martedì 31 gennaio 2012

Le spade di vetro vol. 1


Fumetto fantasy scritto da Sylviane Corgiat, disegnato e colorato da Laura Zuccheri.

La trama. Nel villaggio di Yama, figlia del capovillaggio, dal cielo cade una spada di vetro colpendo esattamente il picco sacro. Per alcuni è un presagio nefasto, ma per il capovillaggio no, è un messaggio di libertà: è arrivato il momento di prendere le armi per liberarsi dal dominio di Orland, ma gli abitanti hanno troppa paura per ribellarsi. Nel frattempo arriva lo stesso Orland, incuriosito dalla caduta della spada, e ordina ad un suo cavaliere di prenderla, ma questo viene vetrificato e distrutto! Il capovillaggio continua a ribellarsi, ma per tutta risposta viene ucciso dai suoi abitanti (sempre per paura) e sua moglie (nonché madre di Yuma) viene rapita da Orland. Yama scappa, non prima di aver toccato la spada senza conseguenze e promesso a se stessa che l'avrebbe usata per uccidere Orland, causa del suo dolore e della morte del padre, e arriva presso la casa di Miklos che decide di addestrarla se in cambio lei gli avesse dato la spada di vetro. Yama accetta. Passano gli anni e lei è finalmente pronta per vendicarsi, così lei e Miklos viaggiano per recuperare la spada di vetro e ci riescono, e qui la scoperta: ci sono altre tre spade e bisogna unirle per poter aprire un portale che porta in un altro mondo, questo infatti sta per essere distrutto perché il sole si sta spegnendo...

Parere personale. Trama carina ma con molti difetti, primo fra tutti situazioni prevedibili, alcuni colpi di scena che potrebbero esserci nei volumi 2 e 3 si intuiscono subito e le psicologie dei personaggi sono semplicemente abbozzate: 56 pagine sono poche per una storia del genere! Non so cosa succede nei volumi 2 e 3 ma li comprerò con molta calma perché sono sì curiosa di sapere se effettivamente le mie ipotesi sono giuste, ma non c'è fretta, ho altro da leggere a cui vorrei dare priorità.
L'aspetto che più mi piace di questo fumetto sono i disegni: Laura Zuccheri è bravissima, i volti dei personaggi sono vivi, gli sguardi sono penetranti, i paesaggi sono reali, nessun dettaglio viene tralasciato! I disegni sono una delizia per gli occhi!

Al momento non sento di consigliarvi questo fumetto, valuterò dopo aver letto gli ultimi due volumi.

A.C.A.B. - All cops are bastards



La trama. Cosa significa lavorare nel reparto mobile di polizia? Cosa significa dover affrontare ogni giorno rabbia ed odio? E se un gruppo fosse favorevole a rispondere alla violenza con altra violenza?

Parere personale. Mi è piaciuto il taglio realistico del regista, la recitazione e le musiche, vengono considerati alcuni fatti di cronaca da un altro punto di vista... ma nonostante ciò non vedevo l'ora che il film finisse per uscire dal cinema!!

Voto. 3- /5.

lunedì 30 gennaio 2012

Un matrimonio all'inglese



La trama. Una famosa pilota americana di gare automobilistiche incontra dopo una vittoria un ragazzo inglese, è amore a prima vista e si sposano senza perdere tempo. Decidono di far visita ai genitori di lui, una famiglia inglese che ha sempre vissuto nella villa di campagna e che è molto legata alle tradizioni, ma la novella sposa molto bella e molto americana non viene vista di buon occhio, soprattutto dalla madre e dalle sorelle, giusto il padre è tollerante nei suoi confronti. Che la "guerra" abbia inizio.

Parere personale. Film molto simpatico, una commedia gradevole e piacevole -ma perché noi italiani non riusciamo più a sceneggiare commedie decenti e non stupide? Eppure vedendo le altre nazioni non è impossibile al giorno d'oggi-. Forse Un matrimonio all'inglese non causerà molte risate, ma i sorrisi non vi mancheranno di certo: da una parte abbiamo la madre legatissima alle tradizioni familiari insieme alle sue due figlie bigotte, dall'altra parte la moglie emancipata e indipendente; da una parte il passato, dall'altra parte il futuro. E il novello sposo? Preferisco non esprimermi su di lui perché già dalla sua prima apparizione si capisce che è un idiota!
Ottima prova per quasi tutti gli attori, soprattutto i protagonisti Kristin Scott-Thomas, Colin Firth (che in questo film è molto affascinante) e Jessica Biel; molto belle le ambientazioni e la colonna sonora che rendono ancor più interessante il film.
Una nota sulla traduzione italiana: il titolo originale è Easy virtue, ossia "di facili costumi"... perché trasformarlo in Un matrimonio all'inglese? Se non volete tradurlo, lasciate il titolo inglese, no?

Voto. 3,5/5.

domenica 29 gennaio 2012

Pubblicità



Sono troppo in fissa con questo spot, non riesco a togliermelo dalla mente! Aakie aakie akstaaa kamung toch njan njan nja nja foegnjan kamung toch njan njan nja njan kamung toch jamalakka lotte no fit's FIT'S!! SALVATEMI!!!!!

