lunedì 30 gennaio 2012

Un matrimonio all'inglese



La trama. Una famosa pilota americana di gare automobilistiche incontra dopo una vittoria un ragazzo inglese, è amore a prima vista e si sposano senza perdere tempo. Decidono di far visita ai genitori di lui, una famiglia inglese che ha sempre vissuto nella villa di campagna e che è molto legata alle tradizioni, ma la novella sposa molto bella e molto americana non viene vista di buon occhio, soprattutto dalla madre e dalle sorelle, giusto il padre è tollerante nei suoi confronti. Che la "guerra" abbia inizio.

Parere personale. Film molto simpatico, una commedia gradevole e piacevole -ma perché noi italiani non riusciamo più a sceneggiare commedie decenti e non stupide? Eppure vedendo le altre nazioni non è impossibile al giorno d'oggi-. Forse Un matrimonio all'inglese non causerà molte risate, ma i sorrisi non vi mancheranno di certo: da una parte abbiamo la madre legatissima alle tradizioni familiari insieme alle sue due figlie bigotte, dall'altra parte la moglie emancipata e indipendente; da una parte il passato, dall'altra parte il futuro. E il novello sposo? Preferisco non esprimermi su di lui perché già dalla sua prima apparizione si capisce che è un idiota!
Ottima prova per quasi tutti gli attori, soprattutto i protagonisti Kristin Scott-Thomas, Colin Firth (che in questo film è molto affascinante) e Jessica Biel; molto belle le ambientazioni e la colonna sonora che rendono ancor più interessante il film.
Una nota sulla traduzione italiana: il titolo originale è Easy virtue, ossia "di facili costumi"... perché trasformarlo in Un matrimonio all'inglese? Se non volete tradurlo, lasciate il titolo inglese, no?

Voto. 3,5/5.

3 commenti:

  1. gli italiani non amano le commedie
    AMANO LA FARSA (arlecchino pigro e birbone, pantalone che insidia la servetta, pulcinella ecc)
    comunque ho appena trovato un vhs prezioso: AMORI MIEI (Vitti, Salerno e Dorelli)
    me lo rivedo 3 o 4 volte e poi lo recensisco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non si sono stufati di guardare solo farse? Per me va bene che ci siano e che le producano, ma non si può monopolizzare il mercato solo con questo tipo di commedie!

      Elimina
    2. C'è anche Risiko, non sono Monopoli... ok, sto zitta...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...