sabato 28 aprile 2012

Dubbio musicale n. 70



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente il nostro Once upon a Cannibal ha fatto l'enplein: ha indovinato sia la netta somiglianza tra Stelios hatzimihail di Elena Vitali e Videogames di Lana Del Rey sia il dubbio paragone tra Tomorrow da Full metal panic! e La forza mia di Marco Carta. Il premio per questa doppia soluzione? Presto detto: un punto e la sponsorizzazione del suo libro. E mentre il Cannibale festeggia nudo sulla spiaggia, gli altri scappano disgustati per la scena. Tutto questo solo su Componente Instabile.  

Ma prima di dare il via alle telefonate per il nuovo quesito, un po' di pubblicità:



Comprate il libro di Marco Goi, i primi dieci riceveranno in omaggio un utilissimo contatore di peli ascellari allegato ad un misuratore di ph della pelle. Per maggiori info, clicca qui o qui oppure qui.

Ma andiamo avanti con il quiz, il concorrente di oggi è Elenore dei Turtles che è stato plagiato (o coverizzato, non so) da un cantante italiano che si è visto a Sanremo. Di chi si tratta? Qual è la canzone da indovinare? A voi la risposta. Buon ascolto!

Classifica generale:
Marco: 22 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 8 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 27 aprile 2012

Il castello nel cielo



La trama. Pazu, un orfano che lavora in una miniera, un giorno vede cadere una strana luce, ma c'è qualcosa di strano: si tratta di una ragazza svenuta, Sheeta [si pronuncia Scita], che grazie ad una pietra che porta al collo riesce a planare lentamente. Qual è il segreto di questa ragazza? Perché è tanto ricercata dai pirati e dall'esercito? Qual è il reale potere di questa pietra? Eeeee, quante domande, guardate il film e avrete le risposte.

Parere personale. Prima le lamentele: ma è normale che questo film venga trasmesso solo alle 17? Alle 17!!! Non è possibile!! E solo per tre giorni!! Ma dai!! Ci sono film che vergognosamente rimangono in programmazione per mesi, e questo tre giorni. Per fortuna non c'erano bambini rompiscatole, in sala c'erano una decina di ragazzi silenziosi, e suppongo tutti fan dello Studio Ghibli. Vorrei lasciar perdere questi discorsi, ma non ci riesco, non smetterò mai di arrabbiarmi per questo motivo, trovo ridicolo penalizzare così determinati film. 
Il castello nel cielo è uno dei primi film realizzati da Hayao Miyazaki e già qui si possono notare alcune caratteristiche tipiche dello Studio Ghibli: i ragazzi hanno lo stesso aspetto (Sheeta ha perfino lo stesso vestito di Kiki, anche se in realtà sarebbe il contrario, ma è giusto per rendere l'idea), le vecchiette hanno tutte lo stesso aspetto, i paesaggi sono tutti meravigliosi, le musiche sono tutte stupende, la storia è totalmente coinvolgente, il rapporto uomo-natura è già presente. In realtà Il castello nel cielo parte un po' così così, ma dopo riesce a sorprendere e a far trattanere il respiro. Se vi piace Conan il ragazzo del futuro (dello stesso Miyazaki) e Il mistero della pietra azzurra, vi piacerà sicuramente anche Il castello nel cielo.

Voto. 4,5/5.

p.s. piccola nota inutile: Sheeta ha la stessa voce di Coraline ^_^

mercoledì 25 aprile 2012

Ora e sempre Resistenza!



Buon 25 aprile a tutti, liberate le vostre menti, anche al giorno d'oggi ne abbiamo bisogno!

martedì 24 aprile 2012

Cos'avrà voluto cercare? #2

Sigla!!



Salve internauti e benvenuti alla seconda puntata di "Cos'avrà voluto cercare?", rubrica in cui scriverò le dieci ricerche più strane grazie alle quali utenti improponibili sono arrivati qui, su Componente Instabile. Per questo appuntamento non ci sarà data precisa di uscita perché dovrò sempre aspettare nuove parole chiave di ricerca, ma bando alle ciance iniziamo con:

- pidocchi come cercarli... e lo vuoi sapere da me? Guarda, prendi una lente d'ingrandimento e, capello per capello, supervisiona la testa del povero pidocchioso.

- è da tanto che non ci sentiamo in inglese... il problema non è la chiave di ricerca in sè, ma non capisco come caspita c'entri con il mio blog!

- 3d padre pio... ma intendeva un post su Padre Pio o proprio Padre Pio in 3d? Con le nuove tecnologie anche le visioni devono essere effettuate con gli occhialini?

- topolino zucchero pluto... Topolino lo conosciamo tutti, Pluto è il cane di Topolino, e zucchero?!? Per far andare giù la pillola?

- film fede in azione... Ma riguarda il Padre Pio in 3d? Non oso immaginare la trama...

- foto con frasi per facebook... e google lo indirizza al post Arrestato per trolling. Almeno sai cosa potrebbe succederti!

- gruppo canzone tatatatatatatata... Testo molto significativo, per me è la cipolla.

