giovedì 6 settembre 2012

Il cavaliere oscuro - Il ritorno


Prima di scrivere la mia opinione su Il cavaliere oscuro – Il ritorno, vorrei porgere pubblicamente le mie scuse ad Anne Hathaway.
Ed eccoci al gran finale della saga di Nolan sul noto supereroe DC Comics, iniziato nel 2005 con il convincente Batman begins, continuato nel 2008 con il capolavoro Il cavaliere oscuro (secondo me il migliore della trilogia) e confermando quest’anno la sua bravura in tutto.
Riassumere questo film sarebbe un continuo spoiler e quindi non mi dilungherò (non che l’abbia mai fatto nei miei post), sappiate solo che la trama scorre fluida ed è avvincente dall’inizio alla fine –ci sono giusto alcuni dettagli fuori posto che fortunatamente non influenzano negativamente il giudizio finale, comunque li scriverò alla fine dato che sono grandi spoiler-, i personaggi sono tutti ben definiti e le loro psicologie non cambiate rispetto al fumetto –tranne una che troverete, come scritto prima, nei dettagli stonati...


.............. Ehm non stonati in quel senso...


-_-''' E' inutile, con voi non c’è niente da fare, cosa avete bevuto prima di connettervi? ^_^

       Dicevo.. ah sì, i personaggi: Batman è Batman e tanto basta per descriverlo: sempre più tecnologico, sempre più nobile d’animo e pronto a sacrificarsi, ma anche sempre più bisognoso di qualcuno che gli stia accanto (e non nominate Alfred, avete capito a cosa mi riferisco), si butterà infatti tra le braccia di Miranda Tate (Marion Cotillard) che prenderà il controllo della società di Bruce Wayne su sua richiesta (come perché? Non ve lo dico); poi abbiamo John Blake (Joseph Gordon-Levitt) che aiuterà i nostri eroi a salvare Gotham City; c’è Selina Kyle che finalmente ha la sua rivincita su tutte le Selina Kyle finora viste su grande e piccolo schermo (anche se Michelle Pfeiffer non mi era dispiaciuta in Batman il ritorno, ma la Selina di Nolan è più fedele al fumetto): combattiva, non viene morsa da nessun gatto come è giusto che sia, simpatica, finalmente ladra, Anne Hathaway si è rivelata bravissima nel ruolo della gatta –in questo film non è ancora Catwoman, vedremo un film su di lei? Non mi dispiacerebbe- ed ecco il motivo delle mie scuse ad Anne Hathaway: quando lessi per la prima volta il suo nome, pensai che avessero sbagliato a contattarla perché non adatta per questo ruolo ed invece sono stata felicemente in errore, l’attrice de Il diavolo veste Prada ed altri film simili ha dimostrato di essere un’ottima attrice e capace di recitare anche in film non romantici e strappalacrime. Ed infine c’è Bane, un forzuto che ha deciso di “liberare” Gotham: via i poliziotti, via i potenti, via i ricchi, Gotham deve essere governata dai cittadini. Ci riuscirà? Non ci riuscirà? Al film la risposta.
E adesso i dettagli boh/grandi spoiler, se non avete visto il film non leggete queste righe ed andate direttamente al voto.  
1) Da quando Bane fa discorsi così lunghi e sensati? Ecco la psicologia sbagliata a cui accennavo prima (ringrazio Andrea per la segnalazione);
2) Come è possibile che una bimba così piccola riesca a fuggire dalla fossa e persone ben più alte ed adulte, più forti e più allenate continuano a non riuscire nell’impresa? Capisco che la disperazione compie miracoli, ma continua a sembrarmi una fesseria.
3) Da quando il nome di battesimo di Robin è Robin? Ok, se il vero nome di John Blake fosse stato Dick Grayson o Tim o Jason, in pochi avrebbero colto la citazione (motivo per cui non lo considero un grosso errore ma un semplice omaggio). Ma secondo voi alla fine “Robin” diventa il nuovo Batman oppure sarà effettivamente Robin o Nightwing? Realizzeranno uno spin-off anche su di lui? Magari!
4) Mia personale curiosità: ma per il mondo Bruce Wayne è vivo o morto?

Voto. 4/5.

Ma il post non finisce qui, ho intervistato per voi Plaisir d’amour, superfan del mondo DC. Ecco cosa ne pensa del film.
Benvenuto nel mio blog. Qual è il tuo rapporto con il mondo DC? Chi sono i tuoi eroi preferiti?
E’ un rapporto complicato perché la continuity attraversa diverse crisi e certe volte vengono a me. I miei eroi preferiti sono Catwoman, Wonder woman… non si capisce che mi piacciono le donne, vero? [ride]... e tutta la Bat-family.

