venerdì 30 marzo 2012

Dubbio musicale n. 66



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale. Lo so, oggi è venerdì, il dubbio musicale è di sabato, "e non è giusto, le cose si fanno seriamente, cioè stiamo scherzando, io ti denuncio." Va bene, denunciatemi... ehi, stavo scherzando, lascia il telefono!!!
Nel quesito precedente nessuno ha indovinato la somiglianza tra Laila, Laila di Angelo Branduardi e Hamtaro di Cristina D'Avena; scusate, ma secondo voi chi altri poteva plagiare una canzone del genere? Forse solo Justin Bieber.... Come? Lo volete nel prossimo dubbio musicale? Va bene, vi accontenterò. E comunque la classifica generale rimane immutata, nessun power-up:

Marco: 20 punti
Mery: 10 punti 
Mbj: 9 punti 
Cannibal Kid: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

Ma passiamo al dubbio di oggi e alla vostra conoscenza musicale, chissà se Lucio Battisti e la sua Gelosa cara porterà fortuna a qualcuno di voi. Ovviamente è stato plagiato dal re dei plagi, sì sì proprio quello che hai in mente, sì se mi scrivi anche il titolo della canzone il punto è tuo, sì solo uno. Buon ascolto!

mercoledì 28 marzo 2012

Arrestato per trolling


Non è proprio una notizia di attualità, ma voglio comunque condividerla con voi: a settembre 2011, in Inghilterra, un ragazzo è stato arrestato per aver trollato -soprattutto su Facebook- commentando il suicidio di un ragazzo con frasi ingiuriose e provocatorie ; la pena: 18 settimane in carcere (più di quattro mesi per aver fatto lo stupido su Internet) e 5 anni senza Facebook.
Personalmente sono pienamente favorevole alla pena, soprattutto alla seconda in cui il ragazzo viene bannato dal social network (forse il carcere è un po' eccessivo), su Internet devono valere le stesse regole di educazione ma soprattutto di rispetto che esistono nel mondo reale perché essere felici di aver preso in giro il prossimo non è da furbi, è da idioti.

martedì 27 marzo 2012

La sorgente dell'amore/Tokyo godfathers



La trama. In un villaggio del Medioriente le donne sono costrette ad effettuare tutti i lavori domestici, tra cui prendere l'acqua la cui sorgente si trova ben lontano dal villaggio. Dopo l'ennesimo aborto spontaneo di un'abitante di questo villaggio causato dalla caduta durante il trasporto dell'acqua, Leila decide che bisogna cambiare, gli uomini devono aiutare e così organizza con le altre donne lo sciopero dell'amore.

Parere personale. Siamo in Medioriente, precisamente in una zona molto legata alle tradizioni in cui alla donna non viene neppure permesso di imparare a leggere e a scrivere perché ciò toglierebbe tempo ai lavori casalinghi, e siamo ancor più precisamente in una zona in cui gli uomini dovrebbero combattere in guerra per la nazione o dedicarsi all'agricoltura, ma siamo in tempo di pace e di siccità e quindi gli uomini si riuniscono tutti in giorni al bar piuttosto che cercare un altro lavoro. Come possono le donne cambiare questa situazione? Hanno un'unica possibilità: lo sciopero dell'amore, negare il proprio corpo sia a fini procreativi che passionali. 
Ma quel che Radu vuole sottolineare è che le donne non indicono questo sciopero contro gli uomini, o meglio non solo contro gli uomini, in realtà vorrebbero un po' di buon senso (molto bella la scena iniziale in cui vediamo da una parte i festeggiamenti per la nascita di un bambino, dall'altra la disperazione per averne perso uno) ma soprattutto per avere finalmente un acquedotto che impedisca alle donne di salire sulla cima della montagna. Ci riusciranno? Lo scoprirete vedendo il film, ma non è difficile da immaginare. Vabbè dai, lo scrivo, ma non vi dico cosa succede nello specifico. [spoiler] Le donne non solo ottengono l'acquedotto, ma anche la corrente elettrica. E nella scena finale si ha la conferma di come le donne non volessero cambiare la mentalità degli uomini perché loro continuano a prendere l'acqua -evitando però di arrivare in cima alla montagna- e gli uomini continuano a trascorrere le loro giornate al bar, esattamente come prima.
La sorgente dell'amore non è il miglior film di Radu Mihaileanu (ho dovuto cercare su Internet come si scrive il cognome del regista) ma ne è consigliata la visione.

Voto. 3/5.




La trama. Un gruppo di senzatetto, composto da un ex ciclista che ha perso la famiglia, un travestito e una ragazza scappata di casa, trovano una neonata in mezzo alla spazzatura. Il loro obiettivo è trovare la famiglia. Ma come?