- bambini carnevale hello kitty pure trucchi... mi raccomando ai trucchi, eh!

- classifica dalla migliore alla peggiore motoseghe... dai, che quest'anno vinco io il premio "miglior assassino passionale dell'anno"!

- nonneincalore.com... la donna matura ha sempre il suo fascino!

lunedì 23 aprile 2012

Yoga ed Harry Potter scatenano l'inferno



E' ufficiale, ho bisogno di un esorcismo, e con me milioni di persone: secondo l'esorcista padre Amorth, Harry Potter (faccio copia-incolla delle sue dichiarazioni da qui) "porta alla magia e, quindi, porta al male. Anche in Harry Potter il demonio ha agito in maniera nascosta e furba, sotto forma di poteri straordinari, magie, maledizioni"
AAAARGH sono una peccatrice mortale, ho il demonio in me, il male alberga in me aaaaaaaaaaah la mia anima è dannata per sempre!!!
Aaaaaah chi fa yoga è una persona malata, istigatore del male e merita di andare all'inferno!!! Aaaaah la yoga porta alla fine del mondo!!!!! Harry Potter porterà il diavolo sulla Terra!! J.K. Rowling è la forma umana del diavolo!!! E' Satanaaaaaaa aaaaaaaaaaah!!

Ovviamente ho esagerato, cerco di "sdrammatizzare", però queste dichiarazioni sono gravissime. Fare yoga è satanico? E io che faccio pilates sono salva?

Seriamente: cosa ne pensa la Chiesa? E voi? A me sembrano le parole di un pazzo, forse ha bisogno lui di un esorcismo!

La reazione di Piton a queste dichiarazioni:

domenica 22 aprile 2012

Domanda stupida del giorno



Ma secondo voi chi pulisce più di Chanteclair? Aaaaaaa

[sono rari i giorni in cui decido di accendere a casa la radio, oggi ho commesso questo errore e cosa sento? Questa pubblicità che prepotentemente si insinua nella mia testa e non faccio altro che canticchiarla aaaaaa] 

sabato 21 aprile 2012

Dubbio musicale n. 69



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente il Marco enigmistico ha indovinato la somiglianza tra Long lost for love di Doro e My heart will go on di Celine Dion, ma come scritto dagli innumerevoli ritardatari era facile facile, ma il punto va ugualmente assegnato. Bravo Marco, sei a quota 22. Qualcuno riuscirà a raggiungerlo? Riuscirà il resto del mondo ad ottenere almeno un punto? Lo saprete solo su Componente Instabile.

Oggi doppio dubbio musicale, uno con punti, l'altro senza. Iniziamo da quello più ambito, il dubbio con punto che trovate nel video qui sopra. Se la settimana scorsa il quiz era semplice, adesso non lo è affatto: a chi assomiglia Stelios hatzimihail di Elena Vitali? Credo si chiami così, non mi chiedete la pronuncia, sicuramente la sbaglierei. Riuscirà qualcuno a rispondere? Lo spero, altrimenti dovrete aspettare la prossima settimana per scoprire la soluzione.

Secondo dubbio musicale proposto dal mio fidanzato. Eravamo tranquillamente in macchina, flaflaflero flaflaflà, ascoltiamo un po' di musica e il cd in modalità random ci propone questa canzone:



Secondo lui l'intro di Tomorrow assomiglia ad un'altra canzone... ad un'altra dannata canzone inutile (mi riferisco al possibile plagio ovviamente, non all'opening di Full Metal Panic)..., secondo me invece non c'entrano niente, le due intro sono diverse ma lui continua a sostenere che sono identiche. Chi ha ragione? Lascio a voi la parola, e vi lascio anche un indizio: la canzone è italiana, è del 2009 ed è brutta, il cantante finirà quasi sicuramente nella mia flop ten musicale 2012. Di chi si tratta? A voi la risposta. Se indovinate solo questo dubbio musicale la classifica rimane immutata, ma potrei essere buona ed assegnare un punto dell'ultimo minuto. Buon ascolto.

Ah sì, giusto, non ho ancora scritto la classifica generale

Marco: 22 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

giovedì 19 aprile 2012

Un paio di notizie



Come da titolo, vorrei scrivere in maniera supersintetica un paio di notizie:

1) Un paio di mesi fa lessi una bellissima notizia: anche il Vaticano potrebbe pagare l'Ici, anzi l'Imu. Notizia da molti dimenticata e purtroppo mai applicata. Perché? Governo, perché? Perché il Vaticano possiede stabili commerciali da cui guadagna chissà quanti soldi e non deve pagare? In quel post mi lamentai solo di Berlusconi, adesso mi lamento di Silvio e di Mario Monti che sembra svolgere il proprio operato nello stesso modo in cui si operava prima, ma senza escort. E leggendo le dichiarazioni di ieri dell'attuale premier la rabbia aumenta perché uscire dalla crisi si può, sono d'accordo sui sacrifici ma penso che tutti debbano sacrificarsi, non solo ed esclusivamente una determinata fascia della popolazione (tra l'altro quella che meno può permettersi ulteriori sacrifici). Ma voi non siete stanchi di sentire sempre "se recuperiamo i soldi dell'evasione, le tasse diminuiranno"? Ormai non ci crede più nessuno, ogni volta promettono di diminuire le tasse ma realmente non è mai stato fatto. Mi dispiace fare populismo, ma ultimamente non riesco a trovare giustificazioni che mi permettano di accettare questa situazione. Ma andiamo avanti.