Anche tu hai dovuto aspettare più di un mese dall’uscita americana de “Il cavaliere oscuro – Il ritorno”. Secondo te perché la Warner Bros. Italia ha optato per questa scelta? Dipende dagli italiani in vacanza oppure dalla vicine uscite di altri film quali “The amazing Spider-man” o “Biancaneve e il cacciatore”? E questa scelta ha tolto spettatori al cavaliere oscuro a causa dei video sub ita già presenti in rete?
Non conosco le motivazione però il problema della pirateria in Italia ha inciso un po’ sugli incassi, secondo me un film come Batman doveva uscire lo stesso giorno a livello mondiale e non come uno di quei film che in Italia arriva dopo anni o solo in DVD, con la tecnologia odierna ad un mese di distanza è normale che trapelano spoiler e video subbati.

Cosa ne pensi del film? Sei uscito soddisfatto dal cinema?
Sono uscito dal cinema molto soddisfatto perché innanzitutto le tre ore sono volate vie, ho trovato la regia molto scorrevole e poco noiosa, personaggi ben caratterizzati, soprattutto Catwoman, e l’ho trovato una degna chiusura all’arco di storie ideate da Nolan. Se proprio devo trovare un difetto, e vi avviso, sto per spoilerare un pezzo della fine, non mi è piaciuto che il nome di battesimo di Blake è Robin e si introduce nella Bat-caverna. Capisco che Nolan voleva introdurre come chicca finale il personaggio di Robin, ma un Robin che si chiama Robin non l’ho mai sentito nell’universo DC.

Quale dei tre film ti è piaciuto maggiormente? E perché?
Mi è piaciuto maggiormente quest’ultimo, devo dirlo sono di parte perché c’era Catwoman e perché l’ho trovato meno noioso rispetto agli altri due.

Cosa ci dici del personaggio di Bane? So che nel fumetto non fa discorsi così filosofici. Come avrebbe dovuto realizzarlo Nolan?
Beh… sì, stando al fumetto Nolan avrebbe dovuto realizzarlo tutto muscoli e poco cervello, capace di organizzare dei piani però guidato più dalla forza fisica che dalle parole e dal fare filosofico di voler rendere Gotham libero dal sistema classista.

Ci hai detto che uno dei tuoi amori fumettistici è Catwoman. Pregi e difetti della versione di Christopher Nolan.
I pregi sono stati quelli di trasporre sullo schermo la Selina Kyle di Chuck Dixon, concedendomi dopo terribili versioni cinematografiche una veritiera Selina Kyle alias Catwoman.

Ma in questo film non si chiama ancora Catwoman.
Beh, negli anni Quaranta effettivamente non era conosciuta come Catwoman ma come La gatta, e quindi ci sta che non assuma in pieno questo titolo, magari più tardi i giornali di Gotham le affibieranno questo ruolo.

E i difetti?
Non ho trovato particolari difetti nella caratterizzazione del personaggio, più che altro nella scelta stilistica degli occhialini e l’assenza della frusta, segno particolare di Catwoman che anche nel fumetto, se non ricordo male, ha avuto fin dall’inizio.

Cosa pensi della Selina Kyle interpretata da Michelle Pfeiffer e successivamente da Halle Berry?
Un abominio per gli occhi umani, vedere una Selina Kyle bionda, schizofrenica e stupida da un lato, e vederne una mulatta, stupida, di nome Passion dall’altro, è come vedere Superman senza mutande che vola con il kit, anzi no, forse quello sarebbe anche meglio.

Supponiamo uno spin-off su Catwoman. Chi potrebbe essere il nemico?
Mi piacerebbe vedere le origini di Catwoman dove inizialmente il suo primo nemico è la strada e quindi i criminali di strada, e mi piacerebbe vedere Deadshot, che se non ricordo male è quello che “ammazza” Selina Kyle alla fine della versione due negli anni Novanta. Questo è uno dei nemici più grossi, mi vengono in mente anche Maschera Nera, Triangle man [nota di Sailor Fede: non sono sicura di aver scritto bene il nome di questo personaggio, spero che Plaisir d'amour mi corregga se sbagliato] e quello terribile fissato con i film horror, non ricordo il nome, ma è di una Selina moderna, degli anni Duemila.
  