Parere personale. Tokyo godfathers è un bellissimo anime i cui tratti sono veramente particolari: in alcune scene i disegni sono molto realistici, soprattutto la città è splendidamente disegnata tanto da sembrare reale, altre volte ci sono le espressioni tipiche da cartone animato giapponese, con volti superdeformati quando il personaggio si arrabbia. E i colori sono scuri, come non ci si aspetterebbe da un film ambientato a Natale, almeno non quelli felici. E infatti Tokyo godfathers è un misto di simpatia e di riflessioni sulla vita, di humour a denti stretti e un pizzico di tensione. Da vedere.

Voto. 5/5.

lunedì 26 marzo 2012

E' la primaveraaaaa



"Qual è la tua stagione preferita?" A tutti è stata rivolta questa domanda e la risposta più comune è l'estate perché si va al mare, ci sono le vacanze, non si va a scuola, fa caldo, ci si riposa, si può uscire, eccetera; io invece preferisco la primavera perché con il suo clima leggero, poco umido e con i prati che sanno di pomodoro e mozzarella... sì, di margherite!

sabato 24 marzo 2012

Dubbio musicale n. 65



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente "Il (cannibal) kid con il pigiama a righe" ha indovinato la somiglianza tra Around the world dei Red hot chili peppers e Budgie dei Breadfan (c'è anche chi è Nutella&Breadfan... cos'è questo silenzio?), portandosi così a 7 punti, spingendo prepotentemente Momo giù dal podio con un triplo salto mortale rotante e un calcio supersonico, gridando "Sono il re del mondooooo" in onore di James Cameron e la sua prossima uscita cinematografica: Titanic in 3D. Tutto questo solo su Componente Instabile.

Ma veniamo a noi, chi ha plagiato Laila, Laila di Angelo Branduardi? Forse i più piccoli indovineranno subito, ma anche i super fan dei cartoni animati (di qualsiasi cartone animato, anche i più imbecilli). Di chi si tratta? A voi la risposta. Buon ascolto.

Classifica generale:

Marco: 20 punti
Mery: 10 punti 
Mbj: 9 punti 
Cannibal Kid: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

giovedì 22 marzo 2012

Centro estetico per... bambine?!?


Guardate questa foto:



E poi leggete questa notizia (da notare che sul Fatto Quotidiano riportano dai tre ai quattordici anni, ma nell'invito risulta 2-12 anni). Perché copiare gli aspetti negativi del modello americano dove le bambine vengono conciate e truccate come le grandi per sfilate di moda e concorsi di bellezza? I bambini devono giocare a fare i bambini, quando le figlie giocano a fare le grandi e a prendere i vestiti della madre, non pensano ai centri estetici ma vogliono solo divertirsi... e se già a due anni si dà loro l'idea che bisogna pensare solo all'estetica e si toglie la fantasia, è finita!
Non so voi, ma le sfilate di bellezza per bambine le preferisco così (è più naturale e sicuramente si diverte maggiormente):


mercoledì 21 marzo 2012

Magnifica presenza



La trama. Pietro, un aspirante attore che per guadagnare sforna i cornetti di notte, decide di trasferirsi in una casa tutta sua, dopo aver vissuto con la cugina Maria. Ma questa casa non è completamente disabitata, ci sono delle presenze: una compagnia teatrale degli anni Quaranta che non può uscire e chiede l'aiuto di Pietro...

Parere personale. Avete visto il trailer? Quante persone hanno immaginato un Midnight in Paris versione Ozpetek? Io sì e purtroppo il film non c'entra niente. Dico purtroppo perché avrei preferito una copia spudorata dell'ultimo lavoro di Woody Allen piuttosto che vedere questo. Sicuramente avrete visto alcuni film con scene senza senso.... ma guardare un film senza senso è deprimente! Perché senza senso? Questo film ha così tanti temi che alla fin fine non ne affronta neppure uno: l'omosessualità? No, viene messa da parte. La ricerca di se stessi? No, non viene neanche affrontata. La solitudine? Ovviamente no. La paura durante la Seconda Guerra Mondiale? Malamente accennata. La vita? Mah. 
E le forzature? Mamma mia, quante ce ne sono. Il nuovo vicino di casa di Pietro è chiaramente omosessuale ed chiaramente attratto da lui, sembra un personaggio importante che aiuta Pietro quando sviene in metropolitana e invece via, subito messo da parte. Forzatura numero 1.  
Il medico che assiste Pietro casualmente è un esperto di psicologia. Forzatura numero 2. E si fidanza con la cugina di Pietro. Forzatura numero 3. 
Pietro, dopo essersi trasferito ed aver accettato la presenza della compagnia (che può vedere solo lui), tornando a casa incontra un travestito picchiato da una banda e decide di soccorrerlo. Ah, prima non ho scritto che questa compagnia per uscire dalla casa in cui sono imprigionati chiedono a Pietro di trovare una certa Livia Morosini. E pensate che fortuna, questo qui in tutta Roma incontra proprio la persona che può aiutarlo a trovare Livia... che culo!! Forzatura numero 4. E poco dopo troviamo la scena più trash di tutto il film, e a chi affidarla? Ma a Platinette, ovviamente, che sembra un capomafioso che senza motivo e senza chiedere nulla in cambio, decide di aiutare Pietro. Forzatura numero 5.
E poi c'è anche una grossa incongruenza: la compagnia ha affermato che non può uscire di casa se non incontra Livia, sono stati chiari e l'hanno ripetuto più volte. Ma allora come è possibile che il bambino riesce a camminare per Roma fino ad arrivare al bar dove casualmente c'è Pietro? Forzatura numero 6.
Mi fermo qui altrimenti spoilero il finale.
Questo film è tutto e niente, è un mix di noia, trash e piattume, alla fin fine non ci si emoziona per nessuno dei personaggi, neppure per il protagonista. Ed è un peccato perché Elio Germano interpreta bene il ruolo di Pietro, gli altri personaggi invece sono pure comparse che non spiccano per quanto sono attori bravissimi. Applausi invece per Anna Proclemer che in pochi minuti di apparizione ruba la scena a tutti.

