mercoledì 30 maggio 2012

Fuori di... testo #1

SIGLA!! 


Salve internauti e benvenuti ad un nuovo giochino della musica senza punti e senza senso. Il senza senso non riguarda il gioco, ma i testi di alcuni brani che dovrete indovinare. Non c'è scadenza perché non intendo postare regolarmente il "Fuori di... testo" ma saltuariamente. E per saltuariamente intendo così raramente che alla fin fine mi dimentichò di inserire nuovi quiz.
Ma lasciamo perdere e pensiamo a questo primo elenco di testi: cercate di ricordare il nome del brano -e magari anche l'autore- e riflettete attentamente sul significato della frase, se trovate un senso fatemi sapere perché io ci ho rinunciato (p.s. conto sulla vostra onestà e spero non cercerete la soluzione su google).

1) Mia madre non lo deve sapere, non lo deve sapere, non lo deve sapere!

2) Quando l'amore viene il campanello suonerà!!

3) Crolla il tuo castello tra la rabbia, sabbia e sole, quando pensi che sian dolci le parole.

4) E ti scorderai di me, quando piove e i profili delle case ricordano te.

5) E tutto ciò che so te lo dirò, e tutto ciò che non sai dire spiega il mare, ti prego non fermarti proprio adesso perché dopo non si può.

6) Vero che ti amo ancora vero che ti ho tradita falso è stato un gioco falso io lì non c'ero.

7) Sole rosso fa l'arancia di lassù, luna gialla fa il limone di quaggiù.

8) Se per caso cadesse il mondo io mi sposto un po' più in là.

9) Slacciati la faccia, arrabbia il gatto che gioca con la buccia e gira in tondo.

10) Il cellulare ce l'ho spento perché per me sei troppo sbattimento.

A voi la parola!

Soluzione:
1. Giuni Russo - Alghero. Indovinata da CineBlaBla.
2. Orietta Berti - Finché la barca va. Indovinata da Automaticjoy
3. Negramaro - Parlami d'amore.
4. Tiziano Ferro - Ti scatterò una foto.
5. Tiziano Ferro - Stop! Dimentica.
6. Paolo Meneguzzi - Verofalso. Indovinata da Automaticjoy.
7. Heather Parisi - Cicale.
8. Raffaella Carrà - Tanti auguri. Indovinata da Automaticjoy.
9. Valeria Rossi - Tre parole.
10. Dari - Wale (tanto Wale). Indovinata da Automaticjoy.

martedì 29 maggio 2012

Revolutionary road




La trama. Dopo undici anni, riecco nuovamente insieme Jack, Rose e l'inaffondabile Molly, ma se sperate in una grande storia d'amore, beh, vi sbagliate di grosso. I protagonisti sono una coppia di trentenni del 1955, lei vorrebbe diventare un'attrice ma non ha talento, lui svolge un lavoro che non gli piace ed entrambi sono stanchi della vita, ogni situazione è buona per litigare o per non parlarsi. Guardando alcune vecchie foto, lei trova una del marito a Parigi durante la guerra, scattata sotto la torre Eiffel e qui c'è la grande idea: bisogna andare a Parigi per ritrovare se stessi, lei magari potrebbe trovare lavoro come segretaria presso qualche organizzazione governativa e lui potrebbe finalmente avere tempo per se stesso e per trovare la sua strada. All'inizio lui ha dei dubbi su questa idea, ma si lascia convincere ed è entusiasta di partire, tanto che dà la notizia a tutti. Tra i due torna la felicità e migliora anche il rapporto con i figli (stranamente poco presenti in questo film: all'inizio, a teatro, non ci sono, va solo il marito: perché? Negli anni Cinquanta si usava chiamare la babysitter per ogni evenienza?), ma all'improvviso il dramma: lui ottiene una promozione sul lavoro e lei rimane incinta del terzo bambino. E tanto basta per fermare i loro sogni. Cosa succederà tra i due? Si può facilmente immaginare la risposta, ma fino a che punto il loro rapporto si lederà?

