martedì 10 luglio 2012

Alcol vietato a Westminster, ma...



I deputati inglesi come quelli italiani? Mi sa di sì, anche se sono ben lontani dai privilegi che i deputati italiani riservano a se stessi. Ma partiamo dall'inizio:  nel 2010 un deputato scatenò una rissa con un giornalaio all'interno di Westminster a seguito di qualche bicchiere di troppo, e ancora a febbraio 2012 un parlamentare laburisto ubriachissimo ha iniziato a picchiare nel bar alcuni suoi colleghi, e spesso alcuni parlamentari si addormentavano durante i dibattiti perché brilli. E quindi hanno giustamente pensato "vietiamo l'alcool a Westminster, basta creare queste situazioni assurde, il mondo ci deride" (forse il pensiero non è proprio questo :D ), bravi, sono d'accordo con voi perché è assurdo ubriacarsi durante le ore di lavoro, bisogna dare il buon esempio ai propri elettori e ai cittadini in generale. 

Ed ecco quindi il nuovo regolamento: "Vietato l'alcool nel palazzo di Westminster". Peccato che non valga per i deputati, sì avete letto bene: i bibliotecari, gli impiegati e gli usceri devono rimanere sobri, invece i deputati possono permettersi un bicchierino e forse anche due, finché non sembrano brilli, alticci e magari troppo allegri, in tal caso non gli viene servito niente, al massimo un ginseng senza seng.

2 commenti:

  1. Come sempre i politici sono *speciali*! Sono senza parole per questa perla XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, i cari deputati in tutto il mondo (cari nel senso che costano troppo).

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...