Voto. 2/5.

martedì 20 marzo 2012

Accise benzina



"Specchio specchio delle mie brame, quanto costa il diesel nel reame?" "Più di 1,7 euro al litro, mia regina" "No figa, e la benzina?" "Quasi 1,9" "No, cazzo!!!" Credo che perfino Madre Teresa di Calcutta avrebbe bestemmiato se ancora in vita, figuriamoci noi poveri comuni mortali!

Ma ci rendiamo conto?!?!? Vogliono veramente arrivare ai due euro a litro per Pasqua?!?!? Ma stiamo scherzando?!?!? Meglio che mi calmi.
Come forse saprete e come spiegato da questo articolo, il prezzo non dipende solo dal costo del petrolio, relativo trasporto e un margine di guadagno per il gestore, ovviamente no, ci sono anche le famose accise, ossia imposte che colpiscono il consumo di un determinato prodotto -nel nostro caso il carburante-. 
Quali sono le accise che paghiamo? Sono tante e alcune anche inutili, come ad esempio la guerra di Abissinia del 1935... del '35, cavolo, è una guerra finita da decenni, perché non togliere questa accisa inutile? In teoria al cessare della causa, l'accisa dovrebbe sparire, vero? Vero? VEROOOO?!?!?!? E ce ne sono altre che vengono pagate inutilmente, come potete leggere nell'articolo sopra linkato. E se l'IVA dovesse aumentare di due punti percentuali, a breve si avranno nuovi rincari perché le accise vengono tassate O_O

lunedì 19 marzo 2012

Addio a Moebius



Con vergognoso ritardo ho appreso la notizia della morte di un grande fumettista francese. Parlo di Jean Giraud, in arte Moebius, divenuto celebre per lavori quali Blueberry, Il garage ermetico, Arzach e Parabola su Silver Surfer (consigliatissimo anche se non vi piace il genere "supereroistico"), ma ha anche collaborato alla produzione di alcuni noti film di fantascienza, su tutti Tron ed Alien
R.I.P. Moebius.

Di seguito alcune tavole:










sabato 17 marzo 2012

Dubbio musicale n. 64



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente Marcosauro Rex ha indovinato la somiglianza tra Benvenuto di Laura Pausini (brrrr, non posso non rabbrividire ogni volta che la nomino) e The only hope for me is you dei My chemical romance portandosi così a... tadah incredibile ma vero... 20 punti, e sai cosa significa questo? Nuovo premio per te: una calorosa stretta di mano! Congratulazioni, è un premio ambitissimo che tu sì proprio tu hai vinto!! Sempre tanti fantastici premi su Componente Instabile!!

Ricordiamo la classifica generale e poi dichiariamo ufficialmente il nuovo dubbio:

Marco: 20 punti
Mery: 10 punti 
Mbj: 9 punti 
Momo & Cannibal Kid: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti
 
Il dubbio di oggi riguarda Breadfan dei Budgie (e non dei Metallica, la loro versione è una cover) che è stato plagiato da un altro gruppo rock. Quale? La risposta a voi. Buon ascolto!
 
Indizio: ho nominato il brano da indovinare nel post di ieri.

venerdì 16 marzo 2012

My TopTen: Gli album con cui sono cresciuta



Il periodo preso in considerazione per questa classifica è dal 1985 (anno di nascita) al 2005 (anno in cui avevo vent'anni, almeno questo è quel che dice la matematica, ma per me rappresenta il vero passaggio alla fase adulta). Ci sono tanti cd che non ho potuto inserire (Enya, REM, Jovanotti, Madonna, Enigma, il singolo di Celine Dion con My heart will go on, ...) per ovvi motivi di classifica: che Top Ten sarebbe se inserissi venti posizioni?

