giovedì 27 settembre 2012

La prima locandina pensata per Prometheus

E dopo Gli abbracci spezzati e Sette anime, scopriamo la vera storia di Prometheus.

Forse non tutti lo sanno, ma inizialmente Ridley Scott non aveva in mente di girare il prequel della saga di Alien perché cos'altro si può aggiungere a quel che è già stato detto? Ma il distributore e soprattutto i finanziatori hanno bloccato il progetto originario, ossia il prequel de I promessi sposi!! Peccato, se Scott(i) si fosse veramente ispirato al più celebre romanzo di Alessandro Manzoni, i dialoghi ne avrebbero sicuramente giovato, e forse anche mercuriato!


3 commenti:

  1. L'ho visto, l'ho visto!
    e riassumo la TRAMA
    Nel prologo A. Manzoni (in vacanza nelle Alpisvizzere) fa una pisciatina in un laghetto. Arrivano due BRAVI poliziotti svizzeri che lo redarguiscono: "Italiani sempre maleducati! Non faremo mai parte di un'unione europea che comprenda l'Italia, NE' DOMANI NE' MAI!!!"
    La frase perentoria colpisce il Manzoni che, abbottonati i calzoni va a casa e scrive un romanzo.
    Nel quale romanzo una spedizione (finanziata da
    DON RODRIGO) parte per il lontanissimo pianeta MONZA per scoprire perché gli Italiani siano così maleducati.
    La comandante LUCIA MONDELLA si innamora dell'androide RENZO (è meglio sposare un androide, credetemi: non dirà mai "mia madre cucinava meglio").
    Arrivati a Monza, vengono attaccati dalla MONACA (che è anche laureata in ingegneria), ma Lucia incinta non-si-sa-di-chi ha partorito un mostro INNOMINATO (somiglia tutto a Umberto Bossi); il mostro uccide la monaca, mentre Lucia e alcuni pezzi di Renzo partono per BERGHEM (l'inevitabile sequel).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In più sul pianeta Monza si trovano degli esseri cattivi chiamati Bravi :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...