giovedì 17 ottobre 2013

Winx Club 1x04: La palude poco paludosa di Melmamora



Come al solito, si inizia con una panoramica del paesaggio, roba che i disegnatori dello studio Ghibli vedrebbero solo nei loro peggiori incubi. C’è un’esercitazione sul campo con il professor Palladium vestito come un sir inglese (non mi va di prendere in giro uno che si ritrova questo cognome, è già abbastanza criticato dalle sue studentesse), non fa in tempo a spiegare cosa bisogna fare e quali pericoli ci sono che subito una studentessa dice “Mi ha punto una zanzara”, come dicevo roba pericolosa. “Mi ha punto qui sulla gamba, guardi” e si alza i pantaloncini per mostrare la puntura. Ehi, siamo in un programma per bambineeeee!!


O forse spera di ottenere bei voti in cambio di prestazioni sessuali? Credo che certi stratagemmi ci siano in tutto l’universo, magico o no che sia. Il professore però le dà un due di picche dicendole che non sa cosa farci, e tutte ridono dello “scherzo” divertentissimo alle spalle del professore. So che lo sto scrivendo in tutte le puntate, ma che grande scuola Alfea! Scopriamo qual è l’obiettivo di questa esercitazione/gita/perdita di tempo/sicuramente c'è la fregatura/che non ci sia lo zampino di Faragonda, la preside pallonara?: in tre ore bisogna uscire dalla palude di Melmamora e raggiungere, senza l’uso della magia, la radura al centro della foresta di Selvafosca. “Ascoltate la voce della natura” e se ne va con il teletrasporto, lasciando le fate sole solette. “E ora che si fa? Mariniamo la lezione?”. Prima di continuare, voglio far notare che siamo in una scuola di magia, e qui si chiede di non usare la magia. Ma lasciamo perdere, non pretenderemo roba sensata!


Le Winx, grandi allieve, si incamminano e si buttano all’interno della palude,  che notiamo essere non così grande, non potevano continuare sul terreno solido al posto di buttarsi lì dentro? Intelligenza da fa(t)ine. Tecna: “C'è una pozzanghera alquanto strana che non mi piace nemmeno un po’”. Una pozzanghera in un laghetto paludoso?!? Tecna attiva la modalità super-sborona: “Mettetevi al riparo, ci penso io!” ed è pronta ad usare la magia. La ragazza è stata decisamente attenta alle parole del professore, ma tanto lui non c’è, chi se ne importa no? Ma Bloom la blocca: “No, dobbiamo ascoltare la natura, non sentite questo odore?” "O Bloom si è nuovamente concentrata troppo –infatti è stata la prima a notare l’odore- oppure è gas, andiamocene via!!!”. E si nascondono dietro un tronco. Giusto per la cronaca: era effettivamente gas.


Torrenuvola. Le Trix marinano le lezioni di... Zarathustra? Darcy, con occhiali rubati ad Anastacia, grida: “Knut, stupido orco, dove sei?” L’orco minchione è nell’armadio della sua padrona, ma l’odorino non è dei migliori “Siamo in un carto-panettone e io ho mangiato dei fagioli, bisogna iniziare subito i bambini ad abituarsi a certe battute. Comunque vi ho chiamato telepaticamente perché ho una comunicazione da darvi: nonostante fossi imprigionato in questo armadio da cui non riuscivo ad uscire prima del vostro arrivo, ero appostato a Fonterossa e ho sentito che gli specialisti porteranno alle autorità il troll vestito da lottatore di sumo”. La dolce e paziente Stormy giustamente nota che se, venisse interrogato, sarebbe talmente vigliacco da fare i loro nomi; l’astuta Icy, quindi, decide che va tolto di mezzo… per sempre. Queste tre sembrano avere dei cervelli funzionanti, io tifo per loro.


Finalmente un po’ di azione e di movimento, c’è una musichina scartata da Beverly Hills Cop per quanto è poco decisa, un’astronave che ondeggia a caso e il solito paesaggio. Sono gli specialisti che portano il troll alle autorità, e ovviamente chi hanno chiamato per una missione così importante: i soliti quattro, ossia BranThor, Ken Jr., Goemon e Timmy Cooper. “Ho una strana sensazione, mi prude il mio quinto senso e mezzo” dice Brandon, ma Riven alla guida dell’astronave lo tranquillizza: “Ho il completo controllo del mezzo, e adesso chiamatemi capitano mio capitano”. E la situazione è talmente sotto controllo che si sente un botto e scatta l’allarme. Altra botta. Cosa può essere stato? “Gli strumenti non rilevano niente”… ma un controllo prima di partire no? A Fonterossa sanno che esiste quella cosa chiamata manutenzione? 


