lunedì 13 febbraio 2012

A spasso con Daisy


La trama. Daisy è un'anziana signora che vive da sola e si fa aiutare da una domestica per le faccende domestiche. Di carattere è burbera ed orgogliosa, motivo per cui non accetta di essere aiutata, neppure da Hoke, l'autista di colore assunto dal figlio di Daisy dopo che questa ha provocato un leggero incidente inserendo la retromarcia al posto della prima marcia e finendo nel giardino dei vicini.

Parere personale. Film molto intimo e dolce, nonostante il carattere di Daisy. E' una storia di amicizia poco convenzionale in quanto i protagonisti sono due anziani (Daisy ha quasi novant'anni, Hoke una settantina). Daisy all'inizio è molto rigida nei confronti dell'autista e razzista nonostante dichiari il contrario, ma con il tempo impererà a volergli bene e a rispettarlo in un'epoca in cui i diritti per le persone di colore non c'erano (si pensi alla scena in cui, durante un lungo viaggio, Hoke chiede a Daisy di fermarsi per i propri bisogni perché per le persone di colore era vietato entrare nei bagni delle aree di rifornimento). 
Ottima prova anche per tutti e tre i personaggi principali, Jessica Tandy vinse a 80 anni l'Oscar come miglior attrice protagonista.

Voto. 5/5.

6 commenti:

  1. Lo adoro, è un film straordinariamente bello.
    Un dipinto, più che un lungometraggio ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un dipinto con tante immagini in movimento :)

      Elimina
  2. Infatti lo ricordo con molta tenerezza, carino e riflessivo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tre aggettivi sono perfetti per sintetizzare "A spasso con Daisy".

      Elimina
  3. Uno dei pochi film hollywoodiani che ha saputo trattare con delicatezza e affetto il passaggio alla terza età. Quando passa in tv lo rivedo sempre volentieri. Straordinaria Jessica Tandy.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vorrebbero molti più film così, anche in Italia.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...