Parere personale. Dramma grandiosamente interpreato da Leonardo DiCaprio e Kate Winslet e ottimamente girato da Sam Mendes che si limita a mostrarci il comportamento dei due coniugi lasciando qualsiasi giudizio allo spettatore. Se da una parte la decisione di partire a Parigi può sembrare molto avventata (spera davvero di riuscire a diventare la segretaria di organizzazioni governative in poco tempo? E lui riuscirà a farsi mantenere da lei?), ma d'altra parte la vita è solo una: perché non fare di tutto per realizzare i propri desideri? Perché continuare una triste e monotona esistenza al posto di cercare la felicità? In fin dei conti Frank ed April sono ben decisi, quindi potrebbero farcela. E invece no, non ci provano neppure: hanno trent'anni e non c'è più la spensieratezza della gioventù, meglio un lavoro sicuro che permette di mantenere la famiglia. E come non fare paragoni con la società odierna? Noi non avremmo preso la stessa decisione?
E sapete qual è l'aspetto strano? In un mondo fatto di ipocrisia, l'unico in grado di dire la verità è il figlio dei vicini considerato pazzo, un matematico sottoposto a vari trattamenti elettroshock. Bisogna essere veramente pazzi a raccontare la verità in giro.


Voto. 4/5.

p.s. questo film è stato recentemente recensito anche da CineBlaBla e da Marco.

lunedì 28 maggio 2012

Avarat


La trama. Avarat si ritrova per qualche misterioso motivo su un pianeta selvaggio chiamato Pandora dove la natura regna sovrana. Su un albero alto centinaia di metri abitano i Nadalè, che nella loro lingua significa "non spingere che siamo su un albero alto trecento metri". Cosa farà Avarat? Riuscirà ad entrare nelle loro grazie?

Parere personale. Come avrete già immaginato, Avarat è la parodia di Avatar realizzata da Leo Ortolani. Come "chi è Leo Ortolani?"? Fuori da questo blog, immediatamente. 
Qual è la caratteristica di Avatar? La trama originale. Ovviamente no, ma il 3D. E anche questo fumetto è in 3D, necessita degli occhialini per potere essere visto senza sfocature, e incredibilmente ho notato maggiormente l'effetto tridimensionale nella versione cartacea rispetto alla versione cinematografica. Il che conferma il mio pensiero sul 3D. Spero soltanto che non inizino a realizzare costantemente fumetti in 3D, va bene averne uno ma può bastare, anche perché non è perfetto (ma credo dipenda dagli occhialini): ogni tanto vedevo doppio, la linea verde non diventava tridimensionale ma restava piatta e visibile separatamente dal personaggio. Comunque esperienza 3D positiva, però basta, spero si fermino qui.
E cosa dire della parodia? Avarat è composto da due numeri, nel primo vediamo Avarat e la sua ricerca del legame con la natura, caratteristica peculiare dei Nadalè, nel secondo numero arriva il cattivo che vorrebbe distruggere tutto. Esattamente come il film, però qui è tutto versione Leo Ortolani e dunque stracolma di gag. Gag che a volte funzionano, altre volte ahimé no, motivo per cui credo che Avarat sia l'opera meno riuscita dal creatore di Rat-man. Come "chi è Rat-man?"? Eterna vergogna su di voi. 
Dicevo alcune gag sono state ripetute più volte e alla fin fine stancavano, come ad esempio il pensiero delle proprie nonne o il Taaaac! (ma quest'ultima potrebbe servire per far capire il cambiamento del protagonista, prima abituato a avere tutto con la propria carta di credito). Alcune gag invece sono strepitose, come ad esempio la fila della panetteria (all'inizio di Avarat 1) oppure i legittimi dubbi di un Nadalè sulla presenza degli stranieri ("Non vogliamo stranieri, [...], poi arriva uno che non sappiamo nemmeno chi sia e lo facciamo vivere su albero casa... gli insegniamo i nostri segreti... lo accoppiamo con la più bella della tribù... e poi? Diamogli anche una pacca sulla schiena giù che si siamo! Dico! Non pare anche a voi una cosa un po' stupida?") oppure il geologo Amedeo Bondoni o il mitico gracchiosauro di Avarat ("zamina mina eh eh uaka uaka eh eh" ^_^) oppure il cattivo che è cattivo perché... no, non ve lo scrivo come non rivelerò nient'altro.
Avarat non è un capolavoro, ma è comunque un'opera abbastanza carina per una lettura leggera. Non è il miglior umorismo di Leo Ortolani, ma qualche sorriso c'è. E ovviamente non manca quel leggero senso di malinconia che contraddistingue molti numeri di Rat-man. 
Ma basta chiacchiere, brindiamo con una sbobbona!! Come "cos'è la sbobbona?"? E' un piatto tradizionale dei Nadalè dal sapore intenso e deciso, la sbobbona sembra un frullato di ... La risposta in Avarat 2 :)