Natale è ormai passato, ma i regali non sono finiti... no no... è tempo di giveaway e ne voglio sponsorizzare non uno ma ben due. Perché non tre che è il numero perfetto? Perché no!

Il primo giveaway è organizzato da Momo's club in collaborazione con La Stanza di Usagi: secondo Sailor Giveaway! Tutti possono partecipare: chi ha un forum, un blog o il dannato Facebook. Ah sì, giusto, cosa si vince? In palio un unico premio: una collanina con un pendente di Sailor Moon versione onigiri oppure un paio di orecchini rappresentanti Sailor Moon e una mezzaluna (si può scegliere solo uno di questi due). Per maggiori info: clicca qui.


Il secondo giveaway è invece organizzato da I tesori di Maya in collaborazione con nessuno, chi fa da sè fa per tre. E infatti sono tre i premi messi a disposizione:
PRIMO PREMIO) a scelta tra collana o bracciale;
SECONDO PREMIO) a scelta tra portamonete di Pollon o portachiavi con gufetto;
TERZO PREMIO) a scelta tra un paio di orecchini o un portachiavi.
Essendo tre i premi avete più probabilità di vincere. ma non vi stresserò con una lezione di statistica.
Per maggiori info e per vedere le immagini dei premi, clicca qua.

Entrambi i giveaway sono gratuiti, quindi cosa state aspettando a partecipare?


E dopo questa pubblicità, care Momo e Federica, voglio i quattrini!! ^_^

sabato 28 gennaio 2012

Dubbio musicale n. 57



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! "Benvenuto a chi sorride, a chi lancia sfide, a chi scambia i suoi consigli coi tuoi! Benvenuto a un treno verso il mare e che arriva in tempo per Natale"... Laura Pausini?!?!?!?!?!? AAAAAARGH!!


Uff, scusatemi, devo riprendermi... regia, avvisami sugli ospiti della puntata, non possiamo far entrare cani e porci... anzi, portatemi cani e porci e lasciate fuori la Pausini! Nella puntata precedente... no, aspettate, devo riprendere fiato, pubblicità!


O_O Ma che pubblicità è... no, basta non fatemela più sentire, ridatemi il nyan cat... Oh no, mi sta piacendo, adesso ballo anch'io...aakie aakie akstaaa kamung toch njan njan nja nja foegnjan kamung toch njan njan nja njan kamung toch jamalakka lotte no fit's FIT'S!!

Ok ok, basta non-sense (ma a voi non è venuta di ballare insieme ai giapponesi della pubblicità? Per me è diventata quasi una droga, devo iniziare a preoccuparmi?)... nel quesito precedente mbj da Paperopoli ha incredibilmente indovinato la somiglianza tra Going back again di Nick Marone (Jack Wagner) e Io non ti sposerò di Marco Masini, per indovinare è morto e poi resuscitato, ma conferma così il suo terzo posto in classifica. Chi lo raggiungerà? Lo scoprirete solo su Componente Instabile!

Oggi consideriamo California king bed di Rihanna. Aiutone: fate partire il video e chiudete gli occhi, non vi fate distrarre da Rihanna (consiglio rivolto ai maschietti), sentite le primissime note e provate ad immaginare quale canzone stia per partire. Se al posto di Rihanna immaginate la voce di ##censura## avete indovinato. Ripeto, concentratevi solo sulle primissime note perché solo lì c'è il dubbio musicale! Buon ascolto!!

Classifica generale:

Marco: 18 punti
Mery: 10 punti
Mbj: 8 punti
Momo: 6 punti
Cannibal Kid: 2 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 27 gennaio 2012

The help



Vedete il trailer solo se avete visto il film, è troppo spoileroso... ok, scene prevedibili, ma troppo spoileroso!

La trama. Anni Sessanta, Mississipi. Aibileen e Minny lavorano come cameriere per delle famiglie bianche borghesi, ma la situazione non è delle migliori perché nel Mississipi ci sono delle leggi razziali che vietano determinati contatti tra bianchi e neri, ad esempio le cameriere non dovrebbero usare il bagno degli ospiti perché potrebbe trasmettere delle malattie, motivo per cui Hilly propone che il bagno del personale di colore deve stare fuori. In questo allegro gruppetto di signore che si riuniscono per giocare a carte, c'è anche Skeeter il cui sogno è diventare giornalista e/o scrittrice ma al momento si deve accontentera di rispondere alla rubrica sui consigli per le pulizie. Ma le viene una grande idea: scrivere un libro sulle condizioni delle cameriere con testimonianze vere delle dirette interessate. Ma nessuna vuole aiutarla perché è pericoloso per loro, se si viene a scoprire una cosa del genere minimo bruciano loro le case, ma un giorno Aibileen decide di aiutarla e raccontare la sua storia...

Parere personale. La trama di sopra è puramente indicativa, non è semplice riassumere in poche righe cosa succede nel film. Comunque... Cosa significa per una donna di colore lavorare in una famiglia razzista di bianchi in uno Stato super-razzista? E se una donna bianca vorrebbe aiutarli, come viene considerata? Se una donna considera le domestiche delle persone normali come "loro bianchi", cosa le potrebbe succedere? 
The help tratta temi importanti in maniera leggera ed ha la grande capacità di entrare nel cuore smuovendo così l'anima, se poi c'è Viola Davis che supera se stessa, la lacrimuccia potrebbe anche scendere (chi sono le altre candidate all'Oscar oltre lei e Meryl Streep nella categoria "miglior attrice protagonista"? Non mi ricordo, ma io lo assegnerei alla Davis).