2) Potrebbe tornare il made in Italy? Sì, succede solo da McDonald, come diceva il noto spot? Ovviamente no, che McDonald e McDonald, troppa grazia, si tratta bensì dell'Ikea. La nota multinazionale svedese pare infatti voler spostare la sua produzione di mobili dall'Asia all'Italia.  Vi state chiedendo il perché? Per convenienza e qualità, in Cina il prezzo del lavoro sta aumentando e ci sono troppe lamentale e troppi reclami dai prodotti che arrivano dall'Asia. Meglio l'Europa, in particolare i distretti piemontesi e questa scelta porterà 2.500 posti di lavoro in più, in totale quindi l'Ikea ha 11.000 lavoratori nel nostro territorio. Adesso rivedete il video qui sopra, avete avuto la stessa reazione?

Ah, piccola comunicazione di servizio: sabato ci sarà normalmente il dubbio musicale, ma credo di pubblicarlo nel pomeriggio. Stay tuned! :)

mercoledì 18 aprile 2012

Dottor Slump colpisce ancora


La trama. Continuano le avventure nel Villaggio Pinguino in compagnia di Arale e dei suoi amici. Quanti danni riuscirà a combinare? E riuscirà il dottor Mashirito a conquistare il mondo?

Parere personale. Signore e signori, ragazze e ragazzi, quasto manga fa schifo. Vi ringrazio per l'attenzione, alla prossima. Ciaoooooo!!
Perché siete ancora qui? Volete sapere qualcosina in più? Volete farvi del male? Siete troppo felici e volete deprimervi un po'? Ma per questo basta acquistare il cd di Laura Pausini per far tornare la depressione in voi. 
Perché non mi è piaciuto Dottor Slump colpisce ancora? Semplice, perché non fa ridere, è un manga comico che non fa ridere -anche se più che manga, sembra di leggere un anime comic per il tipo di disegno e per i colori-. Perché non fa ridere? Perché si è perso il tocco demenziale della prima serie e le battute simpatiche, soltanto in tre occasioni ho sorriso:
1) in un non ricordo quale numero ma non controllerò, Arale sta guardando alla televisione il combattimento tra un supereroe e un mostro, lei tifa per il mostro.
2) nell'ultimo numero. Cito testuali parole avendo il manga vicino le mani:
"Che comodità i fumetti! Una sola vignetta e siamo dall'altra parte della Terra"
3) due vignette dopo il punto 2:
"Vorrei sottolineare che costa un biliardo, cioè mille miliardi di yen"
"Un biliardo? E le palle?"

Il resto è una degna lettura per quando vado in bagno. 
Dottor Slump colpisce ancora è caratterizzato da tanti richiami di Dragon Ball, e con mio sommo stupore molto Dragon Ball GT. Dannato Akira Toriyama, non solo hai accettato quello scempio altrimenti non l'avrebbero mai realizzato, ma sei anche pienamente favorevole! E giusto per concludere il tema Dragon Ball: perché sei uno dei produttori esecutivi di Dragonball evolution? No no no, preferisco non saperlo!!
A proposito, Dottor Slump colpisce ancora ha un finale di cacca, ma magari fossero le cacche di Arale, sarebbe stato un degno finale!!

Voto. 1/5

martedì 17 aprile 2012

Il diavolo veste Prada


La trama. Andy Sachs, una tranquilla ragazza trasferitasi a New York con fidanzato nella speranza di diventare giornalista, riesce ad essere assunta come seconda assistente presso la rivista di moda Runway, diretto da Miranda, la più grande personalità nel suo campo. Riuscirà una ragazza non appassionata di moda a cavarsela in un mondo che non conosce?

Parere personale. Un commento sintetico: film simpatico ma inutile; la prima parte è molto buona, ma poi la vicenda diventa troppo statica e ti domandi perché non interrompi la visione e svolgi qualche attività più interessante, come ad esempio contare gli strappi di un rotolo di carta igienica. Qualche piccola riflessione sul mondo della moda c'è, come ad esempio Emily, la prima assistente di Miranda, che fa di tutto per dimagrire ed è contenta se le si dice "Sei dimagrita" oppure inizialmente Andy viene malgiudicata da tutti per il suo modo di vestire, e casualmente questi dettagli si trovano tutti nella prima parte; da poco prima del viaggio a Parigi in poi diventa un mezzo strazio, per diventare strazio totale durante la trasferta parigina.
Ho la sensazione che ultimamente stia diventando molto polemica nei confronti dei film: o sto trascorrendo un periodo brutto nella vita in cui cerco di criticare tutto per trovare conforto oppure sto scegliendo film così così. Propendo per la seconda opzione.

