giovedì 3 gennaio 2013

My TopTen: i migliori film da me visti al cinema nel 2012


Ed anche il 2012 è finito, sembra che siano trascorsi appena 366 giorni dal 3 gennaio 2012, e invece è passato un anno, che strana la vita (e che idiota la nostra Sailor Fede). Altro motivo di idiozia: il titolo dice My TopTen, ma in realtà sarà una TopTwenty perché quest'anno ho visto tanti film decenti e non sapevo quali escludere e quindi ecco i venti film da me visti al cinema nel corso del 2012 che ho particolarmente gradito/apprezzato/amato e per cui sono stata contenta di aver pagato il biglietto. Pronti? Via!

20° POSTO - ParaNorman) Ero indecisa se inserire ParaNorman o Le 5 leggende, ma il primo si è dimostrato decisamente più originale, una vera chicca da non perdere.





19° POSTO - Titanic & La bella e la bestia) Al diciannovesimo posto troviamo due film riproposti su grande schermo che adoro. Peccato per l'inutile riconversione in 3D...







18° POSTO - Young adult) Il miglior film del 2012 di Charlize Theron, un film che fa riflettere e sorridere e che non può non essere escluso da una classifica dei migliori film dell'anno scorso.






17° POSTO - Millennium: uomini che odiano le donne) Non ho visto la versione svedese, ma questa di David Fincher è meravigliosa con personaggi ben delineati (soprattutto Lisbeth) e tanta suspance.




16° POSTO -  Hugo Cabret) Avrà anche una trama prevedibile (sta per succedere qualcosa... e succede), però è magico ed è un piccolo viaggio nel mondo del cinema.




15° POSTO - Pollo alle prugne) Ho amato il fumetto di Marjane Satrapi, ho adorato questo film: una storia d'amore non convenzionale, una vita dedicata alla musica.



14° POSTO - Il castello nel cielo) Ma come? Solo al 14mo posto? Ehmmm sì, per quanto adori i film di Miyazaki, questo non è il preferito: siamo negli anni Ottanta e lo Studio Ghibli racconta magiche favole, ma deve ancora perfezionarsi.





13° POSTO - The lady) Grazie a Luc Besson mi sono avvicinata alla vita di Aung San Suu Kyi ed ad interessarmi alla situazione birmana. Non un capolavoro a livello cinematografico, ma a livello umano sì.




 12° POSTO - Un sapore di ruggine e ossa) Penso che Marion Cotillard sia una delle migliori attrici francesi e penso che le basti uno sguardo per rendere il suo personaggio assolutamente credibile. Questo film, molto intimo, è l'ennesima dimostrazione della sua bravura.





11° POSTO - The blues brothers) Avrei voluto inserirli nella TopTen, ma essendo un film non recente ho preferito penalizzarlo un po', ma qui tutto è epico: i dialoghi, le battute, la colonna sonora, le varie situazioni... tutto!




Ci vediamo domani con la seconda parte di questa TopTwenty!

12 commenti:

  1. Con questa prima parte mi hai già convinto! Ottimi gusti :)

    RispondiElimina
  2. grandi un sapore di ruggine e ossa e young adult!
    e pure paranorman m'è piaciucchiato abbastanza

    RispondiElimina
  3. Sinceramente, ho preferito Le 5 leggende a Paranorman, che pure ho adorato.
    Grandissimo Uomini che odiano le donne (la versione svedese non è niente di che, fidati...), un po' meno Hugo Cabret, che non mi ha emozionata come avrebbe dovuto.
    Quanto ai grandi classici, mi trovi perfettamente d'accordo *__*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato difficile escludere le 5 leggende, però ero più soddisfatta alla fine di ParaNorman rispetto alle 5 leggende e quindi si è aggiudicato il ventesimo posto.

      Elimina
  4. Cavolo, voglio leggere la top 10 ehehehe

    RispondiElimina
  5. A me invece Hugo Cabret è piaciuto tantissimo, il 16. posto mi sembra ingeneroso... ma è il bello delle classifiche, no?
    Io invece mi sono portato avanti, compilando la hit-parade dei film più attesi del nuovo anno! Buon 2013!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io aspetto alcuni titoli da te elencati. Kelvin, da quando hai cambiato layout al tuo blog non riesco a commentare... ma hai cambiato impostazioni?

      Elimina
  6. a me "Young Adult" proprio non è per nulla piaciuto...
    mentre ho trovato poetico, anche se lento "Hugo Cabret"...
    "Pollo alle prugne" l'ho perso, purtroppo, ma vedrò di recuperare!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pollo alle prugne è anch'esso poetico, peccato che si stata tolta la carica ironica del fumetto.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...