mercoledì 7 novembre 2012

Back to the futur... from Lucca


Ed eccomi nuovamente nel mondo virtuale dopo una settimana di assenza. Mi avete pensata? Ma quanto mi avete pensata? Qualunque sia la risposta, sappiate che no, io non vi ho pensato neppure per un secondo, ero troppo concentrata a guardarmi intorno, ad ammirare fumetti che al momento non posso permettermi (L'eternauta, anche tu un giorno sarai mio!) e a girovagare con schiena e spalle doloranti.

Iniziamo dalla grande incognita di quest'anno: il tempo. Fortunatamente ci ha graziato, io e Andrea abbiamo affrontato il peggio il 31 ottobre durante il viaggio, abbiamo trovato la pioggia in tutta Italia, da poco prima di lasciare la Puglia fino in Toscana; i giorni della fiera, invece, è andato tutto bene, giusto un po' di pioggia il primo e l'ultimo giorno.

Passiamo alle lamentele: ma quanto se ne approffittano gli stand dell'usato? Tanto? No, di più, ci sono gli standisti onesti e quelli meno onesti. Mi spiegate perché dovrei acquistare un fumetto a prezzo di copertina quando vado dagli editori e trovo lo stesso fumetto, nuovo e scontato? E mi spiegate perché "Il signore dei ratti - edizione platino" e i due Avarat li vendete a 11 euro ciascuno nonostante allo stand Panini stiano a prezzo di copertina? Ma siete scemi?!? Mi state prendendo in giro? E non parliamo degli albi Planeta De Agostini della DC Comics, alcuni sono intoccabili (alcuni numeri che interessavano al mio ragazzo costavano sui 40 euro), perché? Semplice, sono diventati introvabili perché gli albi DC adesso sono pubblicati dalla RW Lion. E bravi i furbetti. E perché se devo vendere una serie di manga in ottime condizioni (è successo ad Andrea con Naruto) a malapena pagate 50 centesimi ad albo -troppa grazia, molte volte anche meno di cinquanta- e poi li vendete a prezzo di copertina? Ma bitch please!!

Altra delusione dell'anno: il palco, davvero misero. Il primo giorno c'erano alcuni comici di Colorado Cafè ma pioveva e quindi niente. Il secondo giorno c'era Giorgio Vanni -ma abbiamo saltato il concerto perché basta, non se ne può più delle basi musicali su un palco e lui che urla ogni tre secondi, secondo me Giorgio Vanni è l'Emma Marrone delle sigle dei cartoni animati- e dopo c'erano due idioti sul palco, o meglio lei, la giapponese Eriko, era sostanzialmente brava, voce potente ma nelle canzoni j-pop non so perché aveva una voce ridicola; il problema era lui, l'italianissimo Dj Shiru, che faceva battute che non facevano ridere, faceva lo stupido sul palco e quindi serata nì. Il terzo giorno Dio creò... pardon, il terzo giorno c'erano le Mele Verdi seguite da una cantante j-pop, May's, che mi ha stupito: non faceva la stupida sul palco, non faceva balletti stupidi e ha una buona voce, peccato che aveva già il fiatone dopo tre canzoni, ma molto brava, complimenti. L'ultimo giorno alle 19 erano previsti i Gem Boy per il gran finale... peccato che hanno anticipato il concerto alle 18 causa pioggia (senza avvisare) e alle 19  i tecnici stavano già smontando il palco. Ma dai!!! Comunque i Gem Boy portano decisamente sfortuna al Lucca Comics: l'anno in cui si esibirono con Cristina D'Avena pioveva!

Ma nonostante ciò l'esperienza è stata come sempre positiva, tanti cosplay, tanti eventi, tanti autografi (nello specifico Cristiano Spadoni -copertinista di Julia-, Laura Zuccheri -Julia e Le spade di vetro- e Giuseppe Palumbo -Diabolik-, Andrea invece ha l'autografo di Christopher Paolini -Eragon & Co.-, avrei voluto un altro autografo di Leo Ortolani, ma la fila era troooooppo lunga!) ma soprattutto tanti fumetti, e non sono mancate le sorprese: girovagando ho incontrato Gumitien e Il tizio qualunque, due youtubers molto in gamba. 