Voto. 3-/5 (merito della prima parte).

sabato 14 aprile 2012

Dubbio musicale n. 68



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente MacroMarco ha indovinato la somiglianza tra First dance di TuSaiChi e You are not alone di Michael Jackson, portandosi così a 21 punti, esattamente il risultato della differenza tra la sua età fisica e la sua età mentale. Per questo punto Marco deve comunque ringraziare un ritardatario Cannibal Kid, una protestatrice Anna Nihil che si rifiuta di ascoltare qualsiasi cosa di TuSaiChi e una rinunciataria Pupottina, quindi triplo inchino ed andiamo avanti con il quiz.

La concorrente di oggi è Doro Pesch e la sua Long lost for love. Chi? Che cosa? Doro Pesch, componente del gruppo metal Doro, ma con una grande dose di romanticismo: anche lei recentemente sarà andata al cinema? Signora Doro, se legge questo post (sicuuuro!) ci lasci un commento e ci faccia sapere se è andata al cinema e cosa ne pensa del film. A tutti gli altri auguro un buon ascolto e.... attenti a non affondare! ;)


Classifica generale:
Marco: 21 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 13 aprile 2012

Nuovi esperimenti con l'interfaccia neurale



Avete visto il video? Ma è fantastico fin dove può spingersi la tecnologia: giocare a scacchi con la forza del pensiero! Certo, potrebbe sembrare noioso perché si sta fermi tutto il tempo a fissare un monitor e probabilmente ci sono degli errori (e se sbaglio mossa? Come si fa a capire qual è la mossa finale?) che suppongo in futuro saranno corretti, ma pensate a chi ha problemi fisici, al posto di usare tecnologie assistive possono semplicemente usare la mente. E chissà in futuro cosa si potrebbe fare con la mente! Roba da film, e invece è la realtà!

giovedì 12 aprile 2012

Pollo alle prugne (fumetto e film)


La trama. L'iraniano Nasser Ali SATRAPI (se ho ben capito è il fratello del nonno dell'autrice) è un noto suonatore di tar e possiede il miglior tar del Paese. Dopo un litigio con la moglie, lei gli rompe lo strumento musicale. Dopo ricerche su ricerche di un altro tar e relative delusioni, Nasser Ali decide di morire.

Parere personale. Pollo alle prugne è una delicata storia d'amore infelice raccontata tramite gli ultimi otto giorni di vita di Nasser Ali che ha deciso di morire dopo che la moglie ha rotto il suo tar e l'incapacità di trovare un degno strumento che potesse procurargli il piacere di suonare. Marjane Satrapi ci mostra vari flashback -passati e futuri- sui vari personaggi; tra i vari ricordi, scopriamo che in passato Nasser Ali ha incontrato il vero amore, si tratta di Irane che a sua volta ama Nasser Ali, ma il padre di lei non acconsente all'unione dei due a causa del lavoro di Nasser Ali che in seguito decide di sposare una donna che non ama, Nahid. Ma grazie alla sua sofferenza, Nasser Ali riusce a diventare uno dei migliori suonatori di tar iraniani (secondo il suo maestro la sofferenza aiuta l'artista, si è mai sentito di qualcuno che abbia scritto una poesia su una moglie che lo prende a pesci in faccia? E se Romeo e Giulietta avessero avuto dei bambini, avrebbero avuto successo?).
La storia, nonostante i vari ricordi sparsi, scorre tranquillamente ed ironicamente, senza punti bui o incomprensibili. Il tratto di Marjane Satrapi è lineare ed essenziale (gli sfondi sono quasi inesistenti), ed è incredibile come con pochi tratti e dettagli riesca a trasmettere la giusta emozione che prova il personaggio.

Voto. 5/5.




La trama. L'iraniano Nasser Ali KHAN è un noto suonatore di violino e possiede il miglior violino del Paese. Dopo un litigio con la moglie, lei gli rompe lo strumento musicale. Dopo ricerche su ricerche di un altro violino e relative delusioni, Nasser Ali decide di morire.

Parere personale. So che le trasposizioni cinematografiche non potranno mai essere uguali alle opere da cui sono tratte, ma non è questo il caso perché -tolto qualche dettaglio- è molto simile al fumetto di Marjane Satrapi. Mi è solamente dispiaciuto del cambio di cognome di Nasser Ali e della voce narrante (nel fumetto si tratta della stessa Marjane, invece nel film è Azreal l'angelo della morte trasformando un'opera biografica in un racconto di fantasia), speravo in un cameo dell'autrice ma niente, peccato. 
Il tema trattato è lo stesso del fumetto: la musica, il violino rotto, l'impossibilità di suonare altri violini, i ricordi ma soprattutto l'amore infelice: anche qui abbiamo Irane in ogni nota di Nasser Ali (secondo il maestro è così riuscito ad impossessarsi del sospiro della vita) e grazie ad esso diventa il migliore. Mi è dispiaciuto anche di un altro dettaglio che non posso scrivere, ma chi ha letto il fumetto sappia che si tratta delle ultime vignette di pagina 80 (edizione Sperling & Kupfer) e dell'ultima tavola; per il resto il film conferma la bravura della Satrapi con un film delicato ed intenso, ma viene un po' persa l'ironia sulla vita che contraddistingue la graphic novel.

