giovedì 8 maggio 2014

Winx Club 1x21: Rubiamo i titoli a film famosi, ed ecco a voi la trappola di ghiaccio



Tremate, le fat(t)ine son tornate!!! Vi sono mancate? Se la risposta è sì, vi consiglio un ottimo psicologo. Ma iniziamo in questa puntata inutilissima in cui non succede nulla e la trama principale non va avanti nonostante manchino pochissimi episodi alla fine, in compenso si parla... indovinate un po'? Ma sì, bravi, del passato di Bloom. Ebbasta, abbiamo capito!

Nell'episodio precedente Bloom è caduta da un burrone altissimo, talmente alto che non si vede il fondo. Dite che si sarà fatta male? Ovviamente neppure un graffietto. E te pareva. E ovviamente i disegnatori sbagliano le proporzioni già dalla prima inquadratura:


Come fa quel mucchietto di neve a coprire tutta Bloom? Capisco che le Winx sono disegnate magrissime, però così è davvero poco! Gli sceneggiatori avranno letto la mia domanda introduttiva e ci fanno sapere perché Bloom non ha neppure un graffio: all'improvviso il burrone da stretto è diventato un immenso luna park e Bloom cade effetto scivolo. Perché tutti sanno che le pietre sono lisce e ti permettono di cadere elegantemente, è certo.
Ricordiamo un altro dettaglio della puntata precedente: Bloom e le amiche sono state divise dalla crepa e nessuna Winx ha pensato di volare e portare la fata del fuoco da loro. Bene, in questo momento nessuna delle amiche pensa di volare e prendere Bloom dal fondo del burrone. Fossi nelle Winx tornerei a casa… a proposito di tornare, ma Palladium e Faragonda hanno spiegato alle loro allieve come tornare ad Alfea o si sono limitate a trasportarle su Domino senza possibilità di ritorno? Alfea, che grande scuola!


Nel frattempo lo yeti della puntata precedente sta andando via e le Winx finalmente ne pensano una giusta: quello pensa di averle sconfitte, è inutile attaccarlo (ma che voce ha oggi Musa? Sembra che la doppiatrice abbia mangiato troppe arance). Le Winx si dirigono verso quelle che sembrano le torri di un castello ricoperto di ghiaccio. Voglio far notare che anche in questo episodio Stella riesce a sciogliere con facilità il ghiaccio mostrando a tutti la """bellezza""" del castello e permettendo di accedervi, ricordate anche questo dettaglio per la seconda stagione. 

Nel frattempo Bloom decide di camminare lungo il burrone, se aspetta le amiche morirebbe sicuramente congelata o di fame, quindi meglio darsi da fare, riesce a raggiungere dei sotterranei o meglio, come Bloom ci fa sapere, sono dei corridoi di un castello. Fatemi capire: il castello era tutto ghiacciato tranne l’ingresso che trova Bloom?!? Bloom entra in una stanza, forse quella da pranzo dato che c’è un tavolo con piatti, posate, bicchieri e ha la sensazione di essere già stata lì e continua a fare la Capitan Ovvio in versione Jovanotti: “Se io sono la principessa di Domino, questa è la mia casa dove posso stare in pace con te sùmmagia”. E scopriamo anche che la fata del fuoco ha il senso dell’orrido dato che, per lei, quel che sta guardando è “un luogo magnifico”. Sì, Bloom, arte eschimese allo stato puro, sembra la gelatina di Piovono Polpette:


All’improvviso il dramma: delle forti scosse fanno cadere tutto il ghiaccio presente sul soffitto!! E Bloom rimane lì ferma perché sa che è la protagonista e il ghiaccio non può di certo ferirla... E infatti non viene colpita, ma in compenso cade in un altro burrone. Ma allora il tuo è un vizio, ma vuoi stare lontano dalle crepe? Almeno crepassi! Ehmmmm pessimo gioco di parole, andiamo avanti. Bloom riesce a risalire e riesce a incontrare le Winx. 
Scopriamo che i neuroni di Tecna si sono congelati perché crea una magia che dovrebbe aiutare Stella a sciogliere il ghiaccio dopo che Stella ha sciolto il ghiaccio, e dopo dei paroloni detti a caso fa una battuta che ben si adatta alla temperatura di Domino. Peccato che rida solo lei.