Il momento lol quest'anno viene aggiudicato dalla rievocazione della battaglia di Bunker Hill per Assassin's creed III: il narratore ogni tanto sbagliava a parlare ("Assassissississin's creed"), poi quattro americani nascosti da quattro assi contro venti inglesi, "morivano" le persone di dietro e non in prima fila (avranno visto il film Wanted - Scegli il tuo destino?), morti che resuscitavano, noia a palate e risate a gogo.


Qui sotto, alcuni dei miei acquisti (ho dimenticato di inserire i primi due volumi di Watchmen e i Classici di Repubblica de L'uomo Ragno e delle Sturmtruppen, invece gli adesivi delle guerriere Sailor che vedete a destra erano gratuiti -gli altri gadget e cartoline gratuite non entravano in foto-):



Stavo dimenticando il momento "Possibile che non si sia accorto di niente? Ma neppure Fantozzi lo farebbe" del viaggio: perché il tergicristalli di questa macchina funziona al contrario? Lo scopo è togliere la pioggia dalla targa? Per fortuna avevo la fotocamera pronta a riprendere tutto (ho dovuto disattivare l'audio perché stavamo ascoltando la radio e non vorrei che Youtube mi creasse problemi per il copyright).

12 commenti:

  1. Girato poco e comprato ancora meno (anche se il cappellino e lo scaldamani di Totoro e un paio di bei fumetti li ho rimediati) ma anche io sono riuscita ad arrivare al Luccacomics per un giorno anche quest'anno *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultimo giorno vidi la sciarpa di Totoro, mi sono un po' pentita di non averlo comprato anche se costava circa 20 euro. Quali fumetti hai comprato?

      Elimina
    2. Ho preso il volume di Bradipit *-*
      E un paio di fumetti che nno conosco per un amico..!

      Elimina
  2. Andiamo in ordine
    1) "Ma chi è quel tizio col cosplay da Sheldon Cooper?", la prima cosa che ho pensato vedendolo senza occhiali....
    2) Vero! Quelli dell'usato a volte fanno certi latrocini! Mi è capitato svariate volte (anche se solo al Romics).
    3) Bel bottino! Abbiamo un bel po di gusti in comune :P ehhehehe

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1) E pensa che è stato il miglior cosplay :D Scherzo, ma quest'anno sono stati pochissimi i cosplay geniali, mi hanno leggermente delusa.
      2) E non solo al Romics, ormai è usanza comune.
      3) Grazie, avrei voluto comprare molto di più ma ho dovuto fare delle scelte.

      Elimina
    2. Per le scelte ti capisco... questo è un periodo di magra, anch'io prendendo i fumetti quando posso

      Elimina
  3. ci sei mancata tantissimoooo!!!!! ma anche no! ahahahahhaha bentornata! ^_^ :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche voi, bisogna organizzare un incontro prima di Natale (spero di liberarmi ma ormai sono pienissima, poi ti invio una mail). Salutami Angela :)

      Elimina
  4. Che invidia!!!! Pure io vorrei leggermi gli albi che hai preso, ma soprattutto vorrei vedere l'auto con cui siete andati a Lucca.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma l'auto su cui viaggiamo o quella del video?

      Elimina
  5. L'unica volta che sono stata a Lucca mi sono segnata di fare molta attenzione prima di acquistare che è un covo di dannati ladri. Piuttosto l'usato lo prendo su e-bay che almeno la cifra arriva tutta all'ex-proprietario senza passaggi di mano >__<

    What a wonderful world ce l'avevo anche io nella lista della roba da recuperare. Pazienza, sarà per la prossima volta.

    Immagino la battaglia fatta male. Le rievocazioni possono essere molto carine o terribili, credo che la via di mezzo non esista XD

    RispondiElimina
  6. Per quanto riguarda l'usato, ne approffittano anche per gli albi Bonelli: due anni fa costavano un euro l'uno, l'anno scorso 1.50, quest'anno ben due euro!! Ma stiamo scherzando? E alcuni albi sono veramente indecenti: sbiaditi, gli adesivi del prezzo sulla copertina, pagine rovinate e/o staccate. Ma che cosa!!

    Ho letto parecchie recensioni positive su "What a wonderful world", speriamo bene. Non so quando lo leggerò, ma sicuramente scriverò due righe.

    E mi sa che hai ragione, questa rientra nelle super terribili!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...