martedì 18 ottobre 2011

Ma Beppe Grillo è uno del pdl in incognita?



E non sto scherzando, ma avete visto i risultati delle elezioni in Molise? Il PDL ha vinto per lo 0,79%, un niente. Cosa è successo? Semplice, il Movimento 5 stelle si è presentato da solo prendendo un... un... non so qual è il risultato esatto perché Repubblica indica 2,5% e quindi niente seggi, mentre IlFattoQuotidiano 5,6% e dunque un seggio, chi ha ragione? Il CorriereDellaSera scrive lo stesso numero del fatto.

Ma perché considero Beppe Grillo uno del pdl? Non faccio ragionamenti del tipo "se la sua lista non si fosse candidata, la sinistra avrebbe vinto in Molise", no perché quel 5,6% avrebbe potuto votare IdV o astenersi, sono calcoli che non si possono fare in maniera prettamente matematica... mi riferisco al video qui sopra. Ma lo avete sentito? Cito sue testuali parole: "Date acqua alla Puglia e la Puglia dopo il referendum ha 25 milioni di persone, è rimasta una S.p.A. l'acquedotto pugliese con la presa per il culo di queste sinistre ecologiche del cazzo". Ecco, qui non posso stare zitta, Beppe Grillo dei miei stivali, perché:
1) l'acquedotto pugliese è sì una S.p.A., ma il 100% delle azioni appartiene alla regione Puglia, perché non lo dici? 
2) Perché denigri il referendum? Come scritto nel punto 1, l'acqua pugliese non appartiene a privati ma sarebbe successo senza il referendum.
3) Cosa ti ha fatto Vendola dato che la sinistra ecologica del cazzo a cui ti riferisci è il suo partito? 

Se devi fare un comizio in piazza o ovunque tu vuoi, fallo per bene e dì le cose come stanno, non cercare voti facili, non serve gridare per avere consensi, non serve disprezzare (inutilmente) il lavoro degli altri per una crocetta sulla scheda, servono persone vere e, mi spiace dirlo, tu non lo sei. E poi smettila di fare il politico, torna a fare il comico anche se fai più ridere come politico!

12 commenti:

  1. domanda retorica
    CERTAMENTE Grillo fa il gioco del PdL!!!!!!
    magari inconsciamente (mi sforzo di salvare l'ipotesi migliore), ma DI FATTO ha danneggiato e danneggerà il centrosinistra!
    il suo qualunquistico FANCULO TUTTI va bene al bar, dove tanti (dopo il terzo Martini) blaterano che "sono tutti uguali, cosa vuoi sperare?" o "io non voto più... franciaospagna è tutto un magnamagna..."
    e quindi il centrodestra vince grazie a un comico che ha fatto i soldi DIOSACOME (non credo che basti a spiegare il suo conto in banca la pubblicità dello yogurt...)
    P.S. il movimento 5stelle ha ottenuto il 2,15 per cento in Molise MA IL CANDIDATO FEDERICO (forse per i suoi meriti personali, che non conosco) ha preso il 5,6%; questo VOTO DISGIUNTO spiega la difformità cui alludi

    RispondiElimina
  2. Io Grillo non lo sopporto. Mi dà sui nervi. Mi sembra solo un qualunquista che grida le peggio cose che la gente vorrebbe sentirsi dire. Cavalca la folla, ecco. Il suo modo di parlare non mi piace, non mi piacciono gli insulti, le bestemmie, quella sua strafottenza tipica di chi pensa di avere in mano tutta la verità. La sua per me non è politica, ma solo demagogia. Spero che questo Movimento 5 stelle non raccolga le speranze dei disillusi, se, in un ipotetico futuro spero solo immaginario, Grillo diventasse non so...presidente del consiglio (cosa che non avverrà perché lui non vuole poltrone, no?), penso che si passerebbe dal barzellettiere di Arcore a questo qui, che mi sembra quasi uguale. Per carità, dice cose molto giuste a volte, però lo fa in un modo che non mi sembra politico. I suoi toni li possiamo usare noi al bar, fino a un certo punto, certo non lui sopra un palco mentre pensa di far politica.
    Certo che attacca Vendola, è il più forte. Hai visto i sondaggi di La7 ieri sera? Sel è al 9,3%. ^_^

