lunedì 17 dicembre 2012

Lo Hobbit - Un viaggio inaspettato



Trama e parere personale. Goduto. Ho goduto vedendo questo film, era esattamente quel che mi aspettavo: Gandalf, Gollum, Bilbo, Galadriel, Elrond, Frodo, Saruman, Gran Burrone, gli elfi, i nani, gli orchi, i nazgul... quanto mi siete mancati. Certo, Lo Hobbit non arriva a quel capolavoro che è Il signore degli anelli, però è piacevole, adrenalinico e non mancano le grandi perle di saggezza. 
Il grande dubbio italiano di questo film: ma Gigi Proietti riuscirà a sostituire degnamente Gianni Musy? Sì, ci riesce, secondo me Proietti ha svolto un lavoro meraviglioso, ci si abitua subito al cambio di voce. Voto da 0 a giannimusy: 8.

Come inizia Lo Hobbit? Con Frodo e Bilbo che parlano della festa di compleanno di quest'ultimo (la scena è presa dai primi capitoli del signore degli anelli)...

http://youtu.be/4Wcg2-m1Me8?t=40s

Eh già, maledetta nostalgia canaglia, per poco non mi cade la lacrimuccia! Dopo pochi minuti parte Lo Hobbit e i ricordi di Bilbo su quel che è successo sessanta anni prima: Gandalf il grigio si reca da Bilbo Baggins per una proposta, ma questi non lo ascolta. La sera si presentano alcuni personaggi alquanto strani: sono tredici nani capeggiati da Thorin che, insieme a Gandalf, vogliono recarsi a Ereborn, la montagna solitaria, per recuperare le ricchezze al suo interno contenute rubate dal drago Smaug. I nani, convinti da Gandalf, credono che Bilbo sia un ottimo scassinatore. Parte così l'avventura: battaglie, inseguimenti, colpi di scena, incantesimi, tanta suspance e non mancano i sorrisi. E ovviamente non manca neppure lui, l'anello del potere:

http://youtu.be/NMuTGBsqoFw?t=18s

Ogni volta che si nomina o appare l'anello non può non esserci questa  canzone :)
Sembra sia trascorsa mezz'ora, e invece subito appaiono i titoli di coda: il tempo vola, le due ore e cinquanta non si sentono perché il film non annoia: l'attacco del drago, la cena dei nani a casa di Bilbo, la battaglia nani contro orchi, Gran Burrone e gli elfi, l'incontro con Gollum, la battaglia finale sull'albero, la colonna sonora... tutto è straordinario ed immensamente epico! 

Lo Hobbit ha comunque il difetto di basarsi molto sulla precedente trilogia, non solo come personaggi, ambientazioni e musica, ma anche come scelte registiche (Gandalf sbatte il bastone come nella scena "Tu non puoi passare", il modo in cui Bilbo si infila l'anello al dito è identico a quello di Frodo, ad un certo punto sembrava che Gandalf dovesse dire "Fuggite, sciocchi!", la scena della falena che chiama le aquile, quando fuggono dagli orchi sembra la scena delle miniere di Moira, eccetera). Secondo difetto: ma questi qui non si fanno mai male? Ad un certo punto mi è sembrato un cartone animati degli anni Ottanta (come ad esempio Il castello nel cielo) in cui nonostante le cadute questi non si fanno mai niente. Nonostante tutto resta ugualmente un film da vedere e rivedere.

Ah, un'ultima cosa: ho visto il film in 2D, probabilmente mi pentirò di non averlo visto in HFR 3D ma penso che i miei occhi mi ringrazieranno.

Voto. 4/5. 

p.s. nel suo blog Marco Grande Arbitro ha inserito il merchandise relativo a Lo Hobbit. Secondo me hanno esagerato, ma quanto vorrei la borsa con la mappa della terra di mezzo!!

12 commenti:

  1. gran bel film, non si discute
    qualche difettuccio (ma chi non ne ha?) che mi divertirò a elencare quando posterò
    PREVEDO INCASSI GALATTICI
    va bene per bambini fiabadipendenti: Radagast viaggia con una slitta trainata da conigli giganti che fa tanto Narnia
    va bene per adolescenti cresciuti sui ritmi spaccaspacca dei videogames
    va bene per quelli (come me) che vanno in orbita per lo sguardo di C. Blanchett (aver inserito Galadriel anche in questo film è una drittata della produzione)
    INFINE posso assicurarti che il 3D aggiunge POCO O NIENTE: posso dirlo perché l'ho visto in entrambe le versioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero che il 21 dicembre non ci sia la fine del mondo, altrimenti non potrò mai leggere il tuo post (nell'aldilà esiste Internet?)

      Elimina
  2. Grazie ancora per la segnalazione :D

    Il film l'ho visto oggi, è qualcosa di Magnifico.
    Non nego che mi è scesa una lacrimuccia ad inizio film per la commozione rievocativa di gioventù.
    Credo che ritornerò al cinema a vederlo!

    RispondiElimina
  3. Auguri di Buon Nataleeeeeeeeee ^_____________^
    Grazie per la visita^3^
    Questo film volevo vederlo, ma putroppo nella mia città i cinema si sono ridotti al minimo termine, sigh!
    Aspetterò bramosa il BluRay!!! *ç*

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. In quanto candidato al premio miglior blog di cinema, ti invito a votare:
    http://hovogliadicinema.blogspot.it/2012/12/miglior-blog-di-cinema-votate.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, ho votato... no, non lo dico (comunque non me stessa).

      Elimina
  6. Una recensione lo stronca, questa lo esalta. Alla terza riuscirò a capire l'andazzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tutto dipende dallo spirito con cui vai a vedere il film, chi ha stroncato Lo Hobbit è andato con puro spirito critico (ripensando al film con mente fredda ci sono altri difetti che non ho citato in questo post, per esempio alcune scene erano in effetti prevedibili: i nani sono in difficolta, arriva Gandalf a salvarli, i nani sono in difficoltà, arriva Gandalf a salvarli, i nani sono in difficoltà, arriva Gandalf a salvarli, ecc. oppure da metà film già si immagina il discorso finale tra Thorin e Bilbo), però se lo si osserva puramente con il cuore il film esalta. Non rinnego il voto, per me rimane un 4 su 5, però Peter Jackson ha puntato troppo sull'effetto nostalgia.

      Elimina
    2. Ah beh, per i nani farei questo ed altro :-D Ho trovato una terza recensione positiva, e si affida al cuore: Babol.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...