giovedì 21 giugno 2012

La 194 non si tocca



Ho già parlato in passato della legge sull'aborto e scrissi che sono pienamente favorevole, se una donna ritiene necessario interrompere la gravidanza (feto malato, è stata vittima di una violenza, eccetera eccettera) deve essere libera di farlo tutelando la sua salute, non si può ricorrere a chissà quale pratica strana e soprattutto sono contraria ai medici obiettori di coscienza: sei un medico? Sì, e quando ti sei laureato eri consapevole che sarebbe potuta venire una donna, e tu medico non le puoi privare di un suo diritto, se sei contrario all'aborto avresti dovuto fare un altro mestiere.
Ma sapete di cosa mi stupisco? Che nel 2012 si cerchi ancora di annullare leggi quale l'aborto. Ma dai, togliamo anche il diritto di voto alle donne e siamo a posto.

3 commenti:

  1. Trovo veramente inquietante questo attacco al diritto di scelta delle donne, il volerle obbligare a una maternità che non desiderano e che certamente se portata a termine sarebbe fonte di sofferenza sia per loro che per il bambino non voluto.
    Nel 2012 ci sono ancora persone che pensano di poterci dire cosa fare delle nostre vite, è agghiacciante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto quel che hai detto e aggiungo: alla fin fine una donna è libera di scegliere se abortire o no, può anche decidere di tenere il bambino nonostante non fosse previsto o altro; non si decide di togliere il feto per puro capriccio o "c'è la legge sull'aborto, sfruttiamola", spesso è una decisione sofferta e ben ponderata, non viene presa alla leggera.

      Elimina
  2. Sottoscrivo tutto.
    Voglio che ci sia libertà di scelta. Tutto qui.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...