Voto. 4-/5.

p.s. ma secondo voi l'attore che interpreta Nasser Ali assomiglia a Giovanni di Aldo, Giovanni & Giacomo? :)

mercoledì 11 aprile 2012

Titanic



La trama. Rose è fidanzata con Cal, un ricco uomo d'affari che va in America per ampliare i suoi affari, ma il suo matrimonio è imposto dalla madre. Jack è un disegnatore di terza classe che vince i biglietti a poker. I due si incontrano sul Titanic, una nave ritenuta inaffondabile. Ma tra il dire e il fare c'è di mezzo un iceberg...

Parere personale. E dopo quindici anni, eccomi di nuovo al cinema a riammirare il mio primo amore adolescenziale (Leonardo DiCaprio), la mia attrice preferita vivente (Kate Winslet) e uno dei miei film preferiti.
Avevo dodici anni quando James Cameron girò Titanic, lo vidi due volte al cinema, ho consumato la videocassetta, imparai molti dialoghi a memoria e ovviamente sapevo le varie scene perfettamente, ma nonostante ciò la visione di ieri è stata la più intensa e ho visto Titanic con emozioni diverse, l'ho veramente vissuto. Il merito non è del 3D, del quasi inutile 3D (sempre sia maledetto): all'inizio era molto ben fatto nonostante sia stato convertito in post-produzione, ma più si andava avanti, più risultava inutile e dannoso. Dannoso per le immagini, ovviamente, perché gli occhiali 3D sono un delitto per i colori: la scena del bacio sulla prua aveva colori terribili, il rosso del tramonto sparito, e infatti l'ho visto senza il supporto degli occhiali nonostante le immagini sfocate... e l'affondamento? 3D spesso assente (alternavo momenti con gli occhialini a momenti di libertà), in più durante l'affondamento della nave, dopo che la corrente elettrica è saltata, si sono perse tutte le sfumature del blu (perse da chi aveva gli occhiali in 3D, io no anche perché come ho scritto prima molte scene le ho viste tranquillamente in 2D).
Penso che Titanic sia il film che racconta meglio il dramma del 1912, lo si vive in prima persona, si soffre con i passeggeri, poco prima dell'impatto con l'iceberg speri che la nave riesca a virare e a non colpirlo.
In conclusione, per quanto Cameron abbia riproposto Titanic per scopi commerciali (secondo me sperava di superare il suo record di incassi con Avatar e far tornare Titanic al primo posto, ma ahimé per lui non c'è riuscito), sono contenta di aver ricordato in questo modo il centenario dell'affondamento della nave più grande mai costruita che ha provocato la morte di più di 1.500 persone (su circa 2.200).

Voto. 4,5/5. (avrei dato 5, ma il 3D non mi ha fatto gustare per bene la pellicola).

martedì 10 aprile 2012

Dancer in the dark



La trama. Selma è una donna che emigra dalla Repubblica Ceca in America e che soffre di una grave malattia che poco alla volta la rende cieca. Ma questa malattia è ereditaria e quindi anche il figlio è segnato dallo stesso destino, a meno che non venga operato al compimento dei tredici anni, motivo per cui Selma lavora in una fabbrica e risparmia tutto quel che può per raggiungere la cifra. E' quasi riuscita nel suo intento, quando viene derubata dal vicino con grossi debiti...

Parere personale. Non sono una grande amante dei musical (come giustamente chiede Jeff, perché all'improvviso le persone iniziano a ballare e a cantare?), ci sono ovviamente delle eccezioni come ad esempio My fair lady o Tutti insieme appassionatamente, ma non rientrano tra i miei film preferiti né mai lo saranno (anche se li rivedo volentieri). Dancer in the dark comunque non è il solito musical: le canzoni non sono convenzionali, nascono dai rumori della fabbrica, del treno, dei passi, insomma dipendono dalla vita di tutti i giorni, non c'è nessuna orchestra che all'improvviso riempie l'aria di gioia e suoni allegri. 
E da qui nasce il secondo motivo che rende particolare Dancer in the dark: questo musical è drammatico e manca l'elemento amore, o meglio c'è ma si tratta dell'amore di una madre che sacrificherebbe se stessa per la salute e la felicità del figlio.
Altro elemento: trovatemi un musical che aiuti lo spettatore a riflettere sulla pena di morte. A me non viene in mente niente, voi? Lars Von Trier poi è molto particolare nella regia perché Dancer in the dark ha un tratto molto realistico, sembra di vedere uno di quei video che filmano le famiglie per ricordare alcuni momenti salienti della propria vita, e questo rende il film ancor più drammatico e malinconico. Tranne le canzoni, in quel caso sembrano veri e propri video musicali con colori più accesi e riprese curate nel dettaglio; la vita reale di Selma è grigia e piatta, i suoi sogni ad occhi aperti allegri e colorati.
E cosa dire di Bjork? Perfetta nella voce e perfetta nella recitazione.

