giovedì 9 maggio 2013

QUATTRO anni di instabilità (Hansel & Gretel inside)



Tanti blogauguri a te, tanti blogauguri a te, tanti blogauguri Componente Instabile, tanti blogauguri a teeeee!!!! [soffio sulle candeline] [ne rimane una accesa] [seconda soffiata] [magari ti spegni] [terza soffiata] [m'hanno soffiato il portafogli] [maledetti, neppure su Internet si può stare tranquilli] [era uno scherzo degli invitati, riecco il portafogli] [grazie, la prossima volta non vi invito] [bazinga]

Quattro anni, non ci posso credere, sono già trascorsi quattro anni dal giorno in cui ho creato un account Google per scrivere cosa? Niente di rilevante, ma perlomeno niente di bimbominkiesco. E solo per questo motivo mi merito non uno ma dieci cento mille applausi. Per festeggiare l'evento prendo spunto dalla Toei ed il suo modo di festeggiare i trent'anni di Versailles no bara/Lady Oscar: annunciano un film, ma non lo realizzano. Esattamente come me oggi: annuncio il festeggiamento del compleblog, ma non farò niente. Olè!

Per non lasciarvi soli e sconsolati e per dare un minimo di senso a questo post celebrativo, ecco la mia opinione su un film che ho visto ieri al cinema: Hansel & Gretel - Cacciatori di streghe. Ma forse dovrei dire Hansel & Gretel - Inquisitori. Ma forse ho sbagliato prima a scrivere "dare un minimo di senso" e dopo "Hansel & Gretel". Ma vediamo il trailer.



La trama. I piccoli Hansel & Gretel vengono abbandonati dal padre nel bosco e trovano una casa di marzapane. All'interno c'è una brutta strega che vuole mangiarli, ma i due riescono ad ucciderla e a bruciarla. Capiscono che il loro destino è diventare cacciatori di streghe.

Parere personale. Cosa aspettarsi da questo film? Assolutamente niente. E fate male, perché bisogna sempre aspettarsi il peggio. La trama? Banale! Le situazioni? Banali. I colpi di scena? Banali! I dialoghi? Che ve lo scrivo a fare, sono banalissimi! Le stronzate? Persino quelle sono banali! Tanto che questa recensione sarà banalissima. Iniziamo dai pregi, anzi dal pregio: la computer grafica. Molto funzionale e visivamente grandiosa, i combattimenti sono stati realizzati molto bene e le scene splatter sono davvero splatter, qualsiasi combattimento finiva con teste distrutte, gambe spezzate, corpi spezzati, viscere all'aria, sangue dappertutto. Neppure Tarantino tende ad esagerare così tanto. Ma perlomeno sapevano come realizzarli e ci sono riusciti egregiamente. I difetti invece sono tanti, ma mi limiterò a quattro punti cruciali:

- i dialoghi. Ma quanto sono banali i dialoghi, una volta ho perfino anticipato il film. Hansel: siamo pronti a combattere, adesso Io: scateniamo l'inferno. Hansel: Scateniamo l'inferno. Basta dire "scateniamo l'inferno", è troppo banale! Cari i miei sceneggiatori, la prossima volta che scrivete nel copione "scateniamo l'inferno" sappiate che perderete l'uso della ragione e la vista. Vi ho avvisati.

- le armi. A giudicare dagli abiti, dalle case, dai villaggi, dallo stile di vita, la storia sembra svolgersi durante il Medioevo. Ok. Mi spiegate allora perché le armi di Hansel e Gretel sono moderne? Perfino più moderne delle armi a noi odierne. Tra l'altro c'è un attrezzo simile ad un taser, uno storditore elettrico. Ma cari i miei sceneggiatori, se c'è uno storditore elettrico, significa che nell'epoca in cui vivono Hansel e Gretel esiste l'elettricità. Se esiste l'elettricità, perché nei villaggi si usano ancora le torce a fuoco?!?!?!? Ma scherziamo?!?!?

- scheletro di adamantio. E' l'unica spiegazione possibile: Hansel e Gretel hanno subito un processo simile a quello di Wolverine e anche loro hanno uno scheletro di adamantio. Questi due cadono da alberi altissimi, subiscono scontri terrificanti in cui vengono lanciati all'aria e sbattuti ad ogni dove, tanto da distruggere muri (e ripeto muri), ricevono calci fortissimi sui fianchi, e non si fanno niente, neppure una costola leggermente inclinata, neppure un lividino, solo qualche graffio e basta. So cosa state pensando: si tratta di una favola, di un film fantastico, cosa ti aspetti? Potrei darvi ragione, ma è ugualmente fastidioso.

