lunedì 11 febbraio 2013

Les misérables



La trama. Jean Valjean vs. Javert, Fantine vs. il mondo, Cosette vs. i locandieri, Marius vs. i soldati... sembra un film di guerra, invece è un film di miserabili.

Parere personale. Si nota che non sapevo come scrivere la trama? Ci sono così tante situazioni, così tante psicologie e così tante canzoni che è difficile riassumere due ore e mezza di film. 
Mi è sostanzialmente piaciuto, sebbene alla fin fine ero stanca di sentirli cantare: sono ai lavori forzati? Cantano. Sono disperati? Cantano. Pregano? Cantano. Sono sul cornicione? Cantano. Sono feriti? Cantano. Stanno per morire? Cantano. Stanno pensando? Cantano. Lavorano? Cantano (provate voi a cantare sul posto di lavoro e vediamo cosa succede). Leggono le lettere? Cantano. Per fortuna non appare Napoleone che canta a Waterloo altrimenti avrei bestemmiato!!
Perché il film mi è piaciuto? Perché la trama è interessante e, come scrive Anna Nihil nella sua recensione, il merito è tutto di Victor Hugo, le canzoni sono un aiuto ad intensificare i sentimenti (bravissima Anne Hathaway). Però basta cantare!!! Non sono contro i musical, però qui davvero si esagera. Pensate che non ho mai visto così tanta gente andarsene dal cinema prima dei titoli di coda.
Pensate che le canzoni siano l'unica nota stonata? Ahimé no. Ci sono anche i (pochissimi) dialoghi in italiano che sono davvero fuori luogo (ora capisco meglio la recensione di Anna): perché doppiarli? Il film è tutto cantato e dunque sottotitolato, lasciate la voce degli attori e via.
Altro difetto: la regia. Esattamente come mi è successo per Il discorso de re, non ho ben capito perché Tom Hooper riprenda i faccioni degli attori e li metta di lato, ma sempre, il film è spesso un primo piano che a lungo andare stanca, un po' come le canzoni. Ho già parlato delle canzoni? Pensate che ero così stanca di ascoltare musica che per la prima volta non ho acceso lo stereo in macchina, io che non c'è giornata in cui non ascolto musica!
Ma alla fin fine vi consiglio questo film? Nonostante i difetti, ve lo consiglio: gli attori sono bravissimi (su tutti Anne Hathaway e Hugh Jackman, non immaginavo avessero una voce così potente), alcune canzoni sono davvero carine e la storia coinvolge lo spettatore.

Voto. 3-----/5.

7 commenti:

  1. Io non ce l'ho fatta a vederlo... mi hanno fatto svariate proposte, ma non mi sono mosso di casa.
    Non mi andava proprio di vederlo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se non ti piacciono i musical, hai fatto benissimo.

      Elimina
  2. Sono uscita dalla sala sfinita come te. Tra la durata e i canti è stata davvero dura, ma ne è valsa la pena, dai. Poteva essere meglio ma anche molto molto peggio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quoto, prima di entrare al cinema pensavo che mi sarei annoiata e invece no, "Les misérables" mi ha piacevolmente stupito.

      Elimina
  3. Lo sfinimenti è stato abbastanza condiviso. Anche da me molti se ne sono andati, alcuni prima della fine del primo tempo addirittura. Un musical con troppe canzoni xD e in effetti ora che mi ci fai pensare le parti parlate potevano lasciarle in originale, ci risparmiavano pure.. però a volte se non fosse doppiato si farebbe fatica a capire se cantano o meno..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono molte canzoni in cui si ha quasi la sensazione di un parlato (Lou Reed per esempio), poteva essere lo stesso anche qui.

      Elimina
  4. A me è piaciuto tantissimo ma concordo con tutti i difetti da te segnalati. Aggiungo però che non sono rimasta affatto convinta da Jackman, ho preferito Russell Crowe!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...