martedì 28 agosto 2012

Once upon a time (stagione 1)


La trama. Cosa succese se il mondo reale e il mondo delle favole si fondono? E cosa succederebbe se nessun personaggio delle favole sa chi è in realtà? E quel che succede in Once upon a time, ambientato sia nel mondo della favole -ma non raccontate come le conosciamo noi, qui si conoscono un po' tutti e quindi vediamo Biancaneve interagire, per esempio, con Cenerentola o con Cappuccetto Rosso- sia nel mondo reale, precisamente a Storybrooke dove i personaggi vivono come se fossero persone normali e incapaci di allontanarsi. Storybrooke è stata creata da Regina in seguito ad un sortilegio per ottenere il potere ed è l'unica a ricordare il passato, ma non è la sola a conoscenza del sortilegio: c'è anche Henry, suo figlio adottivo, che cerca Emma Swan, sua vera madre nonché figlia di Biancaneve ed unica persona a poter spezzare il sortilegio e portare così il lieto fine alle favole. Emma accetta di restare a Storybrooke, riuscirà a far tornare la magia?

Parere personale. Ho da poco finito questa stupenda serie TV e non vedo l'ora di rivederla su RaiDue (dal 12 settembre) per fare più attenzione ai dettagli che ad una prima visione potrei aver tralasciato. Serie intrigante, mi è piaciuta dal primo episodio e andando avanti è diventato amore, mi sono affezionata a tutti i personaggi: Emma, Mary Margareth, Ruby, Henry, Graham, Regina, persino al signor Gold, tutti tranne David, un idiota che più imbecille non si può, è possibile che nel passato sia intelligente ma nel presente diventa un cretino? 
Ciò che rende particolare Once upon a time è la giusta mescolanza tra fiaba e realtà in toni maturi e non idioti o pseudofantasy come in Biancaneve e il cacciatore (primo titolo che mi è venuto in mente) e c'è spazio anche per qualche battuta che non guasta mai, anzi rende il prodotto finale molto più piacevole. 
Da vedere.

Voto. 5/5.

p.s. l'immagine riguarda la seconda serie :P

6 commenti:

  1. Interessante :) Potrebbe essere una delle serie tv da mangiarmi questo autunno :P

    RispondiElimina
  2. Ce l'ho in lista da un po' (subito dopo Spartacus 2 - la mia dose di masochismo - e Games of Thrones - di cui ho appena finito di leggere i primi quattro romanzi), mi ispirava molto e speravo che fosse una bella serie, dato che l'idea di base sembra proprio originale ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa che "Once upon a time" è stata pensata anni fa, ma gli ideatori si sono uniti agli sceneggiatori di "Lost" e quindi hanno dovuto aspettare, alla fin fine tanta attesa è stata ben ripagata perché con la tecnologia odierna il risultato finale è ottimo. Dopo "Spartacus" e "Game of thrones" dedicati a "Once upon a time", probabilmente non te ne pentirai ;)

      Elimina
  3. L'immagine lassù mi ha atratto al tuo blog ù.ù Quindi non potevo non commentare questo post ;)
    Infatti posso ben dire di essermi innamorata di questa serie, che mi son vista con il mio Dr. Jeckyll!
    Anche se, devo dire, ha un unico neo: fino a una metà abbondante della serie non succede granché e stava per diventare noiosa...per poi riprendersi verso la fine...e come si è ripresa :D

    -Miss Hyde-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molti la pensano come te: lento all'inizio, ma poi si riprende; personalmente l'ho adorato dal primo episodio e ora sono in trepidante attesa per la seconda serie :)
      Grazie per la visita e per il commento.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...