Voto. 5/5.

lunedì 9 aprile 2012

Sailor sorpresa


Da Milano alla provincia di Bari, questo uovo ha viaggiato come poche altre uova di Pasqua. Ringrazio anche pubblicamente Angela D. per questo splendido pensiero, sappi che è una delle migliori uova di Pasqua che abbia mai ricevuto, anzi direi che è il migliore!! Ho ovviamente conservato la carta, sarebbe stata un delitto cestinarla, quindi doppio regalo. 
La sorpresa al suo interno? Eccola (purtroppo è venuta un po' sfocata, scusatemi)!

sabato 7 aprile 2012

Biancaneve



La trama. C'era una volta... uff, dai, la conosciamo tutti la storia di Biancaneve... o no?

Parere personale e senza senso. Se può far calmare coloro che non sanno nulla sulla trama di Biancaneve e che stanno dicendo "Federicaaaa aaaaaargh non mi va di cercarla su google aaaaaargh" con il barattolo di Nutella al fianco, vi avviso: non serve conoscere la fiaba o aver visto il classico Disney, però aiuta e non poco. Se nella fiaba il problema principale della matrigna è "Specchio specchio delle mie brame, chi è la più figa del reame?" e scoprire che non è lei, qui non è l'unico problema perché c'è l'ammmmoooore del principe in gioco. Un idiota che perde più volte la dignità, mica un principe normale. Ah, e se state cercando di ricordare i nomi dei sette nani, tranquilli, qui hanno nomi completamente diversi (Napoleone, Grimm, Macellaio, Lupo... e altri tre, se siete curiosi riponete il cucchiaio nel barattolo di Nutella e cercate su google perché io non li ricordo e sto gustando un po' di cioccolata, ben più importante di un'inutile ricerca). Il film comunque è a tratti simpatico come giustamente ci si aspetta (Julia Roberts riesce a calarsi perfettamente nella parte), alcune volte un po' irritante (secondo me i nani sono la parte debole del film), quindi non semplice per scrivere un commento, cosa che io non sto facendo, sono pensieri idioti scritti a casaccio.
Altra avvertenza: il film è molto girl power, perfino più girl di Alice in Wonderland, mi aspettavo che da un momento all'altro uscissero le Spice Girls a cantare Spice up your life, ma al posto del balletto delle ragazze speziate abbiamo quel che sarà l'unico pezzo che ricordo con gusto del film, il trashissimo momento Bollywood (un omaggio del regista alla sua terra?) di cui spero facciano un ballo di gruppo, sarei la prima a ballarlo, altro che Ai se eu te pego!!


Ah sì, non vi ho avvisato: il video è il pezzo finale del film :P
 
Voto. 2+/5.

p.s. molti criticano le sopracciglia di Lily Collins, secondo me non sono così brutte come dicono, perché le ragazze devono necessariamente avere le sopracciglia sottili?
p.p.s. adesso sono curiosa di vedere anche Biancaneve e il cacciatore che ha già un grosso difetto: come è possibile che Charlize Theron si preoccupi di essere meno bella di Kristen Stewart? E' oggettivamente più bella di lei... intendevo bella, non Bella... ragazzi, bella... graziosa e di gran classe, ok? Charlize Theron è più graziosa della Stewart. Mannaggia a voi e alla Nutella!!

Buona Pasqua


Tanti auguri di buona Pasqua a voi, miei cari lettori, mangiate tanti dolci, mangiate tante cioccolate, mangiate tutto quel che volete, mangiate mangiate mangiate, e poi andiamo tutti insieme a fare jogging! Auguri!!!

venerdì 6 aprile 2012

Dubbio musicale n. 67



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Eh sì, anche oggi di venerdì ma ho i miei buoni motivi, suppongo che dal video abbiate già intuito quali sono. Nel dubbio precedente il prode ed orgoglioso Don Mbjotte, nemico dei mulini a vento, ha indovinato la somiglianza tra Donne di Zucchero e Gelosa cara di Lucio Battisti, scendendo dal terzo gradino del podio, pulendosi le scarpe perché si sono riempite di polvere, facendo due passi stiracchiandosi le braccia e salendo sul secondo posto, vicino ad una Mery che cerca inutilmente di cacciarlo ma la ragione è dalla parte di mbj che con un sorrisino saluta tutti i suoi fan, invece sul gradino più basso del podio adesso abbiamo Cannibal Kid che guarda gli altri partecipanti con aria di sfida, gli altri sono tutti giù per terra. Tutto questo solo su Componente Instabile.

Che giorno è oggi? Quel che i cristiani chiamano Venerdì Santo, infatti oggi è il giorno della passione, ma non solo di Cristo, ma anche delle vostre orecchie: il concorrente di oggi è Justin Bieber, il cantante più amato dalle fan de Il mondo di Patty. Cosa vi viene in mente ascoltando First dance?


A parte una cagata pazzesca, ovviamente. Questa volta non vi auguro buon ascolto, ma buona fortuna.

Classifica generale:

Marco: 20 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 7 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

giovedì 5 aprile 2012

Ho finito la seconda stagione di...