    RispondiElimina
  3. Imbarazzante ignoranza sul Movimento 5 Stelle e sul suo programma. Continuate a parlare di Grillo, che è solo la cassa di risonanza di un
    qualcosa di diverso. Qualunquismo è votare pd o pdl, dato che non si distinguono più, ormai. Sono retaggio di una politica morta, dedita a uso personale del potere e dei soldi pubblici. Leggete il programma, e vedrete perchè pian piano la gente capisce. Grillo urla? Almeno fa notizia, dato che tutti hanno paura del M5s e cercano di oscurarlo...
    Fabio - Milano

    RispondiElimina
  4. @bibliofilo: grazie per la precisazione dei voti, pensavo ad un errore di Repubblica.
    @FruFru: Non sapevo dei risultati di Sel e non posso che esultare: si è partiti da un 3% nazionale e si è arrivati a 9!
    Confermo anche le parole usate da voi due: il modo in cui si approccia Grillo alle persone è da discorsi da bar!
    @Fabio: No, non mi sento nè imbarazzata nè ignorante sul Movimento 5 stelle ma semplicemente le mie opinioni sono differenti da quel partito (cosa legittima): secondo me Beppe Grillo non si comporta in maniera diversa dagli altri, attacca fatti e persone ma non cerca minimamente di trovare una soluzione... troppo comodo così! Il m5s non fà paura, è semplicemente presuntuosa perché si crede superiore agli altri e non cerca il dialogo con nessuno.
    Sono d'accordo con te su pd e pdl, soprattutto D'Alema e pdl!
    Altro aspetto negativo di Grillo: 5 stelle viene definito movimento, ma in fin dei conti è un partito e si comporta come tale.

    RispondiElimina
  5. Non credo proprio che il movimento sia un partito, qui da noi hanno rinunciato pubblicamente al rimborso elettorale e l'hanno interamente devoluto ad un'ala dell'ospedale di Monza, le uniche cose decenti che si stanno facendo, si stanno facendo solo perché nella giunta comunale e provinciale ci sono persone del movimento con le @@
    Minimizzare il loro apporto positivo all'Italia è un po' come fasciarsi la testa prima di essersela rotta.
    Grillo è solo un modo per rendere il movimento più visibile perché in Italia se non paghi le televisioni, non ti caga nessuno e lui ha dato solo visibilità ad un movimento che sa quello che vuole.
    Prima di votare il movimento, mi sono letto e riletto il loro programma ed è stato l'unico programma che mi convinceva, infatti i risultati si sono visti, in una zona ad alta densità leghista, tenere per le palle certi soggetti non è cosa da poco, cosa tra l'altro che questa sinistra non sa fare.
    Io sono molto di sinistra, una sinistra che sta più in la della sinistra ed ho delle idee molto estreme riguardo moltissime cose, ma questa sinistra qui non serve al paese, non serve al pari del PDL.
    Che poi Grillo si comporti come il suo odiato Berlusconi è un altro paio di maniche, anche perché uno che mi offende Vendola rivolgendosi a lui con toni fa lager non meriterebbe considerazione a prescindere.
    Grillo era Grillo quando sputtanava tutto e tutti dicendo il giusto, ora spara sulla croce rossa senza manco spiegarne i perché.

    Poi ovviamente ognuno può essere in disaccordo con i loro programmi, spero solo che non ci si rapporti a questo movimento esprimendo critiche solo perché Grillo ha dato loro voce ;)

    RispondiElimina
  6. Credo che o si chiami movimento, o si chiami associazione, o si chiami raduno, o qualsiasi nome abbia ma si candida in politica e occupa seggi in Comune/Parlamento/qualsiasi posto politico, si ha a che fare con un partito... e poco importa cosa ne fanno dei soldi elettorali, abbiamo comunque a che fare con un partito... certo, diverso dagli altri, ma pur sempre partito... e non vedo niente di male ad essere un partito, non sono una che fa di tutta l'erba un fascio, non sono una che "guarda, un partito, via figliolo, è pericoloso"! Riassumendo il mio pensiero alquanto contorto: se ti comporti da partito, sei un partito.