Bloom come al solito si deprime: “Guardate cosa hanno fatto le tre antenate, ora piango perché è quel che so fare meglio, la mia arte è far deprimere le bambine”. Peccato che a consolarla sia Musa, ripeto: ma che voce ha in questa puntata? E’ davvero irritante, per favore fate mangiare le doppiatrici altrimenti si riducono a lavorare controvoglia e incavolate, il datore di Magica Trippy è molto più umano:


Mentre le Winx camminano nei sotterranei, Bloom sente nuovamente la solita voce lagnosa che la chiama (pure la sorella sarà depressa quanto lei), e invece no, non la sente solo Bloom ma addirittura Dafne -vi ricordo che Dafne è la lampada dell’Ikea in offerta speciale fino al 31 maggio- appare a tutte e dice alle Winx di seguirle e, già che ci sono, racconta loro la storia della sua vita. E in sottofondo sarebbe dovuta partire Story of my life degli One Direction, ma per questione di copyright e di cronologia non è possibile stato inserirla. Dafne ci fa sapere che lei è la ninfa di Roccaluce, ma lei e Bloom sono cresciute in quel palazzo… ricordatevi la parola “cresciute”… ci fa anche sapere che il viaggio delle Winx è stato inutile perché lì non c’è quel che cercano, come hanno potuto fidarsi di un suggerimento di Faragonda? La solita pallonara. In compenso Bloom lì può, scrivo testuali parole, “scoprire le memorie, i ricordi…”. Ah beh, che fortuna, ora sì che possono salvare la dimensione magica. “… e un grande segreto”. Stella è già in prima fila. “Su, entrate nella sala del tesoro di Domino”. Ed ecco finalmente la bigiotteria made in China di Bloom (non la ricordavo così presto), sarà contenta Acalia.


Questa è la corona di Bloom, quanto è brutta da 1 a Camilla d’Inghilterra? Fatemi sapere nei commenti. Care Musa e Stella, la finite con le battute inopportune a cui ridete solo voi due? “Ehi Stella, Bloom è più ricca di te”, “Adesso so a chi chiedere un prestito”, “Ahahahahah”. Brave opportuniste. 
Non appena Bloom tocca la corona, parte il flashback della sua vita, se siete interessati andati al minuto 07.09 del video, vi scrivo solo che Bloom è stata teletrasportata sulla Terra da neonata... da neonata? Perché Dafne ha detto alla sorelle che sono cresciute in quel palazzo? Sceneggiatori, iuuuu, c’è qualcuno? Ringraziamo anche Iginio Straffi che teletrasporta Bloom in America e non in Italia.


Il patriottismo, questo sconosciuto. 

Bloom promette a Dafne che, una volta sconfitte le Tr(uzz)ix, cercherà i suoi genitori. Dafne va via, ormai le origini segrete di Bloom sono state svelate.