Voto: 4/5.

mercoledì 25 gennaio 2012

Vi sfido a non ridere (parte 2)



-_- ehm, no, non è questo il video che vorrei considerare, il Nyan cat dubito che vi faccia ridere (anche se vi consiglio di non guardare il video altre volte perché la prima visione è noiosa, alla seconda visione considererete il video ridicolo, ma poi diventa una droga, nella sua stupidità ti fà canticchiare)...

Vi ricordate il video del gattino che sbagliava il salto? No? E allora cliccate qui.
Quando il povero micino aveva quattro mesi, sbagliò clamorosamente il salto, ma era piccolino, era comprensibile, capita, voi da piccoli non siete mai caduti? Però ne è passato di tempo da quando fu pubblicato quel video e quindi il nostro gattino di quattro mesi non ha più quattro mesi ma molti di più, avrà imparato a saltare bene? Come se la caverà?


Ehm, no, è un caso disperato...

Coraline (fumetto)


Ho parlato di Coraline da tutti i punti di vista: film, libro e colonna sonora. Ad ottobre 2011, però, è stato pubblicato anche il fumetto di Coraline, fumetto che mi è stato regalato a Natale (grazie Andrea ^_^ ) e che finalmente ho avuto l'occasione di leggere per bene.

Cosa dire? Il fumetto rispecchia fedelmente il libro di Neil Gaiman in tutte le situazioni (Coraline si trasferisce, Coraline adora fare l'esploratrice, Coraline si annoia, il cibo dei genitori fa schifo, Coraline scopre una misteriosa porta, Coraline vuole sapere dove porta, la madre le mostra che è murata, la madre non richiude la porta a chiave, Coraline successivamente riapre la porta ma non è più murata, ma porta in un'altra casa identica alla sua dove c'è la sua altra mamma che ha i bottoni al posto degli occhi, eccetera eccetera), ma i disegni di P. Craig Russell lo rendono un po' meno dark e inquieto, anche se li trovo molto belli, realistici ed espressivi, caratteristiche che generalmente mi piacciono in un fumetto, anche se non disdegno tratti diversi dal normale come quelli di Marjane Satrapi o di Leo Ortolani.

Come avrete già immaginato, sono molto affezionata a Coraline e questo fumetto non ha deluso le mie aspettative, anche se il libro mi ha messo molta più paura!

Consigliato.

martedì 24 gennaio 2012

La finestra sul cortile


La trama. Un fotografo, dopo un incidente "sul lavoro", è costretto a restare a casa con una gamba rotta e come trascorre il tempo? Spiando i suoi vicini di casa, ognuno con le proprie vite e le propre stramberie, ad ogni ora del giorno. Una notte osserva che il vicino con la moglie malata esce continuamente con una strana valigetta, e la mattina successiva la moglie non è in casa. Com'è possibile dato che non può muoversi dal letto? Chiama un suo amico detective ma lui non crede alla sua storia: la moglie del vicino è andata alla stazione e ci sono anche dei testimoni, arrivata a destinazione invia perfino una cartolina al marito. Ma il nostro fotografo non è convinto di questa versione: perché lasciare a casa la borsetta? Perché lasciare a casa addirittura la fede nunziale? E decide di indagare per conto suo con l'aiuto della fidanzata (una bellissima Eva Kant... pardon, Grace Kelly) e dell'infermiera. Cosa scoprirà? Il vicino è colpevole o innocente?

Parere personale. E' un delitto dire che La finestra sul cortile mi è piaciuto più di Psycho? Intendiamoci, sono entrambi dei capolavori, ma La finestra sul cortile mi ha tenuto maggiormente attaccata allo schermo del televisore, sindrome da mancanza di Grande Fratello? Voyeurismo latente uscito allo scoperto? Non vi so rispondere, ma inizio a preoccuparmi! 
La regia di Alfred Hitchcok è magistrale perché mostra soltanto il punto di vista del fotografo e cosa osserva dalla sua finestra, non ci sono altre ambientazioni, c'è solo il cortile e nonostante ciò non ci si annoia.

Voto: 5/5.

lunedì 23 gennaio 2012

Cristina D'Avena e Gem Boy live@Modugno(BA)

   
Che emozione amici blogger, non potete immaginarlo: sabato 14 gennaio presso il New Demodè di Modugno (Bari) c'è stato il concerto di Cristina D'Avena insieme ai Gem Boy. E io ero in prima fila, appaio perfino nel video qui sopra (a proposito, se non dovesse partire, potete visualizzarlo qui).