10° POSTO: 883 - La donna il sogno & il grande incubo) All'epoca a mio fratello piacevano molto gli 883, ed io ero costretta a sorbirmeli... ma non era un problema dato che le loro canzoni piacevano anche a me.


9° POSTO: U2 - Pop) La prima canzone che mi è piaciuta degli u2 è Staring at the sun e poco alla volta ho scoperto anche i loro grandi successi, soprattutto quelli del passato.


8° POSTO: Red hot chili peppers - Californication) Il primo album che ho ascoltato dei RHCP (e forse anche il migliore), bellissima Otherside, ma anche Scar tissue, ma anche Californication, ma anche Around the world, ma anche...


7° POSTO: Depeche Mode - The singles 86>98) Come non amare questo album? Dave Gahan è una delle voci più sensuali nel panorama musicale.


6° POSTO:  Queen - Innuendo) Come non amare questo album? (parte 2)


5° POSTO: Alex Britti - It.pop) Da adolescente non mi dispiaceva Alex Britti (espiazione su di me) e non mi feci regalare dai miei genitori It.pop per un compleanno, ma lo ascoltavo spesso. Doppia espiazione su di me? Cercate di capirmi, avevo solo 13 anni, non capivo ancora niente di musica.


4° POSTO: Irene Grandi - In vacanza da una vita) Bum bum batte il sole, bum bum!! Questa sì che è la vera Irene Grandi, peccato che col tempo sia un po' calata... o sono cambiati i miei gusti? Buona la seconda, fatto sta che questo cd mi piace ancora adesso.


3° POSTO: Spice girls - Spice) A quale adolescente non piacevano le Spice Girls? Forse qualcuna avrà alzato le mani, ma io no, vidi perfino il loro film al cinema (forse questa informazione sarebbe stato meglio tenerla per me.....)


2° POSTO: Alanis Morissette - Jagged little pill) Un capolavoro, questo cd è un capolavoro, tutti i brani sono belli, la musica di Alanis è meravigliosa!


1° POSTO: Bjork - Greatest hits) Uno dei cd che ho ascoltato ed amato maggiormente in vita mia.


giovedì 15 marzo 2012

E se oggi... fosse già domani


La trama. A causa della morte del figlio, forse annegato durante una gita in barca mentre i due erano distratti, Claire tenta varie volte il suicidio e per questo motivo Robert, il marito, la porta in una clinica. Quando Claire viene dichiarata sana, la coppia decide di trasfersi in una casa ereditata in seguito alla morte della zia di lei, ma qui Claire sente delle voci strane...

Parere personale. E se oggi fosse già domani, domani cosa sarebbe? Dopodomani? E ieri sarebbe oggi? Ecco la fantasia dei traduttori italiani rivelarsi anche negli anni Settanta: da Voices a E se oggi... fosse già domani. Sì, perché non inserire anche un pezzo de L'interpretazione dei sogni di Freud già che ci siamo? Comunque questo film è noto anche con il titolo Presenze, che ha un po' di senso.
Ma andiamo avanti. In un'ora e mezza le psicologie dei personaggi e i loro piccoli flashback vengono ben descritti, il senso di inquietudine  e il dubbio arrivano allo spettatore: Claire è pazza? Claire non è guarita? Claire è una sensitiva? Il senso di oppressione si ha anche grazie agli ambienti, o meglio all'ambiente perché gran parte del film si svolge in un'unica stanza. [attenzione piccolo grande spoiler] Se vi piace The others, non potete non vedere questo film.

Voto. 3/5.

mercoledì 14 marzo 2012

John Carter



La trama supersintetizzata. Il capitano John Carter si ritrova teletrasportato grazie ad un medaglione su Marte dove è in corso una guerra tra le varie popolazioni.

Parere personale. Film molto bello e avvincente, un mix di fantascienza e avventura, un po' Avatar, un po' Star Wars, un po' 300, un po' Il gladiatore, un po' Conan il barbaro,  insomma un po' di tutto; prima di entrare in sala pensavo di trovarmi a vedere un film banale e invece no, mi sono sbagliata, John Carter sa intrattenere nonostante le tematiche siano state viste in parecchi film (la sete di potere, la guerra tra razze diverse, un matrimonio combinato, giusto per citarne alcune) e ci si ritrova a fare il tifo per lui. 
Andrew Stanton si ritrova a dirigere il suo primo film non animato e il risultato è soddisfacente (la scena in cui John Carter lotta da solo e vediamo anche i suoi ricordi è molto suggestiva, merito anche di un buon montaggio), un po' meno positivi sono la recitazione -soprattutto quella di John Carter che alterna momenti convincenti ad altri molto meno convincenti- e il dannato 3D!! Argh, quanto lo odio, ma purtroppo non c'erano sale che lo proiettavano in due dimensioni. E pensare che le primissime scene hanno un 3D funzionale e molto ben fatto, ho perfino pensato "Wow, finalmente un film in cui effettivamente ci vogliono gli occhialini", mi sbagliavo, e tanto, perché ben presto il 3D è risultato inutile.
Da vedere? Non necessariamente, ma merita almeno una visione.