Voto. 3-/5.

sabato 26 maggio 2012

Dubbio musicale n. 74



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente Fine Young Cannibal ha indovinato la somiglianza tra... aspettate, non ricordo, fatemi controllare... ah sì, giusto, tra Hung up di Madonna e Gimme! Gimme! Gimme! degli Abba (come giustamente ha sottolineato il Cannibale, si tratta di un "plagio" voluto) e grazie a questa risposta esatta si porta ad un solitario secondo posto! Congratulazioni e dieci rosari per lui!! E mentre Mbj e Mery preparano una bambolina voodoo, noi andiamo avanti con il quiz.

Piccola comunicazione di servizio: sabato 2 giugno non pubblicherò il nuovo quiz, quindi avete ben due settimane, ripeto ben due settimane, per indovinare la somiglianza tra Una carezza di Zucchero e... sì, è tornato Zucchero, che strano, non l'avremmo mai immaginato, no no... Stupitemi con grandi effetti speciali e buon ascolto!!

Classifica generale:
Marco: 22 punti
Cannibal Kid: 11 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin & CineBlaBla: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

venerdì 25 maggio 2012

Componente Instabile ringrazia



L'altro ieri questA blog ha festeggiato il suo terzo compleanno (auguri) e sia io che lei ringraziamo tutti per aver partecipato a questo lieto evento. Inizialmente Componente Instabile si è un po' afflitta perché gli auguri sono stati tanti ma nessuno ha pensato di prenderle un pensierino, ma poi la blog si è imbattuta in questo sito e ha tirato un sospiro di sollievo: conoscendo il vostro senso dell'umorismo, avrebbe ricevuto regali simili!!

Ovviamente scherzo, ma approffitto nuovamente per ringraziare tutti voi lettori fissi, occasionali o monopost perché si scrive il blog per se stessi, ma quando si ricevono commenti e feedback positivi fa sempre piacere. GRAZIE!!!

mercoledì 23 maggio 2012

Tre anni di instabilità


Ci si può dimenticare di un compleanno? Sì, a me capita SEMPRE: so che il compleanno di una determinata persona è un determinato giorno, arriva quel determinato giorno e io me ne dimentico SEMPRE!! E SEMPRE faccio gli auguri con immenso ritardo. Anche il mio blog deve subire lo stesso destino. Sorry Componente Instabile.

Comunque il 9 maggio 2009 nasce Componente Instabile, il 9 maggio 2012 compie tre anni, il 22 maggio 2012 festeggia i tre anni. Auguri!!!


Le è comunque andata bene (sì, Componente Instabile è una blog), potevo ricordarmi a giugno o luglio del compleanno... o non ricordarmi affatto! E so già che mi terrà il muso per mesi e mesi, chiedo a voi tutti di farle tornare il buonumore: per favore scrivete qualche barzelletta carina nei commenti, così ride e non ci pensa più. Vi prego!!!

martedì 22 maggio 2012

#tgcomsciacallo + due notizie informatiche



Mi unisco al coro di indignazioni rivolto al tgcom per aver pubblicato in esclusiva immagini della prima comunione di Melissa Bassi, vittima dell'attentato di Brindisi. Ma perché secondo alcuni giornalisti ogni tragedia deve diventare uno show di bassa qualità? Ogni tanto penso che alcuni sperano nelle disgrazie solo per poter puntare sul sensazionalismo del momento e aumentare l'audience, e così altre notizie altrettanto importanti passano in secondo piano. E' giusto informare sui vari eventi, ma dovrebbero imporre un limite e rispettare la dignità umana e la memoria di una persona.