La navicella precipita e viene notata dalle Winx che... corrono? Saltano? Zompettano? Non si capisce, comunque si dirigono nella direzione dell’astronave e raggiungono gli specialisti. “Tutto a posto, ragazzi”. “Tutto a posto” dice Riven, guardando Musa, che gli fa capire di essere interessata al ragazzo. E abbiamo capito da chi sarà formata la seconda coppia. Arriva la cattiva notizia: il troll non solo è fuggito, ma è riuscito anche a togliersi le manette. 


Però non riesco a capire come, dato che -come si vede dall'immagine qui sopra- le manette sono ancora integre, mah. 
Piccolo battibecco tra Goemon e Stella “Ragazze toglietevi di mezzo e lasciate campo libero agli specialisti”, “E quand’è che arrivano gli specialisti?”, “Sono qui davanti a te, stupida ragazzina”. 92 minuti di applausi per Riven. Arrivano altre fate paperottine (da dove spuntano?) “Noi sappiamo cavarcela da sole”. Ah le fate: nella puntata precedente sbavavano per gli specialisti, adesso li respingono; mi chiedo come funzionino gli ormoni delle fate.


Piccola riunione di condominio tra le Winx: "E adesso che facciamo? Aiutiamo i ragazzi?”, una Flora dalla maglia verde chiaro consiglia di lasciar perdere, continuare l’esercitazione e lasciare gli specialisti in pace. “Ma io non mi so fare i fatti miei… volevo dire, conosciamo quel troll e sappiamo che è un osso duro”. Una Flora dalla maglia rossa (che razza di errore, a meno che non sia la versione angelo e diavolo) e dalle idee chiarissime: “Ok, andiamo”. Tecna riattiva la modalità sboron e si rende conto che la navicella è stata colpita in volo e qualcuno ha aiutato il troll a fuggire”. Brava Sherlock, ottima deduzione.

Le Winx iniziano le  indagini su dove possa essere il troll e come mai le impronte poco alla volta spariscono, come se il troll si fosse volatilizzato. Ma non solo il troll si è volatilizzato, ma anche il senso di dare un minimo di realismo ai disegni: mi spiegate questo?


Le impronte ci sono, ma le scarpe delle Winx no, come se si trovassero in un laghetto. Impronte sì, scarpe no. Ancora: impronte sì, scarpe no. Come è magicamente possibile? Se si trovano in un laghetto, pozzanghera, quel che è, non dovrebbero esserci impronte! I disegni di questa serie mi lasciano sempre a bocca aperta... per lo sconforto.
Supponendo supponendo, le ragazze capiscono che il troll è stato aiutato. Noi spettatori l’avevamo già capito un minuto fa, ma tant’è. “In marcia, ragazze!” “Da che parte andiamo?” “Andiamo… dalì!!”, esclama Bloom. “Perché proprio lì?”, “Mi pizzica il senso di ragno”. In effetti Bloom non dà spiegazioni logiche, dice semplicemente “sento che la direzione giusta è proprio quella”, per poi essere confermata da Flora: “Sì lo sento anch’io, dobbiamo andare da quella parte”. Sveglia, sei sì o no la fata della natura?.


Cambio di scena. Gli specialisti sono sì esperti, ma nel combinare casini e nel mettersi nei guai. Sono infatti intrappolati da delle piante come se fossero dei salami appesi. Altro cambio di scena, si torna dalla fat(t)ine. Che sballo questi cambi improvvisi. Flora dice di non fare rumore perché ci sono “carnivore silenti” che detestano la confusione, e giustamente cosa fa Stella? Fischia e fa rumore per mettere alla prova le piante. Manco Homer Simpson. Naturalmente viene intrappolata anche lei (per favore Flora, lasciala così, non sai che favore ci faresti!!!) e liberata da... sssssh dal suono del silenzio. E non mi sembra il caso di scomodare Paul Simon e Art Garfunkel. Ma in lontananza sentiamo il coraggioso Timmy gridare aiuto. Flora parla alle piante e queste si calmano, liberando i quattro ragazzi. Frasi pomiciose tra BranThor e Bloom e i due gruppi decidono di unirsi “Io non faccio squadra con delle fat(t)ine”, dice Riven, ma non è abbastanza sborone da continuare da solo.


