lunedì 26 settembre 2011

Web 3.0 targato Facebook vera rivoluzione?



Facebook... mi ero promessa di parlarne il meno possibile su questo blog perché come ben sapete io lo ritengo molto anti-etico e causa di impigrimento virtuale (è normale inviare mail ad una persona e poi sentirsi dire "ah no, non l'ho letta, non controllo più la mia posta elettronica da quando sto su Facebook"....................................................................?!?!?!? vabbè, no comment) ma adesso non è possibile che si parli di rivoluzione per opzioni che Internet ha sempre avuto e sempre avrà, ma a quanto pare quando si parla di Zuckerberg restano tutti a bocca aperta. Premetto, per me il creatore di Facebook ha avuto un'idea geniale perché è riuscito davvero a cambiare le abitudini di molti e a creare un database che l'FBI invidia, però ora si sta esagerando: persone che troveranno notizie, saranno in contatto con i loro amici, vedranno film e televisione, ascolteranno musica, faranno acquisti, comunicheranno, condivideranno, chatteranno, faranno molte altre cose ancora attraverso il social network di Mark Zuckerberg, senza passare su altri siti, senza navigare altrove.[fonte: Repubblica]. 
Scusate, ma questa notizia mi fa veramente incazzare (e questa volta non mi censuro, bimbi leggete la parola esatta perché è il termine scientifico appropriato per il mio stato d'animo a certe notizie): tutte queste cose esistevano già nel web, solo che la gente è pigra per cercarsele... si parla di rivoluzione, ma mi faccia il piacere!!! E giusto per bestemmiare ulteriormente: perché vedere un film su megavideo è reato e su facebook no?!?!?!? Ma mi state prendendo in giro?!?!? Volete proprio farmi perdere la pazienza?!?!?
Mi fermo qui perché più vado avanti con la notizia, più mi vien voglia di aprire la finestra e buttarmi perché l'autore dell'articolo è spudoratamente schierato dalla parte di Facebook... cacchio, sei un giornalista, sii neutrale ed oggettivo, no, devo leggere: Entrare nel mondo della F sarà sempre più facile, uscire fuori sarà sempre più inutile............... Inutile? INUTILE?!?!?!?!? No, dai, meglio che mi fermi qui perché... no, dai, basta, leggete la notizia e se volete commentate.

Voglio comunque ricordare una cosa: vedere i film tutti insieme esiste già, basti pensare al già collaudato Cinetvforum e al nuovissimo Secondaserata, vogliamo anche noi un articolo dettagliato che ci elogi perché la rivoluzione c'era già e siamo noi utenti che ogni giorno la realizziamo!

4 commenti:

  1. FB per me ha perso ogni attrattiva, ci sto ancora solo perché sono in contatto con alcuni cari amici di università, se no l'avrei abbandonato ormai da tempo. Consiglio la visione di "The Social Network" per farvi un'idea delle motivazione che mi hanno spinto ha lasciare (quasi del tutto) quella cozzaglia di cazzate che è FB. Ormai il mio space è Twitter molto più propenso allo scambio di informazioni di cultura bloggista e giornalistica. Su Twitter ci sono blogger e giornalisti, politici e vip. Però ragionandoci su la rivoluzione c'è stata, ma il suo uso è sbagliato. Voglio un mondo democratico dove ognuno può dire e pensare ciò che vuole, non aver paura di dire al creatore di FB che è una.........vabbé non facciamo i volgari!

    RispondiElimina
  2. La rivoluzione del post non è la nascita di facebook ma quella indicata dal giornalista dell'articolo: secondo lui inserire film, musica e quant'altro nel social network è una rivoluzione....... no, giornalista, non lo è!
    Hai ragione, meglio non fare i volgari perché anch'io avrei parecchie bestemmie al riguardo :)

    RispondiElimina
  3. Ma sul serio abbiamo bisogno di Facebook per i film??? Chiediamoci un pò com'è la privacy invece.

    RispondiElimina
  4. Perché? Esiste la privacy su Facebook?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...