Cristina D'Avena e i Gem Boy sono un binomio perfetto perché hanno rivisitato molte sigle della nota cantante, e non solo quelle note ma anche quelle sconosciute ai più: è stato emozionante sentire dal vivo la mia sigla preferita di Cristina, ossia Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo. E cosa dire delle sigle rivisitate in chiave metal? E' successo a Pollon e a Piccola bianca Sibert. E Cristina ha cantato addirittura Ken il guerriero. Ok, il risultato non è stato molto entusiasmante, ma va bene ugualmente!
Se Cristina D'Avena e i Gem Boy dovessero esibirsi dalle vostre parti, vi consiglio di non mancare perché l'esibizione non è di certo orientata ai piccoli, noooo, certe battute sono vietate ai minori di 14 anni! E infatti il 14 gennaio eravamo tutti ma proprio tutti adulti, ad eccezione di un'unica bambina che si è scatenata esattamente come i grandi! 
Vai Cristina, anche grazie a te non smettiamo mai di sognare e vedere tanti ragazzi che ci credono esattamente come me ci spinge a non cambiare non cambiare mai (quest'ultima parte da cantare sulle note di Una spada per Lady Oscar :P )

domenica 22 gennaio 2012

Il dubbio (2008)



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio mus... no, aspè, non è quel dubbio!
Come avete notato dal titolo del post, ho recentemente visto Il dubbio, film del 2008 diretto da John Patrick Shanley con Meryl Streep, Philp Seymour Hoffman ed Amy Adams. 

La trama. 1964. Siamo in una scuola cattolica gestito in cui un gruppo di suore svolge il gruppo di insegnante, in particolare ci si concentra sulla classe di Suor James, la più giovane del gruppo, e sulla presidenza in cui troviamo la Madre Superiora, suor Aloysius. Altro personaggio principale è il parroco, padre Flynn, su cui grava una pesante accusa: pedofilia (anche se questa parola non viene pronunciata esplicitamente). Cosa succede? Semplice, Donald Miller, un ragazzo di colore -l'unico ragazzo di colore della scuola- viene chiamato in canonica durante le ore di lezione; al suo ritorno in classe, suor James nota che il ragazzo ha un comportamento strano ma soprattutto il suo alito sa di alcool e riferisce tutto a sorella Aloysius. Perché il frate rivolge le sue attenzioni al ragazzo? Lui nega le accuse rivoltegli, affermando che si preoccupa soltanto della psiche di Donald. Chi ha ragione dei due? Sorella Aloysius o padre Flynn? Si tratta di semplice pettegolezzo o c'è della verità? Vi lascio nel... dubbio!

Parere personale. Splendido film basato su grandi dialoghi e grandi attori, vi consiglio di vedere questo film ma solo se non siete troppo stanchi, occorre avere la mente lucida perché ogni dettaglio e ogni parola detta è fondamentale!

Voto: 4/5.

La Puglia dice no alle trivellazioni nell'Adriatico



Ma come si possono mettere le trivelle nell'Adriatico, dove il petrolio presente è così poco che sarebbero più le spese che i guadagni? E' una scelta totalmente anti-economica! Perché rovinare un così bel territorio come la costa adriatica? Ma questo discorso si potrebbe fare con qualsiasi mare, perché rovinare inutilmente dei paesaggi? Per cosa? Rovinare il turismo in Italia rappresenta un autogoal clamoroso al 90° minuto in una situazione di 1-1, assolutamente vergognoso!

Se non venisse rispettata la volontà del popolo, la canzone di Caparezza sarebbe da aggiornare:

sabato 21 gennaio 2012

Dubbio musicale n. 56



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente la new entry dai mille colori, Cannibal Kid, ha indovinato portandosi a due punti. Che sia iniziata la sua scalata verso il podio? Lo scoprirete solo su Componente Instabile.
Prima di scrivere il titolo del nuovo dubbio, voglio togliermi un dubbio non musicale: ma quanti Marco ci sono nel mondo della blogosfera? Prendiamo il mio blog: abbiamo Marco Bernaus, Marco in arte mbj, Marco in arte il bibliofilo e Marco in arte Cannibal Kid... e poi dicono che Giuseppe è il nome più diffuso in Italia! 
Via la notizia farlocca, torniamo seri... no, vabbè, con un cantante del genere non si può essere seri: prendiamo Going back again di Jack Wagner... ehi, ma quello è il tizio che interpreta Nick in Beautiful, da quando fa il cantante? Visti i risultati, gli consiglierei di lasciar perdere, considerando che ha plagiato Marco Masini (a proposito di Marco :D ... questo è il super ed unico indizio di questo dubbio, vi rivelo addirittura il cantante plagiato, quanto sono buona)?!?!? Ma non poteva sceglierne un altro?!?! L'attore di Dottor House è risultato ridicolo nelle vesti da cantante, figuriamoci lui! D'altronde cosa potevo aspettarmi da uno che recita in Beautiful, che è un continuo plagio a se stesso? Buon ascolto!!


Classifica generale:

Marco: 18 punti
Mery: 10 punti
Mbj: 7 punti
Momo: 6 punti
Cannibal Kid: 2 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 20 gennaio 2012

20.1.1993



Audrey Hepburn non rappresenta solo una donna elegante, ma è un'anima elegante. Oggi è il diciannovesimo anniversario della sua morte, ma di lei è morto solo il suo corpo, non lo spirito.
Grazie Audrey!

giovedì 19 gennaio 2012

The versatile blogger award... ho vinto!


Ho vinto!! E vai, festeggiamo tutti insieme!!