Voto. 3/5

domenica 11 marzo 2012

Marge e Bart Simpson potrebbero cambiare voce



Purtroppo il titolo non è uno scherzo: a causa di un taglio di budget del 70%, Liù Bosisio e Ilaria Stagni, voci storiche di Marge e Bart Simpson, potrebbero non essere confermate per la prossima stagione del noto cartone animato dopo più di vent'anni che prestano le loro voci a due protagonisti. Anzi pare che la notizia sia certa perché sono già in corso i provini per sostituirle.
Questa notizia mi ha shockato, e non poco, perché posso capire la sostituzione di personaggi minori, ma non di due protagonisti: la gente si affeziona a tutto quel che riguarda il proprio personaggio preferito, doppiatore incluso, e sentire dopo voci diverse dopo vent'anni (la prima puntata dei Simpson fu trasmessa nel 1991) non è piacevole, immagina se il tuo cantante preferito all'improvviso avesse la voce di Nino D'Angelo: 


Esatto, è l'espressione giusta. 
Ma è possibile che una serie di successo quali The Simpsons abbia avuto un taglio così drastico? Il 70% è tantissimo. Va bene che siamo in un periodo di crisi, ma la serie degli omini gialli ha un pubblico vastissimo. Boh!

Cliccando qui si può leggere l'intervista a Liù Bosisio e Ilaria Stagni su Comicus.

sabato 10 marzo 2012

Dubbio musicale n. 63



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente Spider-Mbj ha indovinato la somiglianza tra Someone to call my lover di Janet Jackson e Ventura highway degli America, portandosi così ad un punto da Mery, la seconda classificata. Ha provato anche Cannibal Kid ad indovinare ma ahimé non ci è riuscito, se non è d'accordo con la decisione dalla giuria (composta da io, me e la sottoscritta), è pregato di andare all'ufficio reclami, il nostro staff di scimmie sordomute sarà lieto di accogliere la sua richiesta. Chi vincerà in questa sfida all'ultima nota? Lo scoprirete solo su Componente Instabile.

E adesso? Vi avviso subito: la canzone in gara è uno strazio, sia come plagio che come plagiante, soprattutto come plagiante. Oggi le vostre orecchie sanguineranno dal dolore, quindi fate doppia attenzione, ma dei veri concorrenti devono essere in grado di affrontare qualunque brano, anche questo. La canzone in gara è The only hope for me is you dei My chemical romance. E l'indizio di oggi? Nessuno, se ho sopportato io questa canzone, dovete sopportarla anche voi!! Buon ascolto!!

Ricordiamo la classifica generale:

Marco: 19 punti
Mery: 10 punti 
Mbj: 9 punti 
Momo & Cannibal Kid: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 9 marzo 2012

Apple: pregi e difetti secondo me



Ecco un post che avrei voluto scrivere tanto tempo fa ma che ho sempre rimandato per un motivo o per un altro: altri argomenti, pigrizia, poca voglia di scrivere, poca voglia di pensare, poca voglia di impegnarsi, troppi altri impegni, dormire, mangiare, cacca, eccetera. Si può dire cacca su un blog? Se può Christian DeSica in tutti i suoi film, perché io no?

Ma tralasciamo queste righe inutili e andiamo avanti: il mio attuale sistema operativo è Windows XP (a mio parere il mio miglior Windows tra tutti i Windows: Vista non mi è piaciuto, Seven non l'ho neppure provato e sicuramente non proverò Eight, da poco rilasciato), ma in futuro passerò sicuramente a Linux.

Perché mi voglio occupare dei Mac? Perché tutto quel che è Apple si sta diffondendo sempre più, e giustamente direi, i prodotti Mac non sono brutti e possono essere utili, ma ci sono persone divenute fan Apple per motivazioni di moda o perché è cool o trendy o QualsiasiParolaIngleseViPiace avere quel determinato prodotto (riferito soprattutto agli iPhone). 
I Mac non sono perfetti, non esiste il sistema operativo o il dispositivo perfetto, il fatto che molti lo possiedono non è un pregio. Però guai a toccare gli Apple, alcune persone si arrabbiano, e tanto!