Ma passiamo alla tecnologia. Un po' di tempo fa scrissi un post in cui elencai quali sono secondo me i pregi e i difetti della Apple. Ho da aggiungere due nuovi difetti che riguarderanno i nuovi MacBook Pro: niente lettore dvd e niente porta Ethernet. Ok, sono due tecnologie che presto potrebbero sparire, ma toglierle adesso ha senso? Se qualcuno volesse vedere un film di cui ha acquistato il dvd? E se qualche paese non è coperto da rete wireless? O decide di comprare driver esterni oppure rinuncia al MacBook. Voi cosa fareste?

Megaupload processo annullato? Forse. Pare che le autorità statunitensi non hanno la facoltà giuridica di incriminare Megaupload per il reato di pirateria informatica, violazione del copyright e riciclaggio di denaro, infatti Megaupload ha sede ad Hong Kong dove non possono essere applicate leggi americane. Come giustamente ci si domanda nell'articolo: "Le accuse contro i vertici di Megaupload sono certamente a sfondo criminoso, ma le autorità di Washington hanno davvero il potere giuridico di incriminare Dotcom e compagni? Che succede se gli agenti federali vogliono punire le attività di una società che risiede e opera all'estero?" E ancora, ma Megaupload tornerà online?

lunedì 21 maggio 2012

Young adult



La trama. Mavis, una sorta di ghostwriter e scrive libri creati da un'altra scrittrice delle categoria "Young adult", decide di ritornare nel paese dove è cresciuta dopo aver saputo della nascita della figlia di Buddy, un suo ex-ragazzo sposatosi con Beth. Convinta che lui non sia felice perché la vita di marito e padre non può che logorarlo, è decisa a far di tutto pur di riconquistarlo.

Parere personale. Evviva, ci son voluti due mesi ma Young adult è arrivato anche nelle sale pugliesi. Un'unica copia per due sale, per essere precisi. Ma sono contenta di non essermelo lasciato sfuggire. 
Mavis (interpretato da una bravissima Charlize Theron) è un'eterna liceale, incapace di avere relazioni vere e stabili -forse ci riesce solo con il suo cane, ma non ne sarei così sicura vedendo che lo tratta come un peluche vivente-, ritorna nel suo paese solo per tentare di riconquistare il suo ex-ragazzo perché secondo lei non può essere felice con una moglie e una figlia appena nata, troppo stress e troppa noia, lui ha bisogno di divertirsi con lei, di continuare la vita che hanno lasciato esattamente come la vivevano prima.
Young adult parte in maniera lenta, ad un certo punto guardi l'orologio chiedendoti il motivo per cui hai scelto proprio questo film, ma un attimo dopo cambi idea e inizi ad interessarti a Mavis e anche a Matt, ex compagno di scuola di Mavis che non ha mai considerato nonostante fosse il suo vicino di armadietto. Il film fa sorridere e riflettere -in realtà più riflettere che sorridere- e vediamo le vicende di una ragazza che nella realtà definiremmo una str***a oppure... bast***a oppure... ok, nel trailer viene data la definizione giusta, e probabilmente nella realtà ne esistono di persone così, motivo per cui è facile immaginare che la storia diretta da Jason Reitman (già visto alla regia in Juno e Tra le nuvole) non sia semplice frutto di fantasia ma con spunti presi dalla vita di tutti i giorni o guardando Studio Aperto. C'è una sola differenza con la vita fuori dagli schermi cinematografici: in Young adult alla fin fine un po' si fa il tifo per Mavis, nella realtà non credo.

Voto. 3/5.

sabato 19 maggio 2012

Dubbio musicale n. 73



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente "Il buono, il brutto e il Cannibale" ha indovinato la triste somiglianza tra Te voy a decir una cosa di Amaia (che razza di nome ha?) Montero con Felicità di Albano & Romina, e ha raggiunto il secondo posto in classifica.