Nel 2015 è previsto il film sulla Justice League, nel 2016 invece potremmo vedere nuovamente Batman perché è previsto il reboot. Pronostici?
Davvero non ne ho la più pallida idea. Spero che sia un Batman, seppur differente da quello di Nolan, che rispecchi la caratterizzazione dei comics DC.

Grazie per la disponibilità.
Grazie a te.

p.s. ho scritto questo post prima su Microsoft Word e poi ho fatto copia-incolla qui. Purtroppo non riesco a togliere alcuni errori di formattazione, quindi scusate se ogni periodo ha un proprio rientro.

15 commenti:

  1. Quel mistero su Robin affligge anche me... Io lo vedrei più sensatamente come un nuovo Batman, però a 'sto punto perchè dare il nome Robin?! Boh! Comunque sia degno capitolo conclusivo, anche se lo metto in ultima posizione rispetto agli altri due film. Il cavaliere oscuro è in assoluto il migliore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [spoiler] Tra l'altro questo dettaglio viene detto alla fine, lo spettatore non fa in tempo ad abituarsi o a capire che finisce il film, per questo motivo spero in uno spin-off -anche se dubito che ci sarebbe Nolan alla regia-.

      Elimina
  2. non do mai voti (ho passato la mia vita precedente a dare voti e giudizi, adesso basta); comunque il tuo 4/5 è condivisibile
    secondo me, mr. Wayne è vivo agli occhi del mondo (l'ho visto ieri sera in via Tornabuoni)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io all'uscita dal cinema: c'erano due tipi vestiti da Batman e Catwoman come simpatica (?!?!?) sorpresa per l'evento.

      Elimina
  3. sì, film ben fatto è tutto.
    però, dopo il cavaliere oscuro, era davvero necessario?
    a me è sembrato giusto una replica (fin dal titolo) del precedente, solo meno ispirato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, che trilogia sarebbe senza un terzo film? :D

      Elimina
  4. il mio Batman preferito è quello del film Batman e Robin... ehm , mi sa che è perchè è l'unico Batman che ho visto^^;

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che non sia rimasta sconvolta dalla visione, secondo me è uno dei più brutti :)

      Elimina
  5. A me non ha fatto impazzire, l'ho trovato ben girato e tutto ma un po' fragilino, sia nelle psicologie dei personaggi principali (quello che mi è piaciuto di più è stato Alfred), sia nella trama che ha dei grossi buchi logici ^^ Parecchio sottotono rispetto ai precedenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In sala ero troppo presa dal film e ho un po' spento il cervello, tanto da non trovare grossi buchi logici. A freddo mi vien da pensare al [spoiler][spoiler][spoiler][spoiler]cambiamento improvviso di Miranda Tate: ma non odiava il padre? Perché vendicarsi di Batman per la sua morte e continuare con il suo piano? Forse ho perso un passaggio in quella scena.

      Elimina
  6. Complimenti a Sailor Fede per l'ottima recensione/riflessione sul ritorno del cavaliere oscuro.
    Mi ha fatto davvero piacere partecipare alla sua intervista ;)
    Solo alcune precisazioni..(perchè sono un maniaco dei dettagli)
    1) il nome da civile della catwoman di Haley Barry è Patience.
    2) il nemico di catwoman versione3 (cioè quella attuale,
    fumettisticamente parlando) è Angle Man ;)

    Bene adesso incrocio le dita per lo spin-off con Anne Hathaway!!!


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahah Patience e io ho scritto Passion... Cerca di capirmi: quel film è talmente brutto che voglio dimenticare tutto, anche il nome della protagonista!

      Elimina
  7. Film spettacolare con attori grandissimi, il migliore della trilogia (o almeno l'unico che mi ha trasmesso qualche emozione!!).
    Concordo però con la fesseria della prigione sotterranea perché, bambina a parte, anche la cura che si becca Bruce Wayne è davvero all'acqua di rose, e ribadisco che la Hataway è sicuramente brava, ma Michelle Pfeiffer rimane per me la sola, unica e vera Catwoman!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuovo metodo di guarigione Bruce Wayne: ti si rompe una vertebra? Basta un pugno ben assestato e tutto torna come prima, neppure Clint Eastwood sarebbe stato così bravo :D

      Elimina
    2. Avevo rimosso quella scena, te lo giuro Fede, per proseguire nella trama, ma il paragone con Eastwood ci sta, come quello con gli Expendables.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...