'onore del matrimonio della sua migliore amica Lillian, sui suoi problemi personali e sulle sue frustazioni nel vedere un'altra "amica", Helen, che cerca in tutti i modi di entrare nelle grazie di Lillian.  
Le amiche della sposa si è rivelato un buon intrattenimento, merito anche delle attrici che sono state tutte veramente brave: avevo già apprezzato in American life le capacità di Maya Rudolph che conferma la sua bravura, applausi anche per la protagonista Kristen Wiig (con un altro cast il film sarebbe sicuramente stato deludente e noioso).

mercoledì 7 settembre 2011

Sistiana Lombardi



Circa un mese fa inserirei un post con un brano dolcissimo: Life is here di Sistiana Lombardi, in arte Sistiana, una bravissima cantautrice, forse sconosciuta a tutti voi. Perché sconosciuta? Semplice, non ha casa discografica, quindi pubblicità zero e inserisce i suoi video/brani su Youtube nel suo canale sistianatube.

Sistiana ha sempre coltivato il suo sogno di cantare e non si è mai arresa di fronte a niente, si è trasferita a New York perché in America ci sono più opportunità per farsi conoscere, ma potete sentire la sua storia direttamente da lei:



Sistiana nel suo canale Youtube non si limita solo ad inserire brani da lei scritti e composti, ma si dedica anche a cover...



e video vari:



♬ ♪ ♫ Sognare non costa nulla..e si può fare anche ad occhi aperti
-Sistiana Lombardi-

martedì 6 settembre 2011

Lines è



ATTENZIONE: il seguente post parla di assorbenti, si prega il gentile pubblico maschile di fermare la lettura qui. Grazie (se decidete di continuare, non ditemi che non vi ho avvertito)

E' è è... quanto odio quella pubblicità, insopportabile, ridicola e idiota... è è è... oh no, il coro è arrivato anche qui... è è è... viaaaaaaaaaaa... è è è... calma Federica calma, dai tuoi post sembra che tu sia una persona irascibile... è è è... anche se non è vero... è è è... sparatevi alle tonsille!!!
Dicevo, nonostante la pubblicità del lines è... è è è.. sì, quella lì bruttissima, sì... è è è... ho avuto la possibilità di provare questi assorbenti... è è è... perché c'era un campione omaggio con i Lines seta ultra... è è è.... e cosa dire? Sono veramente comodi... è è è... quando la pubblicità dice che non si sentono è vero... è è è... in genere passeggiando sento l'ingombro e invece la sera che l'ho usato camminavo tranquillamente, senza avere la sensazione di avere un assorbente... è è è... ed è anche vero che assorbono bene... è è è... peccato per il prezzo, altrimenti li comprerei sempre... è è è... però sicuramente li prenderei in caso di eventi, manifestazioni e simili... è è è...  Voi li avete provati? E sì, come vi siete trovati? E' è è...

Appello alla Lines: dopo questa pubblicità sul mio blog, PAGATE!!! :)

lunedì 5 settembre 2011

Nuove leggi sui contratti



No, scusate, ma avete letto la notizia sui contratti? Ha ragione Homer a bestemmiare così perché -faccio copia-incolla- "anche le aziende con più di 15 dipendenti potranno ricorrere più facilmente ai licenziamenti senza giusta causa - aggirando il divieto sancito dall'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori - , potendo sfruttare misure di "indennizzo" alternative al reintegro del lavoratore, se questo potere sarà dato loro da un'intesa con i sindacati maggioritari in azienda." [fonte: Repubblica.it]
Ma stiamo scherzando? E questo dovrebbe aiutare l'Italia ad uscire dalla crisi?!?! Già i contratti sono spesso a tempo determinato e quindi una certezza sul futuro non c'è, ma non basta, chi ha il contratto a tempo indeterminato non può neppure stare al sicuro di "essersi sistemato" perché per un nonnulla può tornare a casa senza lavoro e, chissà, anche con una famiglia da mantenere. 
Ma chi ha queste idee? I parlamentari non potrebbero rinunciare anche solo a 1.000 euro (cosa sono per loro 1.000 euro?) del loro salario per aiutare il bilancio statale? E non fatemi parlare dei vari sprechi e sperperi inutili! Siamo davvero il paese dei balocchi, e più andiamo avanti più la situazione peggiora!!

Nell'articolo sopra citato risulta: "Restano escluse dalla contrattazione aziendale alcune materie e norme generali a tutela di diritti e interessi superiori. Così non si potranno fare accordi locali su temi quali il licenziamento della lavoratrice in concomitanza del matrimonio, il licenziamento della lavoratrice dall'inizio del periodo di gravidanza fino al termine dei periodi di interdizione al lavoro, nonché fino ad un anno di età del bambino, il licenziamento causato dalla domanda o dalla fruizione del congedo parentale e per la malattia del bambino da parte della lavoratrice o del lavoratore ed il licenziamento in caso di adozione o affidamento". Ma siamo sicuri sicuri che siano esclusi? Basta un nonnulla per licenziare, figuriamoci se non trovano una scusa per sostituire una lavoratrice che giustamente chiede la maternità. Sono troppo pessimista? Forse, ma a pensare male qualche volta si ha ragione!

domenica 4 settembre 2011

Video della settimana n. 13



Adoro queste battute idiote, asdfmovie è talmente stupido che mi piace e quindi ho deciso di condividere l'ultimo video -il capitolo 4- con voi, non siete contenti? Perché quelle facce?!? So io come farvele cambiare: "I like trains" bwooooo!!!

sabato 3 settembre 2011

Dubbio musicale n. 41



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Fa caldo, fa ancora caldissimo nonostante sia iniziato settembre, oggi poi l'umidità è insopportabile!!! Ma quando arriva un temporale? Ma uno di quelli belli con fulmini, tuoni e lampi!! Spero presto. 
Ma suppongo che non vi interessi il meteo, voi siete qui per il dubbio musicale e quindi iniziamo!!! Nel precedente quesito mbj ha indovinato la netta somiglianza -anzi campionamento, come puntualizzato da Mery- tra Sing for the moment di Eminem e Dream on degli Aerosmith, portandosi a 3 punti, è ancora distante da tutti gli altri ma sarà meglio non sottovalutarlo per questo! Il dubbio di oggi riguarda Amedeo Minghi dudududadada con la sua Decenni... secondo voi a chi assomiglia? Buon ascolto!

Classifica generale:

Marco: 12 punti
Mery: 10 punti
Momo: 6 punti
Mbj: 3 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

giovedì 1 settembre 2011

Giorgio Vanni, 40 canzoni 4 accordi



E vabbè, cosa pretendiamo, è Giorgio Vanni, una parodia di se stesso, l'anno scorso evitai volentieri il suo concerto al Lucca Comics & Games ^_^ 
Il lavoro svolto da questi ragazzi è comunque geniale: prendono le sigle più famose del Pokemon Giorgio Vanni e si rendeno conto di come queste siano effettivamente simili, molto simili, troppo simili tra di loro!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...