- le reazioni umane. Se potrei minimamenente (anche no) accettare i primi tre punti, questo no. Questo no. Le reazioni umane non possono essere scritte -uso un termine tecnico- a cazzo. No, non ci sto. E' ridicolo e patetico. E anche banale. Per esempio: è notte, il vostro capo vi costringe a cercare una pericolosa strega in mezzo al bosco; siete nel bosco e siete armati, vi si avvicina una donna. Voi cosa fareste? Io inizierei a puntarle il fucile. Cosa succede nel film? Parlano tranquillamente con la donna. Ma davvero? E non finisce qui. E' giorno, siete nel bosco e siete attaccati da una strega. Voi cosa fareste? Io inizierei a scappare. Cosa succede nel film? Rimangono tutti fermi, immobili, a bocca aperta! Scappate, cazzo!! No no no, non devo bestemmiare. Altro esempio un po' spoileroso: caro il mio papà, sai che c'è un pericolo che mette in pericolo tua moglie in quanto strega bianca e forse anche la vita dei tuoi figli. Tu cosa fai? Porti i due pargoletti in un posto nascosto? No. Li porti da una persona fidata? No (ma forse non ne conosce). Li porti in una chiesa? No. Li dai due pistole per difendersi? Ma magari. Il padre li abbandona nel bosco. Lo riscrivo: li abbandona da soli nel bosco. Lo stesso bosco in cui si trovano le streghe cattive. Lo stesso bosco abitato da troll e orchi. Lo stesso bosco in cui potrebbero esserci dei lupi affamati. Lui li lascia così, soli e indifesi in un bosco!!!! Mi spiegate come non bestemmiare alla visione di questo film? E perché io ho deciso di recensire questo film proprio oggi? Ho trasformato un giorno di festa in un giorno di bestemmie. Dannati Hansel & Gretel!!!!

Voto. 1,5/5.

12 commenti:

  1. Ahahaha tanti auguri intanto, quattro anni caspita! Complimentoni!
    Io quel film non lo voglio proprio vedere, dopo la tua recensione preferisco risparmiarmi le bestemmie xD M'è bastato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Per quanto riguarda Hansel & Gretel: ma solo io mi sono immolata allo schifo? Non vale!

      Elimina
  2. Auguroni cara!!!!
    Il film non l'ho visto ma le chiappe di Renner... ehm.... il trailer mi sembra molto interessante!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :)
      Sinceramente Renner non mi dice granché, preferisco le chiapp... il trailer di Robert Downey jr. :)

      Elimina
  3. IPERULTRAMEGA AUGURI!!!
    :)
    E' un bel traguardo :)

    Per il film... penso una cosa: forse è un bene prenderlo alla leggera. Cioè mi va bene come film scenico e pieno d'esplosioni. Per il resto... è da buttare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie anche a te :)
      "Hansel & Gretel" va preso solo per gli effetti speciali che, in effetti, sono meravigliosi, in 2D si notano meglio. Nonostante conoscessi questa premessa, le bestemmie sono ugualmente volate.

      Elimina
  4. BUON COMPLEANNO, COMPONENTEINSTABILE!!!!!!!
    quanto al filmuzzo di H&G, dopo la tua recensione, penso sia candidabile al PREMIO CHIAVICA

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Thanks :)
      Premio Chiavica e sicura Flop Ten 2013.

      Elimina
  5. Mi accodo per gli auguri, ma non ti montare la testa che Facebook è dietro l'angolo, e gufo un'altra volta su Blogger.com.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Merci :)
      No no, Facebook proprio no, lo sai. E non gufare su blogger, non vorrei darti ragione.

      Elimina
  6. Buon compliblog! Quattro anni sono un bel traguardo (pensando anche a tutti i post che hai scritto! Io ne ho molti di meno) ^^

    Hansel e Gretel già non mi interessavano prima, ora proprio li eviterò accuratamente!
    Le reazioni umani sballate sono una delle cose peggiori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arigato :)

      Evita, se almeno noi donne avremmo potuto rifarci gli occhi, ma neppure quello è concesso (come ho scritto prima, Renner non mi dice niente).

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...