Forza, tutti insieme, su quelle mani, potete ballare anche da seduti! Eeeeeh Macarena ahè!
La colpa di questo post nato nel segno dell'assurdità è di FruFru (prendetevela con lei) perché mi ha assegnato il premio Versatile Blogger... non ho ben capito in cosa consiste ma il mio è meritatissimo. 

Il regolamento: bisogna raccontare sette cose di sè e passare il premio ad altri quindici blogger. Ma io sono una ribelle (sicuro, come no?) ma soprattutto una pigrona (ecco, questa è la definizione giusta): non ho voglia di scegliere e quindi assegno il premio a chiunque legga questo thread, quindi siete tutti vincitori! Eeeeh Macarena ahè!

Ho già scritto qualcosa di me qui, però dato che questo premio avrebbero dovuto chiamarlo "Mi faccio i fatti tuoi", ne scrivo altri sette. Pronti? Via!

1. Vivo in un condominio e scrivo pubblicamente il mio odio per tutti i condomini (potete inserire l'accento dove volete, è uguale);
2. preferisco il computer alla televisione, ma questo già si sapeva;
3. i miei capelli sono lisci... molto lisci... troppo lisci!!!
4. quando andavo a scuola, la mia materia preferita era la matematica;
5. non mi piacciono i luoghi affollati né le feste obbligate (Carnevale, Capodanno, eccetera) in cui bisogna essere per forza tutti allegri e felici, tutti insieme appassionatamente, preferisco le serate tranquille con poche persone;
6. dò un nome a quasi tutti i peluche (sono pochi, per fortuna): in camera ci sono 4 gatti e una gattina (Gedeone, Giorgette -non so come si scrive-, Josephine, Michel e la gattina Françoise), poi c'è il gabbiano Scuttle (quello de "La sirenetta"), Tina l'ochettina (molto mignon) e Svarz il cagnolino (trovato in un uovo di Pasqua); in macchina ci sono Bobby (un cagnolino ino ino), Bob (un altro cagnolino very mignon), Tarto (la tartaruga), Ned (il pesciolino), Austr e Alia (due koalini con la maglia dell'Australia) e Babbo Natale (tutto l'anno);
7. la mia attrice preferita è Audrey Hepburn;
8. e basta, il regolamento prevede solo sette punti, siete curiosi eh?

Questo è tutto, ciriciao gente!! Eeeeh Macarena ahè!!

Come Vasco Rossi... sicure sicure?



Nel 2007 Gaia e Luna, due bambine all'apparenza odiose -ma suppongo anche nella realtà-, hanno cantato un brano intitolato Come Vasco Rossi e nel ritornello gridano: "Prego che un giorno Rossi anch'io" e "Voglio una vita come Vasco Rossi".
I genitori si staranno preoccupando e non a torto: se il mito di queste bimbe è Vasco Rossi, da grandi diventeranno sicuramente due tossiche!!

mercoledì 18 gennaio 2012

La hit parade di quando sono nata



Anticipo di un paio di mesi questo post perché il mio compleanno è a marzo. Perché lo scrivo adesso? Perché sul blog di FruFru ho trovato un giochino molto carino: quali erano le canzoni al vertice della classifica il giorno in cui siamo nati? Lo potete trovare su questo sito. Per quanto riguarda me, la top venti di marzo 1985 era composta da:

20° POSTO: Wham - Everything she wants) Ho la sensazione di averla già sentita, ma non ne sono sicura. Certo che George Michael biondo non si può vedere!




19° POSTO: Al Corley - Square rooms) Sì, questa la conosco e l'ho scoperta non tantissimo tempo fa grazie a Radio Capital o R101 (non ricordo bene, sicuramente una di queste due essendo le uniche radio che ascolto volentieri), e in effetti piace anche a me.




18° POSTO: Limahl - Never ending story) Un classico, una bellissima canzone associata ad un bellissimo film.




17° POSTO: Tears for fears - Shout) Altro classico degli anni Ottanta, al momento la classifica è soddisfacente, pare che io sia nata in una buona annata, un po' come il vino! Sarà così fino alla prima posizione?




16° POSTO: Murray Head - One night in Bangkok) Conosco anche questo, e mi piace abbastanza.




15° POSTO: Christian - Notte serena) O buon Dio, cos'è quello? Una persona?!?!? Non poteva andare sempre bene questa classifica... ma non pensavo che avrei incontrato questo!!




14° POSTO: Gigliola Cinquetti - Chiamalo amore) E tu chiamala canzone... E' inutile, la canzone italiana del passato non fa molto per me, e per certi aspetti anche quella del presente!




13° POSTO: Phil Collins - Sussudio) Altro grande classico firmato Phil Collins, sus-sus-sussudio! Yeah!




12° POSTO: Jermaine Jackson & Pia Zadora - When the rain begans to fall) E' vero, avevo rimosso questa canzone ma adesso che l'ho riascoltata mi è tornata in mente!




11° POSTO: Ray Parker jr. - Ghostbusters) Sicuramente la conoscete anche voi e sicuramente l'avrete ballicchiata!




10° POSTO: Spandau ballet - I'll fly for you) Ed eccoci nella fatidica top ten e si inizia con i Spandau ballet e la loro I'll fly for you, molto famosa e molto bella.