... The big bang theory, e non esiste davvero serie più brutta di questa, tutti quei nerd insieme, che schifo. Mi domando come possa piacere alla gente, cioè sono pazzi? Devono avere il senso dell'umorismo di Giorgio Mastrota, non c'è altra spiegazione, o di Brunetta, scegliete voi. La serie è noiosa, ridicola, petulante, da mentecatti, e c'è gente che compra perfino le magliette, ma come si fa? Mah!! 

Bazinga!! Stavo ovviamente scherzando: io adoro questa serie, è il Friends versione nerd, doppio motivo per cui mi piace, non c'è episodio in cui non ho riso (no dai, qualcuno c'è), non c'è episodio in cui mi sono annoiata, non c'è episodio in cui non mi sono sentita una nerd -alcune volte li capivo tranquillamente e ho visto in loro le mie reazioni, altre volte invece avevo la stessa faccia di Penny dopo una lunga e logica spiegazione sulla fisica-, questo telefilm è spettacolare. Al momento sto vedendo la serie doppiata in italiano, ma in futuro spero di trovare l'originale con i sottotitoli.
Il mio personaggio preferito? Ovviamente Sheldon, unico ed inimitabile. Anche Penny si è fatta valere col tempo, è l'unica che riesce davvero a zittire Sheldon!
C'è solo un effetto collaterale: alcuni comportamenti di Sheldon potrebbero diventare i vostri, come ad esempio http://www.youtube.com/watch?v=6v-Qv5GI5Os (purtroppo l'incorporamento è disattivato) ma soprattutto

mercoledì 4 aprile 2012

The lady/Marigold hotel



La trama. La birmana Aung San Suu Kyi vive in Inghilterra con il marito, ma a causa di una grave malattia della madre è costretta a fare ritorno nella sua terra natia. Qui c'è un regime militare/dittatoriale che limita la libertà di tutti, e osservando la situazione civile e le continue manifestazioni trasformate dai militari in cortei di morte, decide di dedicarsi al suo Paese. Ma il regime decide non la vede di buon occhio...

Parere personale. Questo film va analizzato da due punti di vista: cinematografico e umano. Il primo risulta essere lineare, semplice, pieno zeppo di musiche (mamma mia, ma non finisce mai la musica? Non ricordo scene senza sottofondo musicale!) per commuovere maggiormente lo spettatore, una continua alternanza tra vita privata e pubblica, privata e pubblico, marito, moglie, moglie, marito, figli, moglie, marito, marito, marito, marito, moglie, eccetera. Umanamente invece questo film coinvolge perché la storia di Aung San Suu Kyi è attuale, recentemente è stata liberata, ed aiuta ad approfondire una vita di cui personalmente non sapevo molto, ci si appassiona alla protagonista, si lotta con lei, si riflette con lei, ci si appassiona e ci si dispera con lei perché abbiamo di fronte una grande donna che ha sacrificato la sua vita per la libertà. Scena cult: Suu Kyi che si avvicina ai militari che le puntano i fucili e lei li oltrepassa senza battere ciglio (la scena si intravede nel trailer, ma nel film è ovviamente molto più intensa).
Bravissima Michelle Yeoh, molto somigliante ad Aung San Suu Kyi, spero che dopo questo successo decida di lasciar perdere i film di combattimento (come dimenticare il bruttissimo La tigre e il dragone?) perché è molto espressiva e quindi adatta ad altri ruoli.

Voto. 3-/5 (mi dispiace per il -, se Luc Besson avesse osato un po' di più il voto sarebbe stato più alto).




La trama. Un gruppo di pensionati inglesi decide, ognuno per motivi personali, di trascorrere il resto della sua esistenza al Marigold Hotel in India (infatti tutti comprano il biglietto di sola andata). Riusciranno a risolvere i loro problemi personali?

Parere personale. Credo di essere troppo giovane per certi film, o forse è il film in sè che non va (per esempio A spasso con Daisy mi è piaciuto tantissimo). Ma andiamo con calma.
Il film in sè non è brutto, anzi è molto carino, soprattutto la primissima parte che è interessante e simpatica, si ride di gusto, ma più si va avanti, più la noia aumenta e meno ci si appassiona ai personaggi, tranne due (a parer mio): Evelyn/Judi Dench, vera protagonista che ci incanta con le parole del suo blog, e Muriel/una stupenda Maggie Smith a cui spero donino il siero dell'immortalità. Forse il problema è stato proprio questo: troppi personaggi, troppi grandi attori, troppe storie da seguire e alla fin fine vengono male approfondite (soprattutto Muriel, peccato, era una delle più interessanti). Ed è un peccato perché il tema trattato è importante: la ricerca di sè, l'esistenza, i pensionati sono in grado di amare, razzismo, capacità di adattarsi, però la noia è sempre dietro l'angolo e superata la simpatica introduzione, il film diventa un po' piatto. 
Non voglio parlare di banalità -anche se lo è- perché la trama non è importante, conta il messaggio che effettivamente arriva allo spettatore, ma arriva con qualche sbadiglio.
Ma sapete qual è stata la nota veramente stonata? Dev Patel, precedentemente visto in The millionaire, qui sembrava la brutta copia di Jamal.

