lunedì 25 novembre 2013

Febbre da film #3

Piatto ricco mi ci ficco? Non è questo il caso perché anche la visione di film e serie tv sta andando a rilento, ma così a rilento che sono stata doppiata da una tartaruga, una lumaca e un bradipo. Quest'ultimo mi ha perfino fatto il gesto dell'ombrello. Comunque ecco gli ultimi film visti (cinema e visione casalinga).



Cattivissimo me 2 (2013): come ho già scritto su altri blog, ho apprezzato molto la visione 2D di questo film d'animazione e ho riso tantissimo, ma solo grazie ai Minions. Non è facile far ridere senza parlare, ma loro ci sono riusciti e quindi aspetto con impazienza il film a loro dedicato che uscirà non so quando, ma non lo perderò!!




Prisoners (2013): bellissimo thriller che mi ha tenuto incollata alla poltroncina del cinema. E non solo merito dei due splendidi e bellissimi attori protagonisti, ma della trama in cui ogni tassello si incastrava perfettamente. O meglio ogni via portava alla soluzione dell'intricato labirinto che si era creato. O no? Un genitore, Hugh Jackman, è disperato per la scomparsa della figlia ed è disposto a fare qualsiasi cosa pur di ritrovarla, perfino perdere la propria umanità e passare da vittima a carnefice. Vedere il film per capire. E se non l'avete visto, cosa state aspettando?




A.I. Intelligenza artificiale (2001): non so perché ho aspettato così tanto per vederlo. Non sapevo che in questo progetto ci fosse anche Kubrick, ma il tocco spielberghiano si nota tutto, soprattutto nel finale. Questo film parla di amore: si può creare l'amore? Può un robot amare davvero un essere umano? Non lo so, per quanto il film possa farci credere che la risposta è sì, io penso che sia comunque un amore programmato dall'uomo e quindi artificiale. Ma l'amore è amore, e quindi David farà di tutto per stare accanto alla propria "madre", farà di tutto per avere il suo affetto e per farsi amare come un bambino vero. E se la "madre" non riesce ad amarlo in quanto robot, farà di tutto per cercare la fata turchina e diventare un bambino vero. 



Thor - The dark world (2013): ed eccoci al film nerd. O meglio quel che sarebbe dovuto essere il film nerd, ma ormai chiunque lo va a vedere. Forse è per questo che inseriscono troppe gag, tanto che Loki ad un certo punto sembra una sorta di Tony Stark più che il fratello cattivo di Thor. Per carità, ho riso però dove è finito lo spirito del fumetto? Per carità, ho letto solo i numeri presenti nel volume dei classici di Repubblica, però non ricordavo un Loki così simpatico. Comunque il film è stato molto piacevole e scorrevole, anche se al combattimento finale mi sono un po' persa e [SPOILER FINALE] alla fine, quando sembra che la navicella stia per cadere su Jane e Thor, c'è un passaggio e casualmente, tra tutti i pianeti, la navicella finisce sul pianeta dove si trova l'elfo oscuro e casualmente, tra tutti i punti dove poteva cadere, cade sull'elfo oscuro. Che culo!! [FINE SPOILER]. Per completezza vedrò Capitan America nonostante non lo sopporti, non come Superman e Ciclope, ma quasi.
Ah, se avete visto il film non potete non leggere la recensione di Leo Ortolani.

7 commenti:

  1. Prisoners mi ha incuriosito.

    Moz-

    RispondiElimina
  2. Se non fosse per le troppe battute, Thor - The dark world sarebbe un film buono.
    Alla fine diventa guardabile....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece era illeggibile la mia recensione (appena aggiustata :D ). Guardabile e, in fin dei conti, piacevole, a differenza del primo Thor che fu una piccola delusione.

      Elimina
  3. Tolto Thor gli altri sono dei grandissimi filmoni. Anche Cattivissimo me 2. Ma Thor proprio... merita solo per Tom.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tom Hiddleston è un bravissimo attore, ma Loki trasformato in macchietta è un tantino ridicolo. Durante la visione ho riso ad alcune sue battute, ma non va bene con il personaggio.

      Elimina
  4. Grazie per aver messo il link al blog di Ortolani, è bellissimo e non lo conoscevo!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...