9° POSTO: Band aid - Do they know its Christmas) A marzo si trova nella top ten una canzone di Natale?!?





8° POSTO: Matia Bazar - Souvenir) I Matia Bazar con Antonella Ruggiero, sì che erano bravi, sperimentavano vari generi, non come adesso.





7° POSTO: New glory - Sorrisi) O_O 




6° POSTO: Ricchi e poveri - Se m'innamoro) E' bello che sul palco ci credono, però scemi scemi sono al sesto posto!




5° POSTO: Wham - Last Christmas) No figa, proprio Last Christmas!! Quanto odio questa canzone!! Da notare che a marzo ci sono due canzoni di Natale nella TopTen!




4° POSTO: Frankie goes to Hollywood - The power of love) Bellissima! Ma bisogna considerarla una canzone natalizia?




3° POSTO: Duran Duran - The wild boys) Famosissima, anche questa canzone è un classico degli anni Ottanta!




2° POSTO: Eros Ramazzotti - Una storia importante) Altra canzone che avevo rimosso dalla testa, questo brano appartiene al periodo buono di Eros Ramazzotti, periodo in cui cantava decentemente.




1° POSTO: Luis Miguel - Noi ragazzi di oggi) Questo ragazzino avrebbe superato Duran Duran, Frankies goes to Hollywood, Matia Bazar, Eros Ramazzotti, eccetera?!? E ho la sensazione che questa canzone potrebbe finire nei dubbi musicali, mi ricorda qualcos'altro ma non riesco a capire cosa.

martedì 17 gennaio 2012

Cast away


TRAMA: Chuck Noland, ingegnere esperto di sistemi informatici la cui vita professionale è scandita dall'orologio, ha grossi problemi invece nella vita privata. Gli impegni gli lasciano poco tempo da dedicare a Kelly, con cui è fidanzato da molti anni. La maniacale organizzazione dell'esistenza di Chuck s'interrompe di colpo quando egli si ritrova su un'isola deserta, tagliato fuori dal mondo, nelle condizioni ambientali più desolate e desolanti che si possano immaginare.

Cosa fareste se all'improvviso vi trovaste su un'isola deserta senza niente? Cosa fareste se foste lontani da una società che vi ha abituato ad avere tutto e in un attimo foste costretti a cavarvela da soli anche nelle faccende più semplici? Come sopravvivereste? Cast away è una risposta a queste domande.  
Film del 2000 diretto da Robert Zemeckis e interpretato magistralmente da Tom Hanks; il più grande pregio di Cast away è far piombare anche lo spettatore sull'isola deserta, tanto da soffrire e spaventarsi insieme a Chuck Noland (la prima notte io sarei morta di paura) ma anche gioire per le sue piccole grandi vittorie, come accendere un fuoco dopo giorni e giorni di tentativi! E cosa dire della scena della tempesta sull'aereo? Veramente grandiosa, ho avuto perfino la sensazione di precipatare dall'aereo, nonostante fossi comodamente seduta su un divano, la regia di Robert Zemeckis è stata fantastica!

Probabilmente avete già  visto questo film, ma se non l'aveste fatto... cosa state aspettando?

lunedì 16 gennaio 2012

Dan the man



Non dovrei essere d'accordo in quanto rappresentante del genere femminile, ma questo video è troppo simpatico... e in parte anche veritiero, ahimé, con una sola differenza: nella vita reale non si può ripetere il livello, e vale per entrambi i sessi!

sabato 14 gennaio 2012

Dubbio musicale n. 55



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente la new entry Marco Goi, in arte Cannibal Kid, ha indovinato: il "ma-ma-ma" di Ma Baker è stato preso da Lady Gaga in Poker Face. Ma-ma-ma noi non ci fermiamo qui e consideriamo un altro omaggio alla musica -l'ultimo, dal prossimo dubbio musicale si ritorna ai plagi-, questa volta si prende il "La-la-la-la-la" che si sente all'inizio di Self esteem degli Offspring. In quale altra canzone semi-recente l'avete sentito? Lascia un commento qui sotto, il prossimo punto potrebbe essere il tuo! Buon ascolto!!

Classifica generale:

Marco: 18 punti
Mery: 10 punti
Mbj: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela, Martin & Cannibal Kid: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

p.s. per il film della settimana -lo troverete nella colonna qui a destra, scorrendo un po' giù con la vostra bellissima rotellina del mouse-, Rapunzel ha battuto J.Edgar :)

venerdì 13 gennaio 2012

Rapunzel - L'intreccio della torre



TRAMA: Flynn Rider, il bandito più ricercato e più affascinante del regno, si ritrova costretto a stringere un patto con una ragazza dai lunghissimi capelli d'oro che vive imprigionata all'interno di una torre. L’improbabile coppia intraprende una rocambolesca fuga in compagnia di un cavallo "poliziotto", un camaleonte ultraprotettivo e una burbera banda di balordi.