Pregi secondo me: 
- robustezza (dopo anni di utilizzo, il sistema non perde qualità);
- possibilità di avere tante applicazioni aperte senza rallentamenti;
- niente virus e trojan (al momento);
- la batteria ha effettivamente una lunga durata;

Difetti secondo me:
- costi (non tutti possono permetterselo, ma i costi sono elevati soprattutto se si considerano gli iDevice: l'iPhone ha un prezzo improbonibile, meglio comprarsi un computer con quella cifra);
- il codice è più chiuso di Windows (ad es. il formato Flash -ormai ampiamente diffuso- non è supportato), per me questo punto è importante: il codice aperto è fondamentale per risolvere subito errori e bug, invece con il codice chiuso bisogna aspettare che venga rilasciata la nuova versione e sperare che i problemi vengano risolti... se vengono risolti.
- un difetto su Mountain Lion, l'ultimo SO, infatti pare che (faccio copia-incolla da qui): “Gli utenti potranno scegliere di accettare apps da tutti (come ora), ma, di default, Gatekeeper consente solo d'installare programmi scaricati da Mac App Store o dai “negozi virtuali” digitalmente contrassegnati da uno sviluppatore accreditato e registrato”. Cosa significa? Semplicemente vuol dire che la Apple sta cercando di portare il mercato dei suoi utenti solo ed esclusivamente dalla sua parte, che sarebbe anche logico da un punto di vista commerciale, meno da un punto di vista etico perché l'utente deve sempre avere la scelta di decidere da dove scaricare quel che gli serve, e non solo da aziende che pagano la Apple per stare nel Mac App Store.

Ci tengo a ricordare che considero i Mac superiori ai Windows. In futuro potrò fare paragoni ragionati anche con Linux.

Un prodotto Apple che mi piace molto è l'iPod perché mi organizza la musica come non fa nessuno (o perlomeno non ho trovato chi lo fa): tutti i brani in ordine alfabetico, in più c'è la possibilità di selezionare un determinato artista e selezionare un particolare album di questo artista o tutti i brani, in più c'è la possibilità di selezionare un determinato album. L'ideale per le mie esigenze.

Per quanto riguarda gli iPhone vorrei fare anche un altro discorso personale: io uso il cellulare (un Nokia 1110 di quasi sei anni e perfettamente funzionante) esclusivamente per chiamare, essere chiamata, inviare messaggi, ricevere messaggi. Ah sì, la sveglia. Punto, non mi serve per nient'altro. E non lo uso tutti i giorni, alcune volte il cellulare rimane fermo sul comodino per ore e ore e ore e ore e ore e ore e ore, per questo motivo l'iPhone per me è inutile, tanto vale spendere la metà della metà della metà della metà della metà della metà della metà per avere un telefonino che soddisfa pienamente le mie esigenze. "Eh sì, ma l'iPhone ha le applicazioni, c'è un app per tutto" Chissenefrega, non mi servono sul cellulare... e poi molte app presenti sull'iPhone da 700 euro li ho visti sul Samsung Galaxy Ace del mio fidanzato costato sui 250 euro -il Samsung, non il fidanzato ^_^-.

Ripeto: non odio Apple, ma ho la sensazione che alcuni comprano quei prodotti non per esigenze personali ma per moda.

Voi come la pensate? Siete d'accordo con me? Sono troppo drastica? Fatemi sapere.

p.s. ho scritto il post di getto, sicuramente ci sono errori e alcuni concetti poco chiari. Scusatemi.

giovedì 8 marzo 2012

San Valentino il ritorno



Ah no, scusate, oggi è la festa della donna, ogni tanto mi capita di confodermi. Scusate, la vista di tutti quei cioccolatini speciali per l'otto marzo mi confondono, ma non si dovrebbe festeggiare la donna in quanto donna e non in base al consumismo? Secondo me tra qualche anno istituiranno la "festa dell'uomo", ma non per motivi di parità o perché è giusto che come si festeggia l'essere femminile vada considerato quello maschile, noooo, figuriamoci, troppo idealista: bisogna trovare un nuovo modo per commercializzare persone e sentimenti!
Un piccolo appello per alcune donne: rispettatiamoci, evitate di andare a feste con spogliarello annesso, non fatevi strumentalizzare: va bene voler festeggiare, non sono contraria, ma non esageriamo, non rendiamoci ridicole altrimenti il significato della festa della donna svanice e la condizione femminile non cambierà a causa nostra.

martedì 6 marzo 2012

Test stupido: E tu, che Spice Girls sei?



