martedì 26 febbraio 2013

Gangster squad



La trama. Mickey Cohen è il dominatore di Los Angeles e questo grazie al suo giro d'affari, alla corruzione e alla paura che è riuscito a infondere in tutti. Ma c'è un poliziotto che crede nella giustizia e vuole fermare il suo dominio e per questo forma una squadra disposta a tutto pur di salvare la città.

Parere personale. Ci sono due modi differenti per guardare Gangster squad: come film è mediocre, banale e stracolmo di cliché, come videogioco sarebbe perfetto.
Iniziamo dall'aspetto videoludico: se avete giocato a Mafia: the city of Lost Heaven, vi sembrerà di vedere un suo clone versione poliziotto: Sean Penn sembra un giovane Don Morello, il capomafia rivale; le sparatorie sono simili e al limite dell'impossibile (ne parlo dopo) e la trama e i dialoghi sembrano presa da un qualsiasi videogioco poliziesco.
Passiamo all'aspetto cinematografico, gli aspetti positivi sono pochi e per fortuna rilevanti: il cast è ottimo e Ryan Gosling sempre più affascinante; i costumi, le ambientazioni, le armi e le auto molto veritiere (ve l'ho detto che sembra Mafia); la trama, nonostante gli stereotipi e le banalità, un po' coinvolge, soprattutto all'inizio; ci sono momenti simpatici in cui si ride di gusto; la colonna sonora è piacevole. Ma che pizza perché succede tutto quel che lo spettatore si aspetta? Siate originali! E invece no, sono stati banali. E le sparatorie... quanto mi hanno infastidito le sparatorie: perché i nemici sbagliano sempre mira nonostante sparino in continuazione? Perché ai buoni bastano due pallottolle per uccidere le persone? Perché se i nemici appaiono all'improvviso e di sorpresa non sparano subito? Perché i nemici hanno un'intelligenza minima? Ad un certo punto come fa Grace a salvarsi e scappare? Ops, scusate, era un piccolo spoiler, ma niente di grave perché potete capire solo se avete visto il film.

Voto. 2,5/5.

14 commenti:

  1. peccato... mi ispirava non poco come film, ma sento pareri negativi un po' ovunque

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ispirava molto anche me, il trailer è interessante, il film un po' meno.

      Elimina
    2. visto... che dire, sembra che ti abbia copiato la recensione, la pensiamo uguale su quasi tutto.

      Elimina
  2. a me è piaciuto abbomba! ottimo prodotto ben confezionato nonostante il genere sia stato sputtanato in ogni dove. Inoltre non l'ho trovato neppure paraculo o pretenzioso.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio perché il genere è "sputtanato in ogni dove" bisogna creare qualcosa di diverso.

      Elimina
  3. è vero, film assolutamente banale.
    come videogame potrebbe anche funzionare, ma io non ci giocherei comunque :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E soprattutto non compreresti il gioco nuovo e a prezzo pieno :)

      Elimina
  4. Mentre vedevo il trailer ho pensato:"Se fosse qualcosa alla L.A. Noir?"
    Da quello che leggo fa molto "videogame".
    Uhm.... la cosa mi incuriosisce. Anche se, i pareri negativi sono molti...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se hai altre priorità cinematografiche, lascia perdere "Gangster squad".

      Elimina
  5. A me è piaciuto parecchio.
    Certo, è molto prevedibile, ma è ben confezionato e gli attori sono in formissima!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con la tua frase: è ben confezionato e gli attori sono in formissima, ma nonostante ciò non l'ho apprezzato. Peccato :(

      Elimina
  6. Visto ieri.
    E' un poliziesco di hollywood con l'abito anni '50.
    Il film è prevedibilissimo, sai già chi muore e come andrà a finire.
    SPOILER
    e sai anche che finirà alla Walker Texas Ranger, ossia a cazzotti, perché il nemico faceva il boxeur.

    I cliché si sprecano ed è tirato via in certi punti:
    trovano il radiocomunicatore, lo ammazzano, e il protagonista torna dalla moglie cento ore dopo: io sarei SUBITO corso da lei.
    Poi: Jack viene ucciso in piscina, sotto gli occhi di lei, e il suo ragazzo se ne strasbatte le palle. Poi dice: ho saputo che Jack è morto (della serie: di te me ne sbatto), ma soprattutto... lei che ARRIVA IN TAXI, e A CASA DEL PROTAGONISTA... mentre i due bevono sulla veranda come niente fosse.
    Come faceva a sapere che erano lì? Come faceva ad essere al sicuro?
    Come facevano i poliziotti a starsene tranquilli?

    Inoltre... il neonato giù subito dimesso dall'ospedale e pronto a partire? LOL

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. [spoiler] Mickey Cohen ha scoperto le identità dei poliziotti, non ha una sua squadra per ucciderli? Li lascia tranquillamente bere sulla veranda con la tizia che tranquillamente arriva in taxi?

      Elimina
    2. SPOILER
      appunto... è pieno di buchi narrativi^^

      Moz-

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...