Rapunzel e l'intreccio della torre, quale mancanza non averlo visto sul grande schermo. Il trailer mi ha ingannato e alla grande!
La trama l'avete letta qualche riga fa, ma ci aggiungo qualcosa anch'io: c'era una volta, in un regno lontano, un fiore speciale dai grandi poteri magici che una vecchia signora usava per rimanere sempre giovane. La storia andrebbe avanti così, se non fosse che la regina rischia di morire durante il parto e quindi si decide di usare gli effetti benefici di questo fiore per salvarla. E tutti vissero felici e contenti. Sbagliato, perché la vecchia signora decide di rapire la piccola principessa perché i poteri del fiore sono stati trasmessi ai suoi capelli e la porta in una torre nascosta a tutti. Finché... e vabbè, volete sapere proprio tutto tutto? Guardate il film! 
E vi consiglio di non perderlo perché è simpatico, pieno di suspance, inaspettato e soprattutto piacevole, decisamente superiore a La principessa e il ranocchio (che considero comunque un buon prodotto)... ah, giusto alcune musiche danno un po' fastidio perché sono ben lontane dalle grandi colonne sonore dei classici Disney.

Non lo sottovalutate anche voi come feci io nel 2010, dategli un'occhiata e fatemi sapere se ho ragione... ma sicuramente ho ragione, spero comunque che rimaniate piacevolmente stupiti da questo bellissimo film, e ricordatevi che anche un adulto può rimanere incantato vedendo un film d'animazione!

giovedì 12 gennaio 2012

Non hai pianto bene? Sei mesi di lavori forzati



Eh sì, probabilmente sono state queste le parole di Kim Jonj-woon (o Kim Jong-un, attuale leader nonché dittatore della Corea del Nord) circa i funerali del padre. Secondo le autorità del regime, infatti, i sudditi che non hanno pianto abbastanza potrebbero subire pene e percorsi rieducativi, nello specifico sei mesi in campi lavoro o formazione, oppure finiranno nelle zone più remote del Paese. [fonte: Ilquotidianoitaliano.it]

Secondo voi i coreani si disperavano così tanto davanti alle telecamere perché presagivano il pericolo? Oppure le lacrime dei coreani sono sincere, in fin dei conti quanti anziani in Italia rimpiangono ancora Mussolini? Fatemi sapere cosa ne pensate.

mercoledì 11 gennaio 2012

J. Edgar



TRAMA: Emblema e punto di riferimento dell’applicazione e del rispetto della legge negli Stati Uniti, J. Edgar Hoover è stato per quasi 50 anni il capo dell’Fbi, un uomo di potere temuto e ammirato, insultato e venerato. Ma, nel chiuso delle sue stanze, egli custodiva segreti che avrebbero distrutto la sua immagine, la sua carriera e la sua vita.

Ho la sensazione che Clint Eastwood stia dirigendo film solo per finire nella mia Flop Ten. Caro Clint, ti dò una bella notizia: ci sei riuscito, nella FlopTen 2012 quasi sicuramente sarai presente, a meno che non spenda soldi per altri dieci film più brutti del tuo. 
Bisogna dire che J. Edgar non è un brutto film, ma il ritmo è troppo lento e a lungo andare diventa noioso; ed è un peccato perché non mancano gli spunti interessanti: J. Edgar Cooper è un personaggio complesso, diviso tra il lavoro -sua vera ossessione-, il rapporto morboso con la madre e con il suo fidato collaboratore di lavoro e di vita; vediamo il capo dell'Fbi da giovane e da anziano, vediamo come cambia il suo carattere, vediamo i suoi pregi ma soprattutto i suoi difetti -i suoi tanti difetti, primo fra tutti l'egocentrismo-. Ma il film non decolla. Perchè? Non riesco a spiegarmelo e non credo che la colpa sia tutta del regista, credo che dipenda dalla sceneggiatura e dalla colonna sonora, sì quest'ultima non è niente di memorabile.
Ma questo film ha un pregio? Sì, Leonardo DiCaprio che interpreta magistralmente questo difficile personaggio, peccato per il doppiaggio italiano che non rende bene la voce da anziano (bisogna capire se è un problema nostro oppure anche DiCaprio ha difficoltà ad invecchiare la sua voce).


Film consigliato? Boh, fate voi.

Salve le feste patronali



Avete letto della "casuale" dimenticanza sulle feste patronali? Qualche mese fa (non ricordo di preciso quando) era proposto di spostare le feste patronali nel week-end se la giornata in cui ricade (o cade, fate voi) fosse stata infra-settimanale. E "casualmente" mancava un decreto in cui bisognava scegliere quali feste bisognava spostare. E sempre "casualmente" si sono dimenticati di emanarlo.
Considerando che sono favorevole a spostare le varie feste patronali nel fine settimana, mi sono posta alcune domande: perché per scegliere la data per festeggiare i 150 anni dell'unità d'Italia che si sarebbe trovata in un giorno infrasettimanale ci sono state polemiche su polemiche su polemiche su polemiche su polemiche su polemiche su polemiche su polemiche su polemiche, il tutto elevato al quadrato, e adesso sssssssh silenzio! Perché quando si ha a che fare con la Chiesa sembriamo dei burattini nelle mani del Vaticano? Perché un Paese ateo deve fermare scuole ed uffici per una festa religiosa?
Qualcuno mi aiuti, non riesco a trovare spiegazioni!

martedì 10 gennaio 2012

My FlopTen: I peggiori film da me visti al cinema nel 2011


Ecco i film che ho visto al cinema, per cui ho speso soldi -maledetti!!- e di cui avrei fatto volentieri a meno, almeno al cinema... per alcuni anche nella vita:

10° POSTO - Il gatto con gli stivali) Più che brutto, è stato veramente deludente, mi aspettavo molto di più e invece è uscito fuori questo... questo coso, soprattutto l'uomo-uovo, ma che cos'è? Ma cosa? Sei prevedibile! 