Ecco cosa succede quando non si sa cosa fare: si inventa un test che più idiota di così non si può, la mia sanità mentale si è presa qualche giorno di ferie ed ecco il risultato! Se fermate la vostra lettura qui vi capisco, ma se continuate avete tutto il mio sostegno morale e la mia stima, siete coraggiosi!
Avrei voluto scrivere dieci quesiti, ma sei mi sembrano più che sufficienti. Pronti? Via! E mi raccomando, siate sinceri nelle risposte, anche voi ragazzi.

1) Di che colore è il tuo spazzolino da denti?
A. Rosa.
B. Rosso.
C. Nero.
D. Verde, giallo, blu,... quel che capita.
E. Rigorosamente dorato!

2) Cosa fai nel tempo libero?
A. Vado al parco giochi.
B. Un po' di addominali, altrimenti come posso mostrare la pancia nel prossimo video?
C. Mi intrufolo in qualche festa, qualsiasi essa sia, fossero anche i settant'anni di un anziano in una casa di riposo, purché ci sia da ballare!
D. Tanto tanto tanto sport.
E. Shopping.

3) Devi andare ad una festa, come ti vesti?
A. Come la prima Barbie che vedo.
B. Appariscente.
C. Aggressiva.
D. I primi vestiti che trovo, anche la tuta va bene.
E. Qualsiasi cosa purché sia griffato.

4) Il tuo film preferito?
A. Spice girls - il film. 
B. Spice girls - il film.
C. Spice girls - il film.
D. Spice girls - il film.
E. Spice girls - il film.

4) No, seriamente, il tuo film preferito tra questi?
A. Come d'incanto.
B. Sex and the city.
C. Spice girls - il film.
D. Ragazze vincenti.
E. Sognando Beckham.

5) Cosa porteresti con te su un'isola deserta?
A. I miei peluche.
B. Un profumo.
C. I miei pantaloni sbriluccicosi ed i miei anfibi.
D. La cyclette.
E. Le scarpe col tacco.

6) La tua pizza preferita tra queste?
A. Wurstel e patatine.
B. Diavola.
C. Capricciosa.
D. Margherita.
E. Principessa.


Risultati.
Maggioranza di A. Sei EMMA, sempre la testa ai giochi, eh?
Maggioranza di B. Sei GERI, sempre la testa ad apparire, eh?
Maggioranza di C. Sei MELANIE B, sempre la testa a divertirti, eh?
Maggioranza di D. Sei MELANIE C, sempre la testa allo sport, eh?
Maggioranza di E. Sei VICTORIA, sempre la testa alla moda, eh?

Non ti è piaciuto il risultato? Rifai il test e menti a tutte le domande! :)

Ah, giusto per la cronaca, io risulto -a parimerito- Emma e Mel C.

lunedì 5 marzo 2012

Protesta No-Tav



Il video di cui parla Shooter hates you in cui viene chiesto ai politici cos'è la TAV e questi non sanno rispondere è http://www.youtube.com/watch?v=qVWFiLrbsPI ... direi che è assolutamente vergognoso come ci sia gente che legifera su fatti di cui non conosce niente!

Dottor Slump & Arale (manga)


Trama. Senbee Norimaki, un grande scienziato del Villaggio Pinguino, costruisce un robot, Arale, ma non dice a nessuno della sua invenzione perché se nessuno si accorge che in realtà Arale è un androide il suo successo -a parer suo- sarà totale. Arale è dotata di una forza prodiosa e una grande passione per le cacche, quindi i guai al Villaggio Pinguino sono assicurati.

Parere personale. Dottor Slump & Arale è uno dei manga più famosi di Akira Toriyama, e secondo me è alla pari con Dragon Ball, Arale meriterebbe maggiore successo in Italia. 
Questo fumetto è decisamente surreale partorito da una mente geniale, i personaggi principali sono Arale (il robottino dalla forza prodigiosa), Senbee (genio incompreso con la fissa dei giornaletti porno e segretamente innamorato di Midori), la professoressa Midori (insegnante di Arale e Akane), Akane (la teppistella del Villaggio Pinguino), Taro e Pisuke (i due fratelli amici di Arale) e Gacchan (compagna di giochi di Arale, vola, ha poteri straordinari ed è capace di dire solo Gupi o Gupi gupi), con l'avanzare della storia si aggiungono altri personaggi fissi come Atomino o la famiglia Tsun. Ma si trovano anche animali parlanti, miscugli di animali, i monti che sorridono (Heidi, Heidi, le caprette ti fanno ciao... no, nessun cross-over con Heidi), eccetera eccetera. L'assurdo regna sovrano, forse per questo il manga mi è piaciuto ^_^.
Nella mia vita ho letto pochissimi manga (espiazione su di me), ma Dottor Slump & Arale è sicuramente uno dei più divertenti, soprattutto all'inizio quando è tutto una novità: più si va avanti nella lettura, più le situazioni diventano statiche e incentrate spesso sulla forza di Arale e sul suo hobby (le cacche!), ma Akira trova sempre la battuta giusta per rendere unico ogni episodio; in questo mi ricorda Leo Ortolani, magari ci fosse un incontro tra Arale e Rat-man!!
In Italia questo manga è stato pubblicato dalla StarComics nel 1996 (è arrivato in Italia con appena sedici anni di ritardo -_-) ed è suddiviso in 28 volumi (18 in Giappone), esiste anche una seconda serie che ho a casa ma non ho ancora letto, ma conto di farlo presto, ho sempre rimandato la lettura perché ho la sensazione che non mi piacerà, ma credo sia arrivato il momento di prenderlo in mano.