    Andiamo avanti: è più facile trovare persone oneste nel m5s che nel pdl, su questo non c'è ombra di dubbio, e sono contenta che ci siano rappresentati forti nella tua zona ma Beppe Grillo è il "capogruppo" (passami il termine) del movimento, quindi è lui che si mostra generalmente, è lui il riferimento (un po' come DiPietro nell'IdV o Vendola per SEL) e quindi spesso -mi ci metto anch'io in mezzo- si associa m5s a lui.

    p.s. per me il pd non è un partito di sinistra perché ha deciso di fare l'eterna opposizione.

    RispondiElimina
  7. Più che altro, al di là di Grillo o meno quello su cui bisognerebbe ragionare è la costante fuga di voti da una sinistra che non è più sinistra.
    La gente è stufa di un PD che non sa far altro che dire "Berlusconi deve dimettersi" Che razza di alternativa politica è questa? Tra l'altro uno che mi dici che loro il programma e tutte le idee che hanno non le diranno mai finché non saranno al governo, mi sembra un modo bambinesco di reagire a talune critiche.
    Io provengo da un sistema elettorale quale quello americano che avrà tantissime pecche e non ci piove ma lì chi fa opposizione la fa costruttiva per il bene del paese non per fare a gara a chi arriva prima alla poltrona.
    Un'opposizione con il sale in zucca cercherebbe di collaborare, limerebbe gli spigoli, farebbe sentire la sua voce nei palazzi invece qua l'unica cosa che si sente ripetere è "Berlusconi si deve dimettere". L'italiano medio con questa tiritera non ci fa nulla, ne ha le @@ piene ma se non vede all'orizzonte un barlume di alternativa, continuerà o a votare il papi o verserà voti altrove.
    Quando ci sono crisi di questo tipo, con fughe di voti così evidenti la prima cosa da fare è una sana autocritica, chissà quando la faranno quelli del PD.
    Vendola mi piaceva, ma è sceso a qualche compromesso di troppo, anche se nel letamaio in cui ci ritroviamo è sicuramente il meno pestilenziale; Di Pietro andrebbe pure bene se la piantasse pure lui di fare il Don Chisciotte.

    In generale non mi piacciono i leader di partito, ma le idee politiche e nell'attuale sinistra non è che ce ne siano molte :)

    RispondiElimina
  8. Quoto, il pd non ha un programma preciso se non dire "Berlusconi si deve dimettere", "dimissioni subito" e simili (ovviamente hanno ragione, Berlusconi dovrebbe dimettersi), ma perché votare loro non si sa.
    Sai cosa ci vorrebbe? Lo "sterminio" dell'attuale classe politica (tutti si devono dimettere) per avere volti nuovi che vogliono realmente migliorare il nostro Paese!

    RispondiElimina
  9. Vero Fede!
    Ci vuole aria fresca, gente con idee che guardano al futuro non dinosauri che si godono il passato distruggendo il presente!

    RispondiElimina
  10. Ho letto solo il post, non i commenti. Ma la loro quantità e la loro lunghezza non mi attirano per niente. Grillo può farci delle sorprese a livello nazionale, se si votasse adesso, e ciò non è assolutamente qualcosa da sottovalutare.

    RispondiElimina
  11. Quest'anno non credo si andrà a votare, propendo per il prossimo, speriamo però che le sorprese a livello nazionale siano buone!

    RispondiElimina
  12. Sempre se parliamo di elezioni e democrazia: c'è qualcuno, in queste ore, che continua ad approfittarsi delle prime, e, se non si convince che la democrazia è qualcosa di diverso dal plebiscito, succede il patatrak emotivo per molti.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...