 
9° POSTO - Captain America: il primo vendicatore) Che fine ha fatto tutto il carisma di Capitan America? Perché Chris Evans da Torcia Umana è diventato Capitan America? Solo perché è super-pompato di muscoli? Ma per piacere, Steve Rogers -per quanto non lo sopporti- merita un trattamento migliore!
 



8° POSTO - Thor) Ha un gradino in più rispetto a Captain America solo per la presenza di un ottimo villain purtroppo non sfruttato a dovere.



 
7° POSTO - Tekken) Non può esistere un film del genere, no vi prego, non bastava Dragonball evolution con i combattimenti idioti, hanno prodotto anche questo putridume! Ma per piacere!
 



6° POSTO - Amore & altri rimedi) Prendete due bravi attori. Fatto? Prendete una sceneggiatura limitata. Fatto? Risultato: un film comunque scadente. E' incredibile come al giorno d'oggi ci siano film che puntino solo sugli attori, no, dovrebbero vietare una cosa del genere!
 



5° POSTO - Hereafter) Noia. Sonno. Belli i primi minuti, poi basta.
 



4° POSTO - Lanterna verde) Che aborto di film, perfino peggio di Spider-man 3, il che è tutto dire!
 



3° POSTO - Pirati dei Caraibi - Oltre i confini del mare) Questo video esprime perfettamente il mio pensiero sul quarto capitolo dei pirati Disney: 





 
2° POSTO - One day) Imbarazzante, troppo veloce, psicologie ridicole, noia noia noia noia.
 



1° POSTO - L'ultimo dei templari) Più efficace dell'Activia!!





Scusate, ma dopo questa classifica sento l'urgente necessità di buttarmi dal balcone...

lunedì 9 gennaio 2012

My TopTen: i migliori film da me visti al cinema nel 2011



Un anno è trascorso ed è finalmente tempo di stilare le varie classifiche personali. Io -a differenza di Cannibal Kid- mi limiterò ai film, precisamente a quelli visionati -visionati, che parolone- al cinema nell'anno 2011 (al massimo, se ne avrò voglia, mi dedicherò anche alle canzoni, ma niente di sicuro). Ho deciso di escludere Colazione da Tiffany per non monopolizzare il podio perché quel film avrebbe occupato le prime tre posizioni, come minimo! :) Vi assicuro che sceglierne così pochi è stato veramente difficile e mi è dispiaciuto averne esclusi alcuni, come Miracolo a Le Havre, giusto per fare un esempio. 
 Ricordo che questi sono i film visti nel 2011, ad esempio non ho inserito The artist perché l'ho visto nel 2012 e quindi potrebbe rientrare nella top ten 2012 (o flop ten... *trollface*). Iniziamo!
 
10° POSTO - Source code) E' possibile rivivere sempre gli stessi otto minuti senza annoiare? Risposta: sì.



9° POSTO - Sherlock Holmes: gioco di ombre) Suspance ed ironia, cosa potrei chiedere di più da un film? Aggiungeteci Robert Downey jr. e Jude Law, e direi che siamo a posto!
 
 

8° POSTO - 13 assassini) Tredici contro duecento, che la battaglia abbia inizio!
 


7° POSTO - L'illusionista) Un piccolo gioiellino muto, un "The artist" versione animata.
 


6° POSTO - Carnage) Un grandissimo cast ed un grandissimo regista per una grandissima commedia nera.

 

 
5° POSTO - Il discorso del re) O-o-o-o-s-s-s-Oscar m-m-m-m-m-m-m-merit-meritato, p-p-p-preferi-pre-preferirei n-n-n-non di-di-di-dilung-dil-dilungarmi a-a-a-a-altrim-altrim-altrimenti non la f-f-f-fi-fi-fi-finisco più! 



4° POSTO - Arrietty-Il mondo segreto sotto il pavimento) Sono sempre meno i film d'animazione che riescono a far sognare lo spettatore, per fortuna ci pensa lo Studio Ghibli a cullare il bambino che è in noi. 


 
3° POSTO - Midnight in Paris) E' proprio vero, a mezzanotte Parigi diventa magica. 



2° POSTO - Il cigno nero) Tutti noi abbiamo un cigno nero che vorrebbe uscire allo scoperto... ma se dovesse accadere ad una ragazza con problemi di psiche?
 


1° POSTO - Drive) Non poteva non esserci lui al primo posto, il film cult del 2011, una storia di cui non importa cosa racconta ma come, di cui non importa neppure il nome del protagonista, di cui non importa neppure come va a finire (e infatti spetta a noi immaginarlo). 


 
Purtroppo non vado al cinema come mi piacerebbe, altrimenti la lista -forse- sarebbe stata completamente diversa! 
Scrivere questa TopTen è stato piacevole, quella di domani un po' meno: Flop Ten 2011. AAAAAARGH!!!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...