Voto. 5/5 (in realtà è 4, ma Arale ha minacciato di inseguirmi con le sue cacche insieme a Gacchan se non le avessi dato il massimo dei voti).

sabato 3 marzo 2012

Dubbio musicale n. 62



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente Cannibal Kidman (sarà un parente di Nicole?) ha indovinato la somiglianza tra Ritmo de la noche e Every teardrop is a waterfall dei Coldplay, portandosi così a parimerito con Momo al quarto posto. La sua rimonta sembra inarrestabile, a meno che qualcuno non lo denunci potrebbe salire a breve sul podio. Ci riuscirà? Lo scoprirete solo su Componente Instabile!

Passiamo al dubbio di oggi. Qualche giorno fa in macchina ascoltavo la radio, guidavo tranquillamente, trallalero trallalà, quando hanno trasmesso la canzone del video. All'inizio pensavo fosse @°çd^*@#é degli @ç*§@, ero convinta che fossero loro e ho alzato istintivamente il volume. E invece no, mi sono sbagliata perché è iniziato Someone to call my lover di Janet Jackson, ho abbassato il volume, piccole imprecazioni perché preferisco la canzone che dovreste indovinare, ma ho pensato a questa rubrica e ho ringraziato Janet Jackson per lo spunto! Qual è la canzone plagiata? A voi la risposta e buon ascolto!

Classifica generale:

Marco: 19 punti
Mery: 10 punti 
Mbj: 8 punti 
Momo & Cannibal Kid: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 2 marzo 2012

Addio Lucio



Lucio Dalla, 04/03/1943 - 01/03/2012. R.I.P.

Prima Whitney Houston, ieri Lucio Dalla... non voglio più svegliarmi e leggere come prima notizia la morte di cantanti che mi piacciono!

giovedì 1 marzo 2012

Hysteria



Ah no, scusate, ho sbagliato trailer!


La trama. Nel 1880 circa Mortimer è un giovane medico che purtroppo non riesce a trovare lavoro, finché non viene accettato da Dalrymple, specializzato in isteria femminile, secondo cui per curare le forme più leggere basta stimolare la parte intima del corpo. A casa del medico, Mortimer conosce le figlie, Emily e Charlotte, due ragazze completamente differenti tra di loro: la prima devota al padre, la seconda alla casa dei poveri. Ma ad un certo punto Mortimer ha problemi alla mano e non riesce più a "curare" le pazienti, finché non ha un'idea che può risolvere il problema...

Parere personale. Credo sappiate che Hysteria è la storia della nascita del vibratore, ma forse non sapete che rappresenta lo sfondo della vera trama del film: la condizione femminile alla fine dell'Ottocento e di come qualsiasi suo problema venisse etichettato con la parola "isteria", malattia che scomparirà solo negli anni Cinquanta perché giustamente non si tratta di malattia (pensate che nei casi considerati più gravi le donne dell'epoca venivano portate nelle case di cura e mutilazione degli organi genitali O_O... sono fortunata ad essere nata a fine Novecento). C'è anche spazio per una sorta di rivoluzione medica, in quanto da poco erano stati scoperti i germi ma la maggiorparte dei medici continuava ad usare la medicina tradizionale senza preoccuparsi di lavarsi le mani o cambiare le bende, e ovviamente è l'epoca dell'elettricità e delle grandi scoperte, tra cui il vibratore elettrico.
I personaggi maggiormente riusciti e i più convincenti sono Mortimer (Hugh Dancy), Charlotte Dalrymple (Maggie Gyllenhall) ed Edmund (Rupert Everett), ma anche Molly, il dottor Dalrymple, Emily... ok, un po' tutti. Bella anche l'ambientazione e i costumi, per un attimo ho avuto l'impressione di vedere un film storico, ed è stato anche più convincente di un film storico (non è forse vero Addio mia regina?). 
Nonostante il tema trattato, non si cade mai nella volgarità e si sorride di gusto, ieri al cinema ho immaginato questo film diretto da Carlo Vanzina o qualsiasi altro regista italiano... e all'istante Hysteria mi è sembrato un capolavoro!

Voto. 3+/5.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...