Uscite dal castello, c’è il simpatico yeti ad aspettarle insieme a degli esserini di ghiaccio. Stella si dimentica che il suo scettro permette di teletrasportarsi e quindi che la battaglia abbia inizio. Finalmente Flora, Musa e Tecna si trasformano, nel frattempo il mostro fa un autoscatto (basta usare la parola selfie, io dico autoscatto) con Bloom e Stella da inserire sul suo profilo Facebook con lo stato “Addio, queste stanno per uccidermi”.  
Inizia lo scontro. Altro dettaglio da ricordare per la seconda serie: nonostante la mancanza di vegetazione, Flora riesce a richiamare i poteri della natura. Tenete a mente anche questo. Nonostante le Winx riescano a distruggere molti esseri di ghiaccio, questi sono troppi e quindi le fat(t)ine decidono di proteggersi all'interno del castello. Flora ci fa sapere che “sono tantissimi”, e di nuovo viene citato Jovanotti: “Pensa positivo”. Musa riesce a creare una barriera musicale suonando il flauto, Stella colpisce alcuni mostriciattoli con le sue onde energetiche, Flora spazza via i mostri di ghiaccio con delle piante che in teoria dovrebbero ledere le mura del castello per quanto sono giganti e invece le mura non crollano, Tecna ahimé salva Bloom.
Arriva finalmente lo yeti che, con un solo attacco, colpisce le cinque fate che sono costrette a nascondersi nelle stanze del castello. Musa riesce a distruggere quattro mostriciattoli ghiacciati, ma non capisco perché gli esseri di ghiaccio rimangano fermi nonostante Musa impieghi tantissimo tempo per creare le sue onde sonore. Perché restate fermi al posto di contrattaccare o meglio scappare? Lo yeti sta per ricolpire, ma –non chiedetemi né come né perché- arriva la navicella degli specialisti che lo blocca sul più bello. Arrivano Brandon, Sky e Timmy e mi chiedo: ma se le fate non sono riuscite a sconfiggere il mostro, come possono loro con le spade? Risposta: ci riescono. Un po’ alla volta le cinque fate e i tre specialisti si avvicinano alla vittoria, ma riecco lo yeti e le Winx decidono di unire i loro poteri per sconfiggerlo. E ci riescono. In maniera stupida, ma ci riescono.
Ricordate anche questo terzo dettaglio sempre per la seconda serie (già tutte queste note vi fanno capire quanto sono coerenti gli sceneggiatori tra le varie serie): le quattro fate trasformate riescono ad unire con successo i loro poteri, riescono a creare una convergenza.


Si ritorna ad Alfea con la navicella degli specialisti, qui Musa suona il flauto e Flora dorme, la capisco perfettamente dato che Musa conosce solo due note e suona sempre quelle a ripetizione. In più Sky e Bloom dicono le solite frasette mielose, motivo in più per ronfare alla grande!

Nel prossimo episodio: scampagnata a Torrenuvola alla ricerca del potere di Bloom!

p.s. scusate gli errori e le parole ripetute, sicuramente ce ne saranno tantissime, ma ho scritto questo post di getto.

11 commenti:

  1. Le Winx avrò visto qualche puntata da piccola giusto per darmi un tono con le altre bambine ora invece se mi capita di beccarne qualcuna mi rendo conto che era disegnato proprio male

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E i disegni non sono nulla in confronto alla trama, non tanto delle prime serie quanto dalla quarta in poi, più si andrà avanti e più sarà inguardabile!

      Elimina
  2. Effettivamente la voce di Musa in questa puntata ricorda quella della Pixie di Tecna. Ops, spoiler.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tranquillo Davide, gli spoiler sulle Winx non fanno arrabbiare nessuno: chi conosce la serie, sa a cosa ti stai riferendo; chi non la conosce, boh penserà al gruppo musicale :)

      Elimina
    2. ahahah, sì lo so... scherzavo :)

      Elimina
  3. Ma non hanno freddo? Combattono semi nude con tutto quel ghiaccio introno....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ho pensato, ma succede anche in Sailor Moon e quindi ho omesso il pensiero :P

      Elimina
    2. Però a Sailor Moon si possono perdonare questi piccoli dettagli, dai :)

      Ps. Ti volevo ringraziare perché ho cominciato a vedere Sailor Moon da quando ho scoperto il tuo blog, sentendotene parlare benissimo. Ed ora sono gia a Sailor Moon R e mi sta regalando tante emozioni!

      Elimina
    3. A Sailor Moon sì, anche perché lei stava congelando e lo dice :D

      p.s. grazie a te per i vari commenti, Sailor Moon S ti regalerà ancor più emozioni :)

      Elimina
  4. Ma Stella non ha freddo conciata così in mezzo alla neve?

    Bisogna far conoscere a Bloom Sieya dei Cavalieri dello Zodiaco, hanno entrambi una passione per farsi scaraventare giù per i burroni (e sono entrambi dei raccomandanti da Oscar) XD

    Evviva la bigiotteria! A Bloom mancava proprio per il suo favoloso curriculum da Mary Sue XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bloom e Seiya, uniti dallo stesso burrone :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...