Come prima, laghetto paludoso, terra solida intorno, ma il gruppo opta per il laghetto. Perché andare sulla terraferma, quando la palude ci permette di fare delle figure di merda davanti a delle ragazze, vero Timmy? E inizia così il gioco del canguro, il salto della quaglia, campana (o salotto, dipende da dove abitate) e qualsiasi cosa stupida vi venga in mente: nella palude ci sono delle zolle d’erba e bisogna saltare da una all’altra, tipo trampolini elastici semi-movibili. Brandon: “Si sta creando un gorgo-vortice, dobbiamo allontanarci" no, questo non l’accetto. Un gorgo vortice? Un gorgo vortice? Usare due sinonimi per dire la stessa cosa? Un gorgo vortice, Brandon? Ancora Brandon: “Non cadete in acqua, il gorgo vortice non lascia scampo!!!”. Di nuovo gorgo vortice? Continua la scena dei salti-balzi, ma Riven cade in acqua. Ovviamente colui che si lamentava del dover continuare da soli. Tecna lo prende per le braccia, ma sta per cadere in acqua. Timmy la prende per le caviglie, ma sta per cadere anche lui. BranThor sfodera il suo martel… pardon, Brandon e Bloom lo aiutano. Sono tutti salvi. Purtroppo. E magicamente sono tutti sulla terra ferma. Non chiedete spiegazioni, grazie.


Riprendono il cammino e sentono una fat(t)ina gridare. Trovano il troll che sta… che sta… che sta fermo davanti a tre fate e si limita a fare rumore ed ringhiare. Piano: le Winx distraggono il troll, BranThor e Timmy Cooper lo bloccano, Ken Jr. e Goemon li mettono le manette. Ovviamente non funziona, e beh, mica è stato ideato dalla protagonista raccomandata. Il troll vestito da lottatore di sumo e pettinato come Richard Benson scappa. Le tre fate prima in pericolo deridono i quattro ragazzi “Specialisti nelle figuracce”. Non credo che la prossima volta qualcuno andrà a salvarle. Altro momento pomicioso tra Bloom e Brandon. E Tecna inizia a lanciare occhiatine trottoline amorose a Timmy.  Tutti felici e contenti, il gruppo è unito, volemose bene.


Vediamo come se la passano le Trix. Come mai appaiono le streghe e improvvisamente è notte e c'è la nebbia agli irti colli? Il professor Palladium aveva stabilito tre ore, dite che si starà preoccupando per le allieve? Che domanda inutile: no! Il troll raggiunge le tre streghe che lo teletrasportano nel limbo in modo che non possa più parlare. Missione compiuta. E le tre tornano a Torrenuvola. Per me la puntata potrebbe anche finire qui, le streghe hanno finalmente vinto, sigla finale. Invece riecco la compagnia dell’anello di Stella che arrivano esattamente dove c’erano le streghe, con la sensazione che sia successo qualcosa perché c’è dell’energia negativa captata perfino da Tecna. “Chi può aver voluto far fuggire il troll?” Sherlock Bloom trova due piume di papero. “Il papero di Icy!!!” Gridalo un altro po’ e si risvegliano le piante di prima. Ecco un gruppo di fate e… ehi, c’è Palladium, alla buon’ora, che è soddisfatto di come si sono comportate le Winx: sono state in gamba, intraprendenti, coraggiose e generose. “Visto ciò che è accaduto dichiaro l’esercitazione non valida. Niente punti extra, cicce”. Tanta fatica per niente.


Le ragazze sono in camera, Bloom dà la buonanotte a Stella a cui manca il letto a forma di cuore ed è perfetta per un film porno.


Nel prossimo episodio: le Trix rapiscono Stella Stellina.

6 commenti:

  1. Ma davvero una roba del genere ha avuto successo? XD

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahimé sì, ma non solo in Italia, va forte anche negli USA.

      Elimina
  2. Quando una serie inizia a parlare di paludi vuol dire che sono alla frutta.
    Il picco più basso è quando sono in spiaggia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Arriverà anche la spiaggia, non fosse altro per accontentare il fan service :D

      Elimina
  3. Il genio del male che va a piagnucolare dal prof per una puntura di zanzara è una cosa trashissima (primo, se indossava dei pantaloni meno inguinali magari non la pungevano e, secondo, che vuole che ci faccia? Bisogna solo aspettare che passino, le punture di zanzara. L'ipotesi della tentata seduzione fallita è la migliore) XD

    Povero Timmy, io parteggio per lui, mi fa tenerezza (e so che è stato messo lì solo per fare figuroni di tolla a ripetzione) XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La zanzara è riuscita a pungerla dai pantaloni, infatti la ragazza in questione ha dovuto alzarli. Opto anch'io per la seduzione e voti facili... a meno che le fat(t)ine siano talmente ignoranti da non sapere che le punture da zanzare passino da sé.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...