Sono veramente tutti contenti, ma alcune fan di Cannibal Kid dovrebbero limitare la loro gioia, non siamo ad Amici di Maria De Filippi!!! Ricordiamo per tutti la classifica generale:


Marco: 22 punti
Mery & Mbj & Cannibal Kid: 10 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin & CineBlaBla: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti
 
Oggi abbiamo in gara una cover -credo-, si tratta di Hung up di Madonna che assomiglia tanto tanto tanto tanto ma proprio tanto ad un'altra canzone di... di... a voi la risposta. Buon ascolto!

martedì 15 maggio 2012

Kate Winslet - What if



E sì, Kate Winslet canta, se non ci fosse Audrey Hepburn sarebbe sicuramente la mia attrice preferita in assoluto, al momento si deve accontentare di essere la mia attrice vivente preferita (è riuscita a farmi piacere perfino L'amore non va in vacanza, un genere che considero noiosetto e con film spesso uguali tra loro). 
E la Winslet non si limita a recitare benissimo, no no, canta anche abbastanza bene. La canzone del video è What if e fa parte della colonna sonora del film d'animazione del 2001 Christmas carol: the movie, che sinceramente non ho visto e di cui ignoravo l'esistenza, in cui Kate Winslet presta la sua voce a uno dei personaggi insieme a Nicolas Cage... Kate Winslet e Nicolas Cage nello stesso film, cose dell'altro mondo.

domenica 13 maggio 2012

Hunger games



La trama. Ogni anno due ragazzi per ogni distretto di età compresa tra i 12 e i 18 anni viene sorteggiato per partecipare agli Hunger games, un reality show in cui tra i ventiquattro concorrenti solo uno può sopravvivere e così vincere. Dal distretto 12 vengono sorteggiati Peeta e Primrose, ma la sorella più grande, Katniss, decise di offrirsi volontaria per salvarla. Chi vincerà? Riusciranno Peeta o Katniss a tornare a casa?

Parere personale. Su questo film ho letto alcuni pareri discordanti: c'è chi dice che è bellissimo, c'è chi dice che è sopravvalutato, c'è chi dice è bellissimo, c'è chi dice che è noiosissimo, c'è chi dice no, insomma un po' di tutto. Io rientro nella categoria "mi è piaciuto, ma...": mi è sostanzialmente piaciuto, un'ottima riflessione su quanto i reality creino dipendenza e di come l'uomo si diverta a giocare con la vita. Il ma dipende da qualche punto un po' oscuro, sicuramente chiaro per chi ha letto il libro (non escludo in un futuro un pochino lontano di acquistarlo). Per esempio [super spoiler] secondo voi Katniss si è davvero innamorata di Peeta? Io dico di no, stava fingendo giusto per poter vincere gli Hunger games. Ma non ne sono del tutto sicura. Altro elemento che non penso di aver veramente capito sono i discorsi tra il tizio anziano barbuto -credo il presidente o comunque una figura importante- e il tizio con la barba strana. E perché se alla fine sia Katniss che Peeta avessero mangiato le bacche, sarebbe stato un problema tanto che Katniss viene quasi considerata un pericolo? Boooooh!! E le ribellioni? Possibile che sia veramente bastata una storia d'amore tra due giovani per dimenticare tutto?[fine super spoiler].
Gli attori sono stati tutti bravi, complimenti a Jennifer Lawrence che ha un volto veramente convincente, potrebbe anche non recitare per dare espressività a Katniss. 
Ultima cosa su Hunger games: è chiaramente un film maggiormente orientato ai ragazzi, ma magari fossero tutti così gli attuali film per ragazzi! Buoni Hunger games a tutti!

Voto. 3,5/5.