Voto. 3------------/5 (ed anche qui mi dispiace essere così drastica, ma quando in un film arriva la noia è difficile dare un voto alto).

martedì 3 aprile 2012

Ho vinto il premio "My beautiful lipstick"


Salve internauti e benvenuti ad un nuovo festeggiamento. Ringrazio Acalia per avermi conferito il premio My beautiful lipstick, inizialmente nato per le guru del make up (che io non sono) ma per qualche oscuro motivo il destino ha voluto che io vincessi un titolo alla Clio make up. Alla fin fine questo premio è vinto dai "blog che sono una figata" (parole non mie) e quindi non posso che ringraziare Acalia per il pensiero e preparare il mio discorso: Sì figa, ho vinto!!

Anche qui bisogna scrivere sette cose di sè e premiare quindici blog. Prepariamo gli ombretti ed iniziamo dai fatti miei:

1) Preferisco la penna blu alla nera.
2) Mi piace la tranquillità, infatti preferisco cento giorni da pecora ad uno da leone.
3) Non mi piacciono i pop-corn.
4) Il mio personaggio preferito di Dragon Ball è C18.
5) Sono fissata con l'orologio, guai se esco senza!
6) Musicalmente ascolto molti generi, anche un po' di metal, ma non mi piace il growl.
7) Sarò banale, ma il mio numero fortunato è il 3 (ma per motivi legati alla mia data di nascita completa).

E adesso la parte rognosa (gatto rognoso, bel gattone, tu puzzi come un caprone), ossia scegliere quindici blog. A differenza del premo Versatile, questa volta mi metto d'impegno e condivido il premio con altri blogger; prepariamo la cipria e iniziamo:

- Marco (Un blog molto vario ed interessante, non c'è un argomento specifico... certo, non è instabile come me, ma ci siamo quasi :D );
- Momo (Io fimo, tu fimi, egli fima, noi fimiamo, voi fimate, essi fimano... pessima presentazione, ma credo sia chiaro che il fimo è la sua specialità, e non solo);
- I tesori di Maya (fimo, tessuto, collane, bracciali, ......, non c'è niente che non riesca a fare, forse la mettereste in difficoltà con la ceramica: niente vasi, per ora, in futuro chissà);
- My secret underworld (una giovane fumettista, molto brava sia nei disegni che nei colori);
- Gegio (i film sono la sua passione, ha una collezione veramente invidiabile);
- Anna Nihil (televisione, film, attualità, qualche gossip... un po' di tutto);
- La tosca non è per tutti (mi piace il suo modo di scrivere: chiaro, lineare e sintetico);
- Il bibliofilo (cinema e libri, libri e cinema, con interessanti riflessioni sull'attualità);
- FruFru (una divoratrice di libri e pensieri);
- BlaBla (se dal nome pensate che sia un blog di gossip, vi sbagliate di grosso, tratta splendidamente di film);
- Mbj (i 1000 e un pensiero, la sua mente non si ferma mai);
- Col sole in fronte (mi piace la sua ironia e la sua fermazza, crede sempre in quel che scrive);
- Cannibal Kid (film, telefilm, musica... che più volete da un blog? Adoro anche la sua simpatia, la maggiorparte dei post crea un sollevamento verso l'alto delle mie labbra, vabbè un sorriso, per farla breve);
- Nihon (anzi dottoressa Nihon. Una grande esperta di anime, manga e Giappone);
- Sailor senshi diary (mi piace l'idea di blog scritto da più autori).

Congratulazioni ai vincitori, ringrazio nuovamente Acalia per il gentile pensiero ed ovviamente tutti voi lettori. Grazieeeeee!!! ^_^

lunedì 2 aprile 2012

Nucleare, cento scienziati dicono ancora sì



Reazione giustissima la sua, ed è anche la mia. Nooooooo nooooooo noooooooo noooooooo!!
Veronesi, ma ancora con questo nucleare sicuro? Ma soprattutto ancora con il nucleare?!?!? Gli italiani si sono espressi tramite referendum e ha vinto il sì (ricordiamo a questi signori il terzo quesito: Abrogazione delle nuove norme che consentono la produzione nel territorio nazionale di energia elettrica nuclare), quindi non ha senso parlarne ancora.
Ma sapete cosa mi ha fatto sorridere/disgustare? Questi scienziati hanno dichiarato: "Nessuna vittima ad oggi è dovuta alle radiazioni di Fukushima. Questa è la verità, verità che dovrebbe rassicurare sulle conseguenze di un incidente nucleare pur molto grave”. Stranamente non nominano mai Chernobyl, ma per quanto riguarda Fukushima solo io ricordo questa notizia? Non mi venite a dire che non ci sono state vittime perché ne ho già trovata una (e chissà quante altre che hanno dato credito al giornalista giapponese), credevo fosse cosa risaputa che le radiazioni non uccidono all'istante ma lentamente. 
Mi piacerebbe sapere quali interessi ci sono dietro la costruzione del nucleare,  perché insistono così tanto?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...