Dubbio musicale n. 72



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Quante probabilità ci sono che una rondine ti cagi addosso? Quante probabilità ci sono che una rondine ti cagi addosso mentre cammini? Quante probabilità ci sono che una rondine ti cagi addosso mentre cammini durante una vacanza? Quante probabilità ci sono che una rondine ti cagi addosso mentre cammini durante una vacanza decisa all'ultimo minuto? Auguro a questa rondine di ricevere lo stesso trattamento da un'altra rondine che vola più in alto!!
Ma torniamo a noi. Nel quesito precedente Cannibal Kid di Canicattì ha indovinato la somiglianza tra Uguali e diversi di Gianluca Grigniani con Knockin' on heaven's door di Bob Dylan, portandosi a 9 punti, gli manca un punto per raggiungere il secondo posto occupato da Mery e da Mbj. Ce la farà? Non ce la farà? Cadrà su una buccia di banana? Lo scoprirete solo su Componente Instabile.

Oggi abbiamo un brano del 2009, si tratta di Te voy a decir una cosa di Amaia Montero, una cantante spagnola molto coraggiosa, sì perché ce ne vuole di coraggio per plagiare la nostrana #@@#[]°#{°çç@. Di chi si tratta? A voi la risposta. Buon ascolto!

Classifica generale:


Marco: 22 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 9 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin & CineBlaBla: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

lunedì 7 maggio 2012

Tre metri sopra il comune


Vi ricordate di Federico Moccia? Quello che ha scritto Tre metri sopra il cielo, Ho voglia di te e cagate titoli simili? Beeeeene. Sì, è lo stesso di Amore 14. Sì, quel film di ragazze adolescenti che parlano di peni. Sì, hai capito bene, peni. Sì, proprio quei peni. Quel Federico Moccia là adesso è stato eletto sindaco in un paese dell'Abruzzo con l'89% di voti. Chissà se la sua prima opera sarà riempire i lampioni di lucchetti o regalare stelle alle ragazzine. Qui la notizia, insieme ad altre simpatiche curiosità su queste elezioni.

Sorelle Halliwell, ormai siete le opinioniste ufficiali del blog: cosa pensate di Federico Moccia sindaco?



La vostra è un'ossessione O_O

p.s. Componente Instabile si prende una settimana di ferie, ci si rilegge a partire da domenica o lunedì. Ciaoooo!!

Tokyo senza nucleare + i boccoli di Valerio Scanu



Finalmente una buona notizia in ambito nucleare. La notizia è italiana? Ovviamente no, è giapponese: il 5 maggio è stato spento l'ultimo reattore nucleare, dopo 42 anni il Giappone torna ad essere denuclearizzato. E' vero che nel periodo più caldo i giapponesi dovranno fare un po' di sacrifici perché l'energia nucleare ricopriva un terzo dell'energia totale del Paese, ma sono sicura che troveranno una veloce soluzione che permetterà di fronteggiare questa possibile emergenza, in fin dei conti stiamo parlando del Giappone, mica dell'Italia.
In conclusione credo che questa sia una buonissima notizia, ci fa capire come l'energia nucleare sia ormai obsoleta ed inutile, siamo in un'epoca in cui ogni giorno nascono nuove tecnologie, ci sono costantemente nuovi sviluppi a discapito della mente umana che difficilmente riesce a stare al passo, stiamo vivendo il futuro e a volte non ce ne accorgiamo.


Notizia lol: il nuovo look di Valerio Scanu:


Ma guardatelo, sembra un cugino di campagna. Ma in realtà sono io a non intendermene di moda, è un campo che non mi interessa, sentiamo una fonte più autorevole di me come ad esempio Phoebe Halliwell. Phoebe, cosa ne pensi di Valerio Scanu?


Che simpaticona la nostra Phoebe. Proviamo a chiedere a Piper Halliwell, la sorella più giudiziosa del trio. Piper, e tu cosa ne pensi?


Ehmmmmm sì, meglio non chiedere a Prue cosa ne pensa lei! :D

sabato 5 maggio 2012

Dubbio musicale n. 71



Salve internauti e benvenuti ad una nuova puntata del dubbio musicale! Nel quesito precedente BlaBlaBla BlarbaraAnn BlaBlaBla BlarbaraAnn ha indovinato la somiglianza (o meglio la cover) tra Scende la pioggia di Gianni Morandi ed Elenore dei Turtles, abbiamo dunque un nuovo concorrente pronto a sfidare gli altri in questo gioco senza frontiere un deux trois fiiii [il fiiii sostituisce il fischio :P ]. La gara si fa interessante e spietata, ecco il vero Hunger games dei blog (che, giusto per la cronaca, spero di vedere la prossima settimana). Rimanete connessi su Componente Instabile.
Prova sì sì prova, mi sentite? Scusate, ma al restate connessi su Componente Instabile c'è stato un silenzio imbarazzante :)

Basta fesserie e torniamo a noi. Oggi abbiamo Uguali e diversi di Gianluca Grignani che ha plagiato chi? Cosa? Quando? Ma soprattutto, perché? A voi la risposta a TUTTE queste domande. Buon ascolto!

Classifica generale:

Marco: 22 punti
Mery & Mbj: 10 punti
Cannibal Kid: 8 punti
Momo: 6 punti
Angela & Martin & CineBlaBla: 1 punto
Resto del mondo: 0 punti

giovedì 3 maggio 2012

Diaz/The avengers



La trama. Dopo i continui episodi di violenza durante il G8 di Genova del 2001 e la morte di Carlo Giuliani, i poliziotti vogliono trovare i black bloc a qualsiasi costo, persino con un blitz alla scuola Diaz.

Parere personale. Senza parole, sono uscita dal cinema sconvolta, indignata e senza parole per la crudeltà umana: ma come è possibile che nessun poliziotto abbia avuto un po' di pietà, hanno attaccato persino persone con mani in alto in chiaro simbolo di resa, e invece no, mangallenate per tutti, è stata una vera e propria carneficina, non c'erano vie d'uscita. La sceneggiatura di Diaz è presa dagli atti del processo a carico dei vari poliziotti, quindi racconta la verità; ma sapete cosa mi ha lasciato maggiormente sconvolta? Non solo delle persone si sono sentite potenti di malmenare delle persone incapaci di difendersi, non solo hanno giocato con la loro dignità, non solo hanno picchiato ed arrestato degli innocenti, ma non saranno mai puniti perché i reati stanno per andare in prescrizione.
Dice bene la locandina del film: "La più grave sospensione dei diritti democratici in un Paese occidentale dopo la seconda guerra mondiale". Inizialmente pensavo ad un'esagerazione per attirare più gente al cinema, e invece no, mi sono ricreduta.

Voto. 4/5.



La trama. Nick Fury, a capo dello S.H.I.E.L.D., dopo aver saputo che Loki -fratellastro di Thor- si è impossessato del tesseract, ossia un cubo dall'incredibile potere, decide di unire vari supereroi per formare la squadra dei Vendicatori per salvare il pianeta. Il gruppo è composto da Ironman, Thor, Capitan America, Hulk, la Vedova Nera e Occhio di Falco; riusciranno a fermare Loki?

Parere personale. Wow, che filmone, ha tutte le caratteristiche che ci si aspetta: tanta azione, tanti effetti speciali, nemici potenti, battute non scontate e ben dosate (la maggiorparte per merito di Ironman, come giustamente ci si aspetta). A tutti viene dato il giusto spazio, la trama non viene mai messa da parte, le psicologie dei personaggi tutte perfettamente mantenute e lo spettatore si diverte. Generalmente non mi piacciono molto i film d'azione e tamarri (come ad esempio Transformers o Fast & Furious), ma The avengers per fortuna non rientra nella categoria tamarra, merito degli attori -tutti bravissimi, persino Chris Evans- ma anche di Joss Whedon -ci sono state scelte registiche molto ricercate, come ad esempio il dialogo tra Loki e la Vedova Nera in cui vediamo entrambi, ma Loki attraverso (piccolo spoiler) il riflesso del vetro della camera dove è imprigionato (fine piccolo spoiler) oppure durante il combattimento Capitan America riesce a stendere un nemico e vediamo la sua espressione attraverso lo specchietto retrovisore di un motorino-.
Ah, giusto, ho visto il film in 2D e credo di aver fatto bene: i colori sono vivi, anche senza gli occhialini ero dentro il film e non ho mai staccato gli occhi dallo schermo